Skip to content

Arriva l’Italicum renziano, un Porcellum rivisto in chiave tripolare

20 gennaio, 2014

italicum

Un doppio turno se nessuno raggiunge il 35%, premio di maggioranza per consentire a chi vince di ottenere dal 53 al 55% dei seggi. Sbarramento al 5% per i partiti in coalizione, dell’8% per quelli che si presentano da soli. Mini liste bloccate con 6 nomi. Questo è l’Italicum, la proposta renziana di sistema elettorale, concordata con Forza Italia e ‘limata’ per andare incontro ad Alfano. (Qui maggiori dettagli)

In sostanza la nuova legge elettorale pensata da Renzi ‘adatta’ il Porcellum (creato nel sistema bipolare csx-cdx) ad un sistema tripolare, (quello di oggi con cdx-csx-grillo), istituendo un eventuale doppio turno tra i primi due raggruppamenti.

Quindi, se il Porcellum era una porcata, questa legge elettorale è una semi-porcata.

Intanto la ‘profonda sintonia’ tra un pregiudicato ineleggibile ed il Pd lascia interdetti. Così come quelli che parlano di ‘umiliazione’ di B. D’altro canto non posso far altro che provare disgusto per quelli come Fassina, Scalfari e soci. Accusare Renzi di aver inciuciato con Berlusconi quando loro stessi lo hanno fatto approvando Governi di larghe intese ed eleggendo il Capo dello Stato.

Il continuo gioco delle parti tra queste persone, la loro mancanza di coerenza, mi fa vomitare. Grillo invece mi fa rabbia. Avrebbe potuto provare a scardinare tutto ed invece si è trincerato dietro un ‘sono tutti uguali’, non prendendosi responsabilità, lavandosene le mani.

Renzi, Berlusconi, Grillo da una parte. Alfano, Letta, Napolitano dall’altra. Niente di buono..

************

1604833_457015671064741_1866722349_n

Sarà logico, comprensibile, normale.. tutto quel che volete ma la verità è che se qualche mese fa molti parlavano di Berlusconi finito (Renzi compreso) oggi Berlusconi risulta essere uno dei Padri Fondatori della prossima legge elettorale nonchè delle future regole.

Allora decidiamoci, se il Cavaliere è un pregiudicato ed è finito politicamente con lui non si dovrebbe trattare, se lo si interpella lo si riconosce come leader politico e quindi come interlocutore credibile.

Alla fine, si dirà, chi decide è il popolo, con il voto. Bene. Berlusconi non si può presentare al voto perchè interdetto ed inelegibile. Ma lo stesso vale per Grillo, pregiudicato e non candidabile eppure leader politico e pienamente presente sulla scena politica.

Come uscirne? Con la coerenza. Ovvero, andare avanti per la propria strada con una proposta senza trattare con chi ha dimostrato di non essere affidabile. Ovvero Berlusconi e Grillo.

Renzi avrebbe dovuto presentare una propria proposta senza ‘concordarla‘ prima con questo o quello. In Parlamento avrebbe dovuto ‘modificarla’ leggermente per raggiungere una convergenza massima.

Accordarsi con Berlusconi è un errore. Come lo è stato farci un Governo ed eleggerci un Presidente della Repubblica. Quindi, tranne Civati, nessuno nel PD può dare lezioni a Renzi.

Comunque tra qualche settimana Berlusconi userà l’accordo sulla legge elettorale come arma di ricatto sulla sentenza di condanna. Minaccerà di rovesciare il tavolo senza il salvacondotto.

Infine, una riflessione nel merito della legge.

Se le liste bloccate ci hanno regalato parlamentari nominati come Razzi e soci, le preferenze ci hanno dato gente come Fiorito, Sbardella ed altri campioni di clientele. Idem per il maggioritario, con elezione diretta del candidato ma con la candidatura comunque stabilita dalle segreterie.

Insomma, più che problema di liste, il problema è il nostro essere italiani.

Annunci
One Comment leave one →
  1. attikus permalink
    20 gennaio, 2014 9:01 pm

    si avvicina la fine di questa congerie di parassiti disonesti….. finalmente.
    A breve, grazie all’italicum del bischero, il m5s, ottenendo la maggioranza relativa, spazzerà via questa marmaglia, per sempre!
    Pur non essendo un ‘tifoso’ di grillo ne sono veramente contento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: