Skip to content

Rivoluzione in Rai, fusione tra Tg1-Tg2 e Tg3-RaiNews-Regionali

23 luglio, 2014

TG1-770x513

Ecco la rivoluzione di Gubitosi. Il direttore della Rai ha in mente una ‘fusione’ tra le redazione dei quattro Tg della tv di Stato. Le redazioni di Tg1 e Tg2 saranno fuse assieme. Cosi come Tg3, Tg regionali e RaiNews.

La rivoluzione di viale Mazzini sarà in due fasi: «Abbiamo immaginato due fasi, la prima si dovrà realizzare tra il 2015 e il 2016. Prevede la nascita di due newsroom. La numero 1 sarà composta dall’accorpamento di Tg1, Tg2 più Rai Parlamento. La 2 sarà formata da Tg3 più Rai News più Tgr e Ciss, meteo e Web. Newsroom 1 sarà generalista e avrà anche un canale istituzionale. Newsroom 2 porterà un’evoluzione dell’all news integrando offerta nazionale, internazionale e locale. Con Newsroom 2 otteniamo un risparmio immediato. Rai News che doveva sostituire la sua digitalizzazione di prima generazione, ora potrà usare quella di ultima di Rai Tre senza costi aggiuntivi. L’obiettivo è sfruttare i punti di forza che abbiamo utilizzando un unico standard produttivo. Saranno due grandi accorpamenti ma apparentemente non cambierà nulla».

Nessun cambiamento di loghi o volti. Si supererebbe la Riforma del 1975, quella che divise la Rai in tre aree politiche con il Tg1 alla Dc (poi divenuto nella seconda repubblica appannaggio del vincitore delle elezioni, Forza Italia o PD), Tg2 al PSI (poi Forza Italia ed infine An), Tg3 al PCI (Pds-Ds-PD).

Nella pratica, «i marchi Tg1, Tg2, Tg3 rimarrano. Chi guarda il Tg1 delle 20 continuerà a vedere il logo e i conduttori abituali che sono caratterizzanti. Così il Tg2. Ma le due redazioni saranno state unificate. A differenziare l’offerta saranno i vice direttori, i coordinatori di impaginazione ed editoriali e i conduttori, tutti dissimili da una testata all’altro. Così l’impianto sarà più nitido e si potranno valorizzare e distinguere meglio i contenuti, le missioni dei telegiornali, riposizionare e razionalizzare editorialmente le rubriche, evitando repliche, incentivando la creatività. Ha presente la Volskwagen che produce con i marchi Audi, Volkswagen, Bentley ecc?».

Gli fa eco Milena Gabanelli, la conduttrice di Report, intervistata dal Corriere,  avanza ipotesi di tagli alle redazioni ed alle spese relative ad uffici e sedi della Rai:

“Per tornare efficiente e competitiva, la Rai andrebbe ‘snellita’, ma modifiche radicali saranno possibili solo se si interviene sulla riforma del 1975, meglio nota come lottizzazione”. Lo scrive in un lungo editoriale sul Corriere della Sera Milena Gabanelli, in cui fa la lista degli sprechi del servizio pubblico. Troppi telegiornali, reti e strutture inventate solo per accontentare politici, assessori e governatori di turno. Troppi incarichi dirigenziali e una proliferazione incredibile di sedi e strutture regionali. Nulla di più lontano dalla Bbc, “il miglior servizio pubblico al mondo” di cui tanto si parla ma che mai sarà avvicinato se non si mettono “competenza” e “merito” come criteri essenziali per la nomina della governance.

In seguito alla lottizzazione, scrive la giornalista, “ogni partito si è preso un canale, e poi ci ha infilato i suoi uomini scegliendo come unico criterio la ‘fedeltà’, non all’azienda ma al partito. Risultato: proliferazione di strutture e incarichi dirigenziali che negli anni si sono stratificati”. Per questo la Rai è imparagonabile a ogni altro servizio pubblico del mondo:

Massimo Giannini da Repubblica a Ballarò?

