Polverini taglia gli Ospedali, mentre un anno fa prometteva il contrario…

Era l’aprile 2010, la neogovernatrice Polverini prometteva “non chiuderemo gli ospedali”. Dopo meno di un anno eccoci qui a commentare la chiusura di decine di nosocomi.

Il Fatto. L’elenco dei piccoli ospedali che chiuderanno i battenti è lungo: Monterotondo, Palombara Sabina, Subiaco, Zagarolo, Anagni, Ceccano, Pontecorvo, Ceprano, Ferentino, Arpino, Isola Liri, Atina, Rocca Priora, Ariccia, Anzio, Sezze, Gaeta, Minturno, Bracciano, Acquapendente, Montefiascone, Ronciglione, Magliano Sabina e Amatrice. Molti dei sindaci dei comuni coinvolti hanno già presentato ricorso al Tar. La popolazione è scesa più volte in piazza. Ha manifestato anche a Roma, ma non c’è stato nulla da fare. E cosa succederà a un paziente colpito da ictus che vive a Subiaco? Quando verrà caricato sull’ambulanza dovrà percorrere più 70 chilometri, prima lungo strade di montagna e poi nel traffico caotica di Roma. Per risolvere lo spinoso problema il governatore del Lazio Renata Polverini ha avuto una bella pensata: cinque eliporti, sparsi strategicamente sul territorio regionale, una flotta di elicotteri con tutte le attrezzature sanitarie e il miracolo è compiuto.

Sembra che i tagli possano coinvolgere addirittura il Santa Lucia, un Ospedale che fa “miracoli” per la riabilitazione neuromotoria.

Cosa propone la Polverini? Camper ambulanti adibiti ad ambulatori. Vi rendete conto?

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...