Il perche della Guerra Israele-Hamas

La nuova crisi mediorientale tra israeliani e palestinesi viene da molto lontano. Le vittime predestinate sono le migliaia di civili palestinesi uccisi in questi giorni e gli stessi cittadini israeliani feriti e morti a causa dei missili lanciati dalla striscia di Gaza, i responsabili di tale situazione sono molteplici e possono sicuramente essere identificati nel governo israeliano e nell’organizzazione politica di Hamas senza dimenticare Al Fatah, partito del Presidente della ANP Abu Mazen. Per capire meglio come è “nata” questa guerra dobbiamo fare dei passi indietro.

Gennaio 2006: vittoria Hamas alle elezioni palestinesi

Nelle elezioni generali palestinesi vince Hamas, organizzazione politica estremista accusata da piu parti di terrorismo e sicuramente responsabile di decine di vittime israeliane. Al Fatah, partito moderato palestinese che fu di Yasser Arafat ed ora guidato dal Presidente della Autorità Nazionale Palestinese (una sorta di embrione del futuro Stato Palestinese e formato dai territori della Striscia di Gaza e da quelli della Cisgiordania) risulta pesantemente sconfitto. I moviti? la corruzione imperante tra i dirigenti del movimento, corruzione dovuta ad anni di dominio nella politica palestinese. Hamas invece, che nei territori gestisce una specie di “mutua” per i poveri, è visto come un movimento onesto, vicino alle persone, non arroccato al potere per arricchirsi. Hamas però, a differenza di Al Fatah, non riconosce lo stato di Israele ed anzi lo considera suo nemico. Il processo di pace tra israeliani e palestinesi quindi si blocca, Israele organizza un embargo contro l’ANP per evitare che Hamas vada al potere dopo la vittoria.

Nei mesi successivi Abu Mazen cerca, senza successo, una mediazione tra i due partiti palestinesi per cercare di varare un governo di coalizione

Giugno 2007:  scontro Fatah-Hamas

Dopo mesi di trattative si arriva allo scontro frontale tra i due partiti, uno scontro consumato nel sangue e che sfocia nella “cacciata” di Al Fatah, Abu Mazen compreso, dalla striscia di Gaza che cade quindi in mano di Hamas. Ora i palestinesi sono divisi in due, la Cisgiordania con il governo guidato da Abu Mazen e riconosciuto dall’occidente e da Israele, la striscia di Gaza sotto la guida di Hamas, boicottata da Israele che attua un embargo.

In tutta questa situazione le prime vittime sono i palestinesi che vedono infrangersi qualsiasi possibilità di pace e rimangono condannati ad essere un popolo dipendente da qualcuno, prima da Israele ora da Hamas e da Al Fatah.

Dicembre 2008: Guerra Hamas-Israele

Dopo 6 mesi di tregua Hamas, dalla striscia di Gaza, inizia un nuovo lancio di missili verso lo stato ebraico. Israele risponde con le bombe e con una probabile invasione simil-Libano per sradicare Hamas dai territori.

Il perche di questa guerra

I motivi sono principalmente politici. Bisogna tenere infatti presente che tra qualche mese sia l’ANP (territori palestinesi) sia Israele saranno chiamati alle urne per scegliere i propri governanti. La situazione odierna vede i palestinesi divisi tra Hamas (che governa Gaza) ed Al Fatah (che governa la Cisgiordania) mentre in Israele la coalizione uscente di centro-sinistra formata da Kadima (centro) e dai Laburisti (sinistra) viene tallonata dal partito di destra Likud, profondamente ostile ai palestinesi.

In una situazione di questo tipo il governo israeliano uscente ha interesse ad usare il “pugno duro” contro i palestinesi cosi da non soccombere al guerrafondaio Likud nella sfida elettorale prossima. D’altro canto Hamas, che ha cominciato le ostilità lanciando i razzi verso Israele, ha interesse ad aizzare lo scontro e ad avere vittime civili cosi da mettere in difficoltà il dialogante Abu Mazen che, avendo ancora rapporti con Israele, potrebbe essere visto come collaborazionista del “nemico” e quindi potrebbe essere sconfitto nelle consultazioni del 2009.

Una mera questione politica sta provocando migliaia di vittime e questo dimostra quanto sia i palestinesi sia gli israeliani siano IMMATURI e non capaci, in buona o mala fede, di porre fine alle ostilità.