23 luglio, 2014

massimo-giannini1-620x350

Sembra vicino l’accordo con Massimo Giannini per la conduzione di Ballarò. Con tutto il rispetto per il vicedirettore di Repubblica avrei preferito la Rai cercasse il sostituto di Floris all’interno dell’azienda, evitando contratti con esterni. Una scelta di opportunità, anche per via di un risparmio economico sempre più obbligato e sacrosanto per la tv di Stato.

Greggio paga 20 milioni al Fisco per la residenza all’estero

23 luglio, 2014

greggio

Il prossimo anno il sottotitolo di Striscia sarà ‘la voce della ..finanza’

http://www.corriere.it/cronache/14_luglio_23/greggio-paga-fisco-mega-sanatoria-20-milioni-euro-de88eaf6-1223-11e4-a6a9-5bc06a2e2d1a.shtml

Il Gabibbo non votò alle primarie PD

21 luglio, 2014

Schermata 2014-07-19 alle 16.37.35

Notizie che resteranno.

Gaza, offensiva di Israele provoca decine di morti

20 luglio, 2014

gaza gaza2

Poi leggi questo:

gaza

Titolo di Repubblica. Per una informazione corretta bisognerebbe specificare che i 13 israeliani morti sono soldati. E che tra gli almeno 60 morti palestinesi vi sono 17 bimbi e 14 donne, spazzati via insieme a tutti gli altri quando Israele ha raso al suolo il loro quartiere.

Così, tanto perchè vinca la verità e non la propaganda.

CalcioMercato, Roma ‘regina’ di metà luglio

19 luglio, 2014

CALCIOMERCATO10500531_698039516923532_7671243251076898903_n

Forte del ‘tesoretto’ Champions, la Roma sta conducendo la sfida del calciomercato. Alcuni colpi interessanti, sia a parametro zero che sborsando cospicue sommette, fanno ben sperare. Anche se la cessione del bizzoso Benatia è dietro l’angolo. E c’è chi parla anche di una dipartita di Kevin Strootman. Vediamo di seguito i principali acquisti ad oggi.

10517494_708004765927007_3120365282111294003_n

Iturbe (Att, Verona, D), classe 1993. Pagato 22 milioni di euro (piu bonus) 

10547581_707032499357567_8835906342254179624_n

Cole (Dif, Chelsea, S), classe 1980, arriva a Roma da svincolato. Primo inglese a vestire la maglia giallorossa.

10544329_707952125932271_533375187772731984_n

Ucan (Cen, Fenerbahce, P) giovane del 1994, arriva alla Roma in prestito con diritto di riscatto per 11 milioni di euro tra due anni.

10488322_706626346064849_3867318735628458134_n

Keita (Cen, Valencia, S). Nato nel 1980, ex Barcellona e Valencia, come Cole arriva a parametro zero. Contratto annuale.

1907734_707553132638837_9150908921285407436_n
Emanuelson (Cen, Milan, S). Classe ’86, ex Ajax e Milan, contratto annuale per lui.

Se la camorra specula anche su Gomorra…

19 luglio, 2014

10377076_527264284039879_1568934157811690708_n

Il set del telefilm affittato dai boss. I panini distribuiti durante le riprese ad attore e maestranze erano di una società legata ai clan. Gomorra, di nome e di fatto. E’ tutto finito o forse non è mai iniziato

Il Fatto. Il Nucleo investigativo dei Carabinieri di Torre Annunziata, guidato dal maggiore Alessandro Amadei, ieri, ha eseguito tre arresti per estorsione aggravata dal metodo mafioso, nei confronti Francesco e Raffaele Gallo e di Annunziata De Simone.  Sono accusati di aver costretto De Laurentiis, Aquino e Arcopinto, a versare “la somma complessiva di 18 mila euro… come successive rate dei 30 mila euro previsti … per l’uso cinematografico dell’immobile”
….
E De Laurentiis, Arcopinto e Aquino, per la dda avrebbero commesso il favoreggiamento negando, nei loro interrogatori , di aver subìto minacce. Non solo: De Laurentiis avrebbe anche rivelato, a uomini del clan, l’esistenza dell’indagine.
….
La produzione sta pagando infatti l’amministrazione giudiziaria. Ed ecco cosa dice Aquino a uno scenografo: “Speriamo che glieli sbloccano… (al clan, ndr) … anche perché a regalarli allo Stato, così a cazzo di cane… è meglio che se li prendono… Franco (Gallo Francesco, ndr) e i suoi…”.

