Vai al contenuto

Governo commissariato, l’economia italiana in mano ad Usa e BCE!

6 agosto, 2011

Ieri sera Berlusconi, Tremonti e Letta si sono presentati in conferenza stampa per annunciare quattro provvedimenti straordinari per far fronte alla gravissima crisi finanziaria. Riforma del mercato del lavoro (poveri lavoratori), Liberalizzazioni e riforma dell’articolo 41 della Costituzione, Pareggio di bilancio nella Costituzione e anticipato al 2013 invece che al 2014.

Oggi Bossi ammette che tali provvedimenti si sono resi necessari affinchè la Banca Centrale Europea iniziasse ad acquistare titoli di stato italiani, sostenendoci in questa fase di instabilità.

Fin qui vi è solo l’amara constatazione di un fallimento totale del governo, costretto a fare marcia indietro rispetto alle intenzioni annunciate solo tre giorni prima.

Leggendo un articolo di Rampini su Repubblica di oggi si rimane però colpiti dalle ‘manovre’ di politica internazionale che hanno portato alle decisioni comunicate ieri dal Premier.

In sintesi, all’insaputa del governo italiano, Obama, Sarkozy, il ministro del Tesoro statunitense Geithner, il Presidente della Federal Reserve americana Bernanke ed il capo della BCE Trichet hanno operato un pressing insistente su Germania, Olanda ed altri stati europei per ‘costringerli’ ad accettare la concessione di un aiuto all’Italia in cambio di riforme economiche.

Merkel, cosi come fatto per la Grecia, ha inizialmente rifiutato gli aiuti all’Italia. Sembra siano dovuti intervenire anche Cina e Giappone, partner commerciali dei tedeschi, per convincere la cancelliera che un fallimento italiano potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova recessione mondiale.

Il pezzo lo trovate qui.  Riporto un piccolo estratto:

“La Bce ha commissariato l’Italia, Trichet governa a Roma su mandato di Germania e Francia”. Sono le 13 a Wall Street, manca un’ora e mezza alla conferenza stampa di Silvio Berlusconi in Italia, e i mercati sanno già tutto. Un “gabinetto di crisi” sovranazionale ha dato mandato alla Bce per scrivere l’agenda del governo italiano.
……
Commissariamento dei governi inaffidabili, in cambio di aiuti. È la ricetta che ieri Geithner ha caldeggiato nel corso della giornata, nelle sue ripetute triangolazioni con Berlino, Parigi, Francoforte. A Berlusconi le condizioni sono state anticipate a metà pomeriggio dal presidente Ue Herman Van Rompuy e dal commissario all’Economia Olli Rehn: “l’Italia deve accelerare il suo risanamento”, prendere o lasciare.

Sarkozy e Geithner hanno confermato, costringendo il premier italiano alla conferenza stampa. Ben più difficile era convincere la Merkel. Sull’altro piatto della bilancia, infatti, al commissariamento dell’Italia da parte di un gabinetto di crisi corrisponde l’intervento della Bce per acquisti di titoli pubblici italiani. Uno strappo alle regole del rigore monetario. Un’operazione contrastata dalla squadra tedesca in seno alla Bce: il capo della Bundesbank Jens Weidmann, il chief economist Juergen Stark, più gli alleati olandesi e lussemburghesi.

Ma Sarkozy ieri mattina ha capito di dover fare un pressing estremo su Berlino, quando ha visto allargarsi di nuovo lo spread dei tassi francesi su quelli tedeschi. A dargli man forte sono intervenuti gli americani. “Attenzione a non ripetere l’effetto Lehman  –  hanno detto gli uomini di Geithner agli europei  –  quando quella banca fu lasciata fallire nel 2008, nessuno capì che ne avrebbe trascinate molte altre a picco, e di più grosse”. Chiara l’antifona: “l’Italia ha il terzo debito pubblico mondiale in valore assoluto, se avanza verso il default non vi basterà triplicare il fondo di salvataggio europeo”.

Siamo ufficialmente commissariati. L’economia non è piu competenza di Palazzo Chigi ma di Francoforte. Sarà contento il Premier che è cosi sollevato da ogni responsabilità ed anzi, in caso di continui crolli, potrà accusare la ‘vecchia Europa’, con la complicità e l’assenso della euroscettica Lega.

Per quanto riguarda noi cittadini, cosa ci attende nei prossimi anni? Quanto dovremo pagare per le scelte idiote del governo italiano? Quanto ci costerà la crisi? Attendiamo di sapere di quanto dovremo cambiare la nostra vita per avere una chance di sopravvivere allo ‘spettro del capitalismo’.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Anonimo permalink
    7 agosto, 2011 8:07 am

    Ah si? E ora il mio nuovo capo del governo chi è? Non sapevo che ci eravamo tolti dalle palle il berlusca e tremo… Che bello !!!!! Finalmente è stata modificata la costituzione e da lunedi comandano gli stranieri… Trichet eccetera… bene bene…

    Mi piace

  2. Anonimo permalink
    7 agosto, 2011 9:54 pm

    Finalmente……………era ora che si togliesse dalle palle.Ma non era lui che qualche anno fa andava esortando le persone a spendere in quanto la crisi non interessava il nostro paese?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Balcone Fiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Fiscalità internazionale Tax planning

Roberto Chessa

live your dream

MIKI-TRAVELLER

La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In Compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera...

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

IL FAVOLOSO MONDO DEI QUATTROCCHI

andreadevis

Ci si innamora delle persone sbagliate perché quelle giuste sono già impegnate con le altre persone sbagliate

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: