Primi appuntamenti mancati dal PD, ma non dalla Idv

Da quando è iniziata la nuova legislatura il PD ha mancato almeno tre appuntamenti .

1. Patteggiamento alllargato:
La norma salva-Berlusconi che doveva inizialmente essere messa nel pacchetto sicurezza e che avrebbe concesso di rimandare il processo su Mediaset. Chi ha gridato subito all’allarme è stato Di Pietro, con parole grosse, tirando fuori l’antiberlusconismo ha fatto il pienone mediatico. Il PD naturalmente si è accodato ma molto pacatamente, nel nuovo stile “low-profile” Veltroniano. La norma poi è stata tolta ma nell’opinione pubblica rimangono le frasi di Di Pietro e non le dichiarazioni di Veltroni (se mai le ha fatte).

2. Norma salva rete-4
Questa norma, inserita nel decreto sugli obblighi comunitari, voleva eludere le sentenze Ue che obbligherebbero rete 4 ad andare sul satellite. Tra qualche mese potremmo ricevere una multa di 300mila euro per ogni giorno in cui rete-4 risulta essere fuori legge (e cioè da due anni a questa parte, a conti fatti si parla di circa 200 milioni di euro).
Di Pietro ha alzato il tiro denunciando a piu riprese questo tentativo. Anche il PD lo ha fatto ma è arrivato dopo ed ha usato toni meno esasperati. I due partiti han poi fatto ustruzionismo evitando che la norma passasse ma il risultato è che nell’elettorato di centrosinistra l’ex PM acquista estimatori, il PD ne perde invece.

3. Intercettazioni
Anche qui il DDL “sudamericano” proposto dal Governo è contestato totalmente solo da Di Pietro mentre il PD (e l’Udc) si soffermano ad apprezzare gli inserimenti successivi dei reati di corruzione, dimenticando che le intercettazioni si faranno solo per reati che prevedono pene superiori ai 10 anni ed impedendo quindi la realizzazione di inchieste simili a quelle di Cirio, Parmalat, Clinica degli Orrori.
L’ex PM non esclude il referendum abrogativo per la legge. Dal PD, ripeto, apprezzamenti per aver inserito alcune norme precedentemente escluse.

PD ed Idv usano due strategie diverse, molto diverse. Non a caso crescono i delusi dal PD, elettori molto critici verso la apparente “debolezza” dell’opposizione democratica rispetto ai primi provvedimenti del governo. crescono invece gli apprezzamenti verso la linea di Di Pietro.

Riuscirà Veltroni a comprendere che una linea sobria, civile e pacata è impossibile da realizzare in un paese come l’Italia e con una maggioranza di questo tipo oppure dovrà trovarsi di fronte un PD sotto il 30% alle Europee per prendere coscienza del problema?

 

 

2 pensieri riguardo “Primi appuntamenti mancati dal PD, ma non dalla Idv

  1. VEltroni, “SVEGLAITI”, ha ragione di Pietro la buona volontà di portare aventi progetti condivisi va bene solo se si è in DUE!!. Berlusconi l’abbiamo già conosciuto.
    SVEGLIA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI. Un grazie a DiPietro

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...