Poi rivela all’uomo del clan che c’è un’indagine in corso e che, quindi, per non peggiorare la situazione, è meglio non pagare più nulla. Quindi conclude: “Zì Filuccio… io sono nelle mani vostre… fateci sapere come dobbiamo fare

Mancano anche le parole. Provo solo rabbia e vergogna. Ho visto la serie ed alla fine di ogni puntata avevo un senso di nausea. Per l’impotenza dello Stato, per la totale sottomissione di una zona del Paese a regole criminali, per la mancanza di speranza negli occhi di chi, pur non appartenendo alla camorra, non può fare altro che adeguarsi o fuggire.

Oggi, dell’anniversario dell’uccisione di Paolo Borsellino, leggere che la camorra ha messo le mani anche su chi, seppur solo artisticamente, ne denunciava i meccanismi, fa male. Tanto. Infanga anche l’unico, ultimo strumento per denunciare ciò che accade.

NAPOLI - Le forniture dei cestini pranzo sul set e i servizi di guardiania erano imposti dalla camorra. Questo è quanto emerge dalle intercettazioni telefoniche e ambientali raccolte dai carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata e dalla Dda. 
Carmela Gallo, sorella di Francesco, compare più volte nel corposo fascicolo sulle estorsioni alla produzione della fiction tv Gomorra: titolare di una paninoteca in di via Plinio a Torre Annunziata, è stata scelta dalla Cattleya come fornitrice di pasti per la troupe e gli attori sul set.  Durante le riprese per la serie tv andata in onda su Sky, nella villa del boss Gallo, alle porte del rione Penniniello, hanno continuato a vivere i tre figli del capoclan e i suoi genitori (arrestati giovedì mattina) ai quali erano stati affidati.


Forse sarebbe il caso di andare via da questo Paese. Mi pento di non averlo fatto quando la mia situazione personale avrebbe permesso maggiore libertà d’azione.

Foto: Via D’Amelio, 1992

19 luglio, 2014

borsellino-strage-via-d-amelio_650x447

Via Mariano D’Amelio, Palermo, pomeriggio del 19 luglio 1992. Paolo Borsellino si reca in visita alla madre. L’attentato mafioso toglie la vita a lui e ad altri 5 agenti di scorta. Dopo ventidue anni ancora non è chiaro il perchè della strage.

Photo

usa gli occhi..

Se Telecomando

La tv fatta a pezzi

kalosf

...un tentativo di vedere il mondo attraverso la luce...

Beni Culturali 3.0

Promuovere Tutelare Valorizzare

Viaggiando con Bea

A fine WordPress.com site

my "bad" brain

fa la cosa sbagliata..

ludmill@nte

" Per sentire e sognare in pace, bisogna spegner la luce della ragione... almeno per un po'. "

Il Blog delle Ragazze

Chiacchiere in finestra: il cortile sul mondo

Giuseppe Morelli

Compagni, parliamo dei rapporti di produzione!

Pasquale Videtta

"Gli uomini sono angeli con un'ala soltanto: possono volare solo restando abbracciati"

Dalla parte di Alice

Alice si mise a ridere. “Non serve a nulla provare”, disse: “Non si può credere alle cose impossibili”.

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

coffeeiscomingout

pensieri senza nesso tra loro

aMe's world

Welcome to aMe's world. I'll show you my illusion.

giovanni leone

blog ufficiale

elidixit

di Elisa Pilati

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 353 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: