Battaglia Finale: Berlusconi si libererà di Tremonti addossandogli la Manovra lacrime e sangue?

Ci eravamo lasciati un mese fa con l’attesa per la risposta dei mercati ai provvedimenti della Manovra appena approvata. Sappiamo tutti come è finita, le speculazioni sono proseguite, in modo sostenuto e drammatico, dimostrando l’inefficacia delle decisioni prese dal Governo. La BCE ha chiesto Riforme in cambio di aiuti e  Berlusconi e Tremonti hanno messo appunto una correzione della Manovra, anticipando alcune decisioni ai prossimi due anni invece che al 2013-2014.

Risultato? Un Massacro Sociale, questo in sintesi il Decreto che integra la Manovra di un mese fa. Nessuna patrimionale (che avrebbe fatto pagare davvero i ricchi), toccate pensioni, redditi da lavoro dipendente, un piccolo contributo dato da chi guadagna un po’ di piu. Per il resto tagli ad enti locali, cancellazione delle festività laiche, manomissione del mercato del lavoro.

Berlusconi, comunque, ha gia cominciato l’operazione ‘presa di distanza‘ da Tremonti. Fa filtrare voci che lo vedono contrario a tanti provvedimenti della Manovra e che quindi addossano le colpe dei tagli e delle tasse al solo Ministro dell’Economia. ‘Minaccia continuamente le dimissioni’ va ripetendo il Premier, accusando Tremonti di ‘ricatto politico’, visto che il titolare dell’Economia è l’unico membro dell’esecutivo ad avere un minimo di credibilità internazionale.

Ben presto Tremonti sarà fatto fuori dal Governo e l’opera di ‘delegittimazione’ che sarà messa appunto dagli organi di stampa del Premier farà il resto. Berlusconi andrà a dire a tutti che lui non voleva cosi tante tasse e che è stato il ‘cattivo Tremonti’ ad imporle ricattandolo minacciando le dimissioni.

Cosi come per la Libia, il pavido Premier da la colpa agli altri. Peccato che sia stato proprio lui, si dice, a non volere la patrimoniale (che avrebbe fatto pagare davvero i piu ricchi) e che pensi, in sede di discussione parlamentare della Manovra, di far inserire l’aumento dell’Iva (che peserà soprattutto sui redditi mediobassi).

In sostanza, nei prossimi mesi, il Premier dipingerà una situazione politica in cui Tremonti, in complicità con Draghi, Europa e BCE, ha imposto al Governo la sua visione della crisi e le sue soluzioni ed in cui Lui, Berlusconi, ha dovuto subirle per non creare instabilità politica in un momento teso per i Mercati.

Una spiegazione che ogni persona con un minimo di intelligenza saprà rispedire al mittente. Speriamo. Appuntamento a settembre per capire bene come saranno andate le cose.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...