Skip to content

Storia della TV: 1978

15 febbraio, 2014

1978 copia

Dopo aver dato uno sguardo al 1982 ed al 1991 facciamo un passo indietro. La Rai di fine anni ’70 si apprestava a confrontarsi con le nascenti Tv private. Il Canale Nazionale era diventato Rete1, il Secondo Canale assumeva il nome di Rete2. Nel 1978 nasce Telemilano, una delle prime tv non pubbliche, editore Silvio Berlusconi. Il Gruppo Rizzoli acquista Telealto milanese, network trasmesso in tutta la Lombardia. Nel 1979 sarebbe nata la Rete3, poi Rai3.

Guida Tv 1978

Guida Tv 1978

Veniamo agli eventi televisivi del 1978. Uno su tutti fu il rapimento del presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro.

Prelevato con la forza il 16 marzo dall’organizzazione terroristica Brigate Rosse, tenuto prigioniero per mesi sino alla tragica uccisione, il 9 maggio. Numerosi gli speciali dei telegiornali ed i programmi dedicati.

In quel periodo la Rete1 mandava in onda un varietà condotto da Raffaella Carrà, Ma che sera, che segnava il ritorno in tv della conduttrice dopo anni di tour e programmi all’estero. Ispirato al radiofonico ‘Gran Varietà‘, era caratterizzato da sketch comici e canzoni, vedeva la partecipazione di Paolo Panelli, Bice Valori con le imitazioni di Alighiero Noschese.

Dopo il rapimento di Moro, Carrà chiese più volte che lo show venisse sospeso ma la Rai decise diversamente. Anni dopo la presentatrice rivelò la sua costernazione: ““Il giorno che rapirono Moro telefonai alla Rai e dissi “vi prego non mandate in onda il mio varietà”. E invece andò in onda lo stesso. Rapivano Moro e io cantavo “Com’è bello far l’amore da Trieste in giù”. Mi vergognai così tanto che non tornai più in Italia per molto tempo”.

Ma il 1978 fu anche l’anno dei tre Papi.  Il 6 agosto, dopo 15 anni di pontificato, si spegneva Paolo VI. Il 26 dello stesso messo veniva eletto Albino Luciani, con il nome di Giovanni Paolo I. Qualche settimana dopo, il 28 settembre, Luciani moriva improvvisamente.

Il 16 ottobre Karol Józef Wojtyła saliva al soglio pontificio. Iniziava la lunga era di Giovanni Paolo II.

L’ultimo grande evento televisivo dell’anno furono i Mondiali di calcio. L’undicesima edizione, targata Argentina, vide proprio il trionfo della Selecion dell’emergente Diego Armando Maradona. L’Italia terminò al quarto posto, perdendo la finalina per il 3° posto con il Brasile. L’Argentina vinse la finale sull’Olanda per 3-1, ai tempi supplementari. Gli azzurri di Bearzot misero però le basi per la formazione della squadra che quattro anni dopo avrebbe trionfato in Spagna.

Per quanto riguarda i telefilm, la Rai mandava in onda per la prima volta una serie americana di grande successo, La famiglia Bradford. Ancora in voga gli sceneggiati. Dal 7 aprile al 12 maggio veniva trasmesso ‘Madame Bovary’, interpretato da Carla Gravina. Sempre sulla Rete1, nel pomeriggio, arrivava un cartone animato di grande successo, ritrasmesso poi nel corso dei decenni successivi su svariati canali. Dai monti sorridenti ecco Heidi!

Veniano ai programmi tv, mentre sulla Rete2 spopolava il Portobello di Enzo Tortora, iniziato l’anno prima, Rai1 provava a cambiare il Varietà con un nuovo show comico, La Sberla:

“Il programma, di natura comica, fu diretto da Giancarlo Nicotra, e condotto nella prima edizione da Gianfranco D’Angelo, Enrico Beruschi, Gianni Magni e Adriana Russo[2], nella seconda edizione da Gianfranco D’Angelo, Gianni Magni e Daniela Poggi, con la partecipazione dei Giancattivi e di Zuzzurro e Gaspare[4]. […] Rappresentò uno dei primi tentativi di sostituire il varietà tradizionale con un’organizzazione di sketch e tempistica riprese dal cabaretteatrale”

Il 1978 fu infine anche un anno importante dal punto di vista politico. Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone, in seguito ad uno scandalo politico, fu costretto alle dimissioni. Gli succedette il socialista Sandro Pertini.

Sempre in quell’anno fu approvata la legge che consentiva, in parte, l’interruzione di gravidanza. Per protestare contro il poco spazio televisivo concesso sia per la legge sull’aborto, sia per i referendum su Legge Reale e Finanziamento pubblico ai partiti, durante la Tribuna Politica Tv i Radicali Marco Pannella ed Emma Bonino si presentarono imbavagliati per protesta dando vita ad un siparietto passato alla storia.

Fonti:
Wikipedia, Storia della Televisione Italiana (Garzanti)

Numeri precedenti:

 

Advertisements
2 commenti leave one →
  1. 15 febbraio, 2014 8:08 pm

    Come passa il tempo

  2. Max permalink
    16 febbraio, 2014 12:06 pm

    Mamma Rai ?! – Ecco la società che ci stanno preparando utilizzando anche i oistri soldi. http://t.co/JwZQ9uJqqw

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: