Skip to content

La Russia invade la Crimea, sale la tensione internazionale

1 marzo, 2014

Crimea

Putin autorizza l’intervento armato in Crimea ‘per tutelare i cittadini russi presenti nella Repubblica autonoma dalla situazione di instabilità presente in Ucraina.

La situazione in Crimea:

Il Post. Al momento la situazione in Crimea è ancora molto confusa. Il governo locale ha dichiarato di non riconoscere il governo di Kiev (che a sua volta non ha riconosciuto il nuovo governo locale) e di aver preso il controllo di tutte le forze di sicurezza e delle forze armate presenti nella regione. I principali aeroporti della Crimea – quello internazionale della capitale, Simferopoli, e quello più piccolo nella città costiera di Sebastopoli – sono occupati da venerdì 28 febbraio da uomini armati con uniformi ed equipaggiