Canzonissima ’70. Corrado e Carrà “coppia storica” della tv

logo%20canzonissima%2070

L’estate avanza e nelle tv non mancano le repliche di trasmisioni e serie del passato. Per “adeguarci” Candido riprende la rubrica “La TV che non c’è piu“, uno spazio per parlare delle produzioni del passato. I lettori, che immagino saranno prevalentemente “giovani”, potranno riscoprire una televisione profondamente diversa da quella tuttora presente sul piccolo schermo. La tv di una volta non era costruita su reality e trash puro, tutto lasciato all’improvvisazione con conduzioni affidate e dilettanti senza la minima esperienza. Gli show del passato erano qualcosa di profondamente diverso, di studiato, fatte di talenti e professionalità.

 

Oggi partiamo parlando di “Canzonissima 70“, una produzione Rai passata alla storia per aver “lanciato” definitivamente Raffaella Carrà. Canzonissima andava in onda dai primi anni 50 sul primo canale (l’allora RaiUno) della tv di stato. Spettacolo abbinato alla Lotteria di Capodanno, prevedeva una gara canora tra i cantanti piu accreditati dell’epoca. Nel 1970 Corrado e Raffella Carrà diedero vita a una edizione memorabile, che ebbe cosi tanto successo da veder confermati i due conduttori anche per l’edizione 1971.

Per alcuni anni il vincitore della gara canora è stato scelto come rappresentante dell’Italia all’Eurofestival. Il successo delle edizioni 70 e 71 fu in gran parte dovuto alla complicità creatasi tra i due conduttori. L’amicizia tra Corrado e la Carrà, cementata durante Canzonissima, sopravvisse negli anni tanto da durare sino alla scomparsa del conduttore romano. Da segnalare il “Tuca tuca”, famosa canzone lanciata dalla conduttrice romagnola proprio durante l’edizione 1971.

Sigla Canzonissima ’70

Come funzionava la trasmissione:

tratto da Pagine70:

La gara canora era sicuramente la parte più interessante della trasmissione. La rivalità fra alcuni concorrenti era evidente anche se alle volte questa rivalità sfociava in vere e proprie polemiche: memorabili quelle fra Claudio Villa e Gianni Morandi o quelle fra Ornella Vanoni e Iva Zanicchi.
Alla gara canora era associato il meccanismo di assegnazione ed estrazione dei biglietti e, di conseguenza, i sogni di milioni di italiani. Tale meccanismo era abbastanza semplice: l’acquisto del biglietto dava diritto anche ad una cartolina su cui si indicava il nome del cantante a cui veniva data la preferenza. Il biglietto concorreva al premio finale mentre la cartolina concorreva all’estrazione dei premi settimanali e alla definizione della classifica finale. Per un cantante la vittoria a Canzonissima significava moltissimo ed era sicuramente paragonabile a una vittoria al Festival di Sanremo.

I Numeri di Canzonissima 70 e 71:

Edizione del 1970-71
Autori: Paolini e Silvestri
Regia: Romolo Siena
Presentatori: Corrado e Raffaella Carrà
Vincitore: Massimo Ranieri – Vent’anni
Media di telespettatori di 25,4 milioni (1^ posizione fra i dieci programmi più visti del 1971)

Edizione del 1971-72
Autori: Paolini e Silvestri
Regia: Eros Macchi
Presentatori: Corrado, Raffaella Carrà, Alighiero Noschese, Vittorio Gassman
Vincitore: Nicola Di Bari – Chitarra suona più piano
Media di telespettatori di 23,8 milioni (2^ posizione fra i dieci programmi più visti del 1972)

Alberto Sordi e Corrado

Vittorio De Sica, Corrado e Raffaella Carrà

Tuca tuca Sordi-Carrà

Finale Canzonissima 70

 

2 pensieri riguardo “Canzonissima ’70. Corrado e Carrà “coppia storica” della tv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...