E’ qui che dovrebbe subentrare l’ONU con una missione internazionale che ponga finalmente al centro della politica mediorientale quel processo di pace dei “Due popoli in due stati” da tanto inseguito idealmente ma quasi mai seriamente. Confidiamo nel nuovo Presidente Obama, perche sino a quando gli USA proteggeranno Israele nulla si potrà fare. Si deve capire che per avere una pace duratura ognuno dovrà rinunciare a qualcosa, se non vogliono farlo i singoli stati dovrebbe essere la comunità internazionale ad IMPORLO.

12 pensieri riguardo “Il perche della Guerra Israele-Hamas

  1. Ma perché scrivi di cose che conosci solo superficialmente?

    “Dopo 6 mesi di tregua Hamas, dalla striscia di Gaza, inizia un nuovo lancio di missili verso lo stato ebraico. ”

    Ma qualcuno ti ha informato che durante questi 6 mesi di “tregua” ci sono stati 25 palestinesi uccisi dagli Israeliani a GAZA?
    Ma hai sentito parlare dell’operazione di terra in cui sono stati uccisi alcuni componenti di HAMAS agli inizi di novembre all’interno della striscia in quanto – secondo l’esercito israeliano – stavano costruendo un tunnel per arrivare in Israele? Se cosi fosse stato non era più semplice aspettarli sull’altro estremo del tunnel?

    A volte – anche in buona fede – si contribuisce alla disinformazione, in quanto disinformati con pretese di divulgatori.
    Saluti.

    "Mi piace"

  2. mai nascosto che Israele abbia una grande responsabilità nella situazione. Questo non giustifica il lancio di razzi da parte di Hamas. Si dovrebbe essere meno partigiani e piu indipendenti.

    "Mi piace"

  3. è davvero una brutta cosa l’ignoranza umana e la sete di potere; come sia possibile sacrificare tanti innocenti io ancora non lo capisco, l’unica cosa che davvero vorrei è che tutti quei bambini cui hanno strappato non solo l’infanzia,ma tutta la vita possano fuggire via da lì… non sono colpevoli di nulla se non di essere nati un una umanità fatta di egocentrismo,ignoranza ed ipocrisia..null’altro.

    "Mi piace"

  4. per anonimo, la tua frase é ignorante e superficiale, ignorante perché la chiesa non é un movimento politico, é formata dalle persone che ragionano con la propria testa e predica pace e accoglienza, e prima ancora predica carità, superficiale perché questa é una guerra prettamente politica e legata al potere e alla conquista. Smettiamola sempre di fare i falsi perbenisti provocatori del cavolo, BASTA dare sempre colpa alla chiesa perché é facile, BASTA scaricare il barile di m**** su chi ogni giorno muore con la speranza di creare un mondo migliore, anziché stare davanti a un pc a scrivere cattiverie e assurdità, fai qualcosa!!

    Poi probabilmente se ti senti in diritto di scrivere queste cosa non cambierai..negli anni si é sempre pensato che le religioni e i religiosi più perseguitati fossero musulmani, ebrei o altri, beh nulla di più sbagliato!!il cristianesimo é la religione più perseguitata, quindi sappi che davanti a un tuo offendere gratuito ci sono persone pronte a perdonarti..

    "Mi piace"

  5. ah..e tanto per la cronaca..tutte le volte che vedo immagini e sento notizie di nuovi morti piango, e mi sento debole, e mi chiedo perché la gente scriva sui blog e non vada in massa a bussare sotto le case dei potenti, ricordo l’esempio di che guevara, lui cambio la vita di molti, sporcandosi le mani di cose nemmeno lo riguardavano..cavolo se fa comodo stare seduti davanti a un pc..

    "Mi piace"

  6. questa guerra è seplicemente vergognosa soprattutto xkè è una guerra di religione.la religione cristiana dice che le guerro nn si dovrebbero fare eppure siamo la a combattere…

    "Mi piace"

  7. io credo che in questo caso non si dovrebbe incolpare la Chiesa nè,quindi tanto meno i cristiani,sarebbe un pò stupido a mio parere…
    bisogna affronatare la realtà; non serve a nulla nascondersi dietro queste “affermazioni-accusa” che demoliscono sempre di più e inutilmente la Chiesa… la realtà per questa stupida guerra è un altra… (guerra per motivi religiosi?guerra per ragioni politiche?..per…?)
    in ogni modo,l’unica che ci resta è FORSE la sperana che arrivi presto una tregua…anzi,meglio,una pace…

    "Mi piace"

  8. vedo anonimo che tu capisci al volo, sempre che l’anonimo che ha scritto dopo di me sia lo stesso che ha scritto prima..altrimenti abbiamo due cime..é bello sapere che persone con cotanta intelligenzia scrivono cose cotanto intelligenti..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...