Skip to content

Kiev brucia

18 febbraio, 2014

kiev

Kiev brucia. Le proteste contro Yanukovich crescono di ora in ora. La polizia avvia la repressione. Ci sono morti e feriti. E gli scontri crescono. Occupato il Parlamento, che oggi avrebbe dovuto riunirsi per approvare dei provvedimenti per limitare il potere del Presidente.

Il Post. Migliaia di persone stanno protestando a Kiev, in Ucraina, nel corso di una manifestazione contro il governo. I manifestanti hanno tentato di raggiungere il Parlamento ma sono stati fermati dalla polizia, alla quale hanno tirato sassi e fumogeni: la polizia ha reagito con granate stordenti, fumogeni e proiettili di gomma. Secondo una televisione ucraina, alcuni manifestanti hanno anche temporaneamente occupato la sede del partito del presidente Viktor Yanukovych, ma sono stati poi respinti dalla polizia. Decine di persone fra manifestanti e poliziotti sono rimasti feriti; secondo BBC sono rimaste uccise almeno sette persone, una delle quali è stata ritrovata dentro le sede del partito di Yanukovych. Il ministero dell’Interno ucraino ha detto in un comunicato che «restaurerà l’ordine» nel caso i disordini continueranno oltre le 18 locali (le 17 italiane).

Da circa una settimana sono riprese le manifestazioni contro il governo a causa dell’annuncio del pagamento di una nuova tranche di aiuti economici da parte della Russia: il ministro dell’Economia russo Anton Siluanov ha detto che «questa settimana» verranno trasferiti all’Ucraina circa 1,4 miliardi di euro degli 11 previsti da un accordo fra i due stati – sebbene per ora ne siano stati pagati solo 2,1. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha detto che questi disordini «sono un risultato diretto della connivenza dei politici occidentali e delle strutture europee, che hanno chiuso gli occhi sulle azioni violente di forze radicali».

Le proteste a Kiev proseguono praticamente ininterrotte dal novembre del 2013. Erano iniziate in seguito al rifiuto di Yanukovych di sottoscrivere un patto commerciale con l’Unione Europea, che avrebbe avvicinato l’Ucraina all’Occidente. Sulla decisione influirono le forti pressioni della Russia, che in seguito offrì il piano di aiuti economici di oltre 11 miliardi di dollari per rimettere in sesto i bilanci del paese. Da allora Yanukovych ha concesso qualche apertura ai manifestanti, facendo per esempio dimettere il governo e sostenendo l’abolizione di una contestata legge sulle proteste di piazza, ma al tempo stesso ha dovuto fare i conti con le condizioni poste dalla Russia per ottenere il finanziamento.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

Carta, inchiostro e fantasia. Illustrazioni e storie da passeggio.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: