Skip to content

La deriva di destra ‘imposta’ da Grillo a M5S

22 ottobre, 2014

9f6e25949b4ccd8dc50beac97cbe499c-2245-k7UD-U104073007837OeF-640x320@LaStampa.it

Chi entra in Italia con i barconi è un perfetto sconosciuto: deve essere identificato immediatamente, i profughi vanno accolti, gli altri, i cosiddetti clandestini rispediti da dove venivano. (Beppe Grillo)

Siamo arrivati ai respingimenti. La virata a destra ‘imposta’ da Grillo al Movimento5 stelle appare oramai chiara. Non solo nei modi antidemocratici con cui vengono prese decisioni in merito alle espulsioni dei propri membri. E’ chiaro anche nei simboli.

L’inveire contro gli immigrati clandestini è chiaramente ‘populismo di destra’. Quale differenza c’è tra le dichiarazioni di ieri di Beppe Grillo e quelle ‘quotidiane’ di Matteo Salvini? Nessuna, appunto.

Il comico genovese sa bene che il carisma di Renzi gli impedisce di poter ‘pescare’ elettori sul fronte del CentroSinistra. Ed è logico che quindi ci si butti a tappeto su quel che rimane della Destra. Salvini e Meloni, ovvero Lega e Fratelli d’Italia, assieme oggi superano il 10% raggiungendo quasi la percentuale di consenso di Forza Italia. Quel che rimane del fronte conservatore è quindi preda ambita dal Movimento, o meglio dal proprio leader. Ciò ingenera discussioni tra i militanti ed anche tra i parlamentari.

Il populismo grillino comunque tornerà anche a strizzare l’occhio alla Sinistra, quando si aprirà il fronte del Lavoro. Quando saranno chiare le linee liberiste del Job Act renziano.

Al via i ‘live’ di #XFactor, #LorenzoFragola parte in ‘pole’!

21 ottobre, 2014

visore_620x388_2

La sicurezza. Morgan, vecchio volpone con il vizio della primadonna. Il divo. Mika, simpatico, competente e dal calibro internazionale. La freschezza. Victora Cabello, pimpante, a tratti comica, decisamente aria nuova rispetto al passato. La sorpresa. Fedez, il rapper dal cuore tenero.

I quattro ingredienti che fanno dei Live di X Factor, in onda da giovedì alle 21 su SkyUno, uno dei programmi più azzeccati della stagione in corso. E gli ascolti lo dimostrano. Punte del 4,5% per le prime puntate registrate delle Audition e degli Home Visit. Ed ora inizia la fase finale, quella rigorosamente in diretta. Primo ospite d’onore è Tiziano Ferro, che presenterà l’inedito del suo nuovo album.

12 i concorrenti finora in gara, con possibilità di un ripescaggio. Sentiti tutti, punto decisamente su Lorenzo Fragola, ragazzo catanese di belle speranze. Bravissimo durante le ‘audizioni’. Spero incida presto il brano da lui scritto e cantato alle selezioni. Merita davvero.

Lorenzo Fragola, inedito

Renzi traina il PD verso il PDL, Partito Della Leopolda

21 ottobre, 2014

renzi-convention-leopolda-20131

Il Partito Democratico sta rapidamente cambiando faccia. Da partito di CentroSinistra a partito della Leopolda. Renzi sta trasformando il tutto in un suo comitato elettorale permanente. Nulla di imprevedibile, vista la personalità strabordante del Segretario Pd.

Ecco quindi che il PD diventa il PDL, il Partito della Leopolda. Nel weekend il ‘nuovo partito’ si riunisce a Firenze in quel meeting inventato da Renzi e Civati qualche anno fa che oramai è diventato il cuore dei Democratici. Un ‘partito della Nazione’ ha detto il Premier ieri in direzione, ‘aperto a tutti’. Non più di Sinistra o di CentroSinistra quindi. E molte delle decisioni prese in temi cruciali lo fanno ben capire.

La riforma del Lavoro renziana , ad esempio, è stata gestita in Parlamento da Maurizio Sacconi, ex Ministro del Welfare dei governi di Berlusconi. Non è un caso.

Complice la crisi di Forza Italia e del Centrodestra, oramai alcuni temi cari al fronte berlusconiano sono entrati nell’agenda del PD.

Così anche il sistema elettorale. Si parla ora di premio di maggioranza per la lista e non la coalizione. Forte del suo 41% il PD potrà quindi presentarsi da solo per vincere e governare senza ‘orpelli’. E già si parla di cambiamenti di nome per il Nuovo Centrodestra di Alfano e Bonaiuti per favorire una successiva federazione con il Partito Democratico.

Poco spazio per il dissenso. La ‘sinistra Pd’ rappresentata dai vecchi burocrati ex PCI è debole. Civati ha poco margine di manovra. I Governatori delle Regioni, vessati dai tagli lineari del Governo, non sembrano ancora in grado di ribattere. La manifestazione CGIL di sabato, nata per protestare contro le Riforme renziane, dove saranno presenti alcuni democratici, rischia di rappresentare l’ultimo e fallimentare grido di dissenso interno.

Quando Sacconi, Bonaiuti, Alfano e Casini siederanno in Parlamento sotto l’ombrello del ‘Partito Democratico’ allora sarà tutto più chiaro. Su cosa sarà diventato il PD, sulla fine di qualsiasi prospettiva Progressista nel nostro Paese.

Foto, End of the world

19 ottobre, 2014

“End of the world. Baños de Agua Santa, Ecuador”

Il Sinodo allontana le aperture della Chiesa, no a gay e divorziati

18 ottobre, 2014

sinodo

Al Sinodo vincono i conservatori, ribaltata la relazione iniziale. Approfondimenti per la comunione ai divorziati, nessun riconoscimento alle coppie fuori dal matrimonio. Nulla cambia, a quanto pare. Per ora.

Fonte. Hanno prevalso le posizioni degli episcopati americano ( a cominciare dall’arcivescovo di New York Timothy Dolan), polacco e dei cardinali e vescovi africani (Napier). E quanti tra i cardinali si erano espressi pubblicamente in dissenso da Kasper con interviste e libri usciti all’immediata vigilia del Sinodo . Compreso il cardinale prefetto dell’Economia George Pell

Biblioteca: ‘Sulla Strada’ (Jack Kerouac)

15 ottobre, 2014

Ontheroad

Sulla strada (titolo originale: On the Road) è un romanzo autobiografico scritto da Jack Kerouac nel 1951 e basato su una serie di viaggi da lui fatti in automobile, assieme al suo amico Neal Cassidy, lungo gli Stati Uniti.

Sal (Jack) e Dean (Neal), due amici per la pelle. Un viaggio ininterrotto, dalla prima all’ultima pagina. Da New York a San Franscisco passando da uno Stato all’altro sino ad arrivare in Messico. Tra amori, sesso, alcool, droga ed auto rubate. Senza una precisa meta se non quella di vivere alla giornata organizzando progetti strambi e destinati a fallire. Il ritratto di una generazione, quella dei giovani dell’America post bellica, senza più sicurezze o valori se non quelli della ribellione. Al sistema esistente, alla vita come veniva intesa in quegli anni. La cosiddetta ‘beat generation’, la gioventù bruciata rappresentata appieno nei film di James Dean. Giovani ‘perduti’, come quelli di oggi, sessantanni dopo. Ancora.

Il ‘Concilio Vaticano’ di Francesco…

13 ottobre, 2014

o-PAPA-FRANCESCO-facebook

Papa Francesco ha voluto il Sinodo straordinario sulle famiglie per mettere le basi ad una complessiva riforma della Chiesa, di cui verranno tirate le somme nel Sinodo Ordinario dell’autunno 2015. Quest’anno di lavoro che si apre può essere quindi paragonato ad un Concilio Vaticano vero e proprio.

Si sa bene che gli ingranaggi della Chiesa sono lenti e tendono ad incepparsi con molta facilità. E’ un fatto però che Bergoglio, come fu per Roncalli, ha lanciato una stagione di cambiamento. Vedremo dove porterà. Gli inizi sono timidamente incoraggianti:

FONTE. “Cogliere gli “elementi positivi” presenti anche nelle “forme imperfette” di famiglia, comprese le convivenze pre-matrimoniali. Curare le “famiglie ferite” (separati, divorziati) con “scelte pastorali coraggiose”. Riscoprire, nella enciclica Humanae Vitae di Paolo VI, “il bisogno di rispettare la dignità della persona nella valutazione morale dei metodi di regolazione della natalità”. Sono alcuni dei punti affrontati dalla “relatio post disceptationem”, la relazione intermedia pronunciata stamane dal cardinale relatore Peter Erdo in apertura della seconda settimana del sinodo straordinario sulla famiglia
[...]
Le persone omosessuali, ha poi detto Erdo, “hanno doti e qualità da offrire alla comunità cristiana: siamo in grado di accogliere queste persone, garantendo loro uno spazio di fraternità nelle nostre comunità?” (paragrafo50). Inoltre, “senza negare le problematiche morali connesse alle unioni omosessuali si prende atto che vi sono casi in cui il mutuo sostegno fino al sacrificio costituisce un appoggio prezioso per la vita dei partners. Inoltre, la Chiesa ha attenzione speciale verso i bambini che vivono con coppie dello stesso sesso, ribadendo che al primo posto vanno messi sempre le esigenze e i diritti dei piccoli”

Maltempo, Genova trema, un disperso a Parma

13 ottobre, 2014

genovaDa il Post:

Aggiornamento ore 17.30 – Sono ricominciati forti temporali su Genova e sulla sua provincia. La situazione più critica è a Rossiglione e a Campo Ligure, dove piove da ore. La Protezione Civile, sulle basi delle valutazioni dell’Arpal, ha confermato il livello di allerta 2 – cioè il livello massimo – fino alle 24 nelle zone di Savona, Genova, La Spezia. Le autorità hanno fatto sgombrare i volontari dalle strade già dalle 16. Secondo le previsioni dovrebbe smettere di piovere intorno alle 18.

Opinionista per caso Viola

Io amo L'Italia ,io amo L'Albania, io amo L'Europa e il mondo intero.. .siamo tutti di passaggio in questo pianeta,quindi non bisogna essere egoisti,avidi,ma bisogna essere generosi con chi è meno fortunato di noi...io dono serenità se non ho cose materiali da offrire...basta anche un sorriso ...

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

Carlo Galli

Parole Pensieri Emozioni

Photo

usa gli occhi..

Se Telecomando

La tv fatta a pezzi

kalosf

...un tentativo di vedere il mondo attraverso la luce...

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Viaggiando con Bea

A fine WordPress.com site

my "bad" brain

fa la cosa sbagliata..

ludmill@nte

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Il Blog delle Ragazze

Chiacchiere in finestra: il cortile sul mondo

Giuseppe Morelli

Compagni, parliamo dei rapporti di produzione!

Pasquale Videtta

"Gli uomini sono angeli con un'ala soltanto: possono volare solo restando abbracciati"

Dalla parte di Alice

Alice si mise a ridere. “Non serve a nulla provare”, disse: “Non si può credere alle cose impossibili”.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

coffeeiscomingout

pensieri senza nesso tra loro

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 388 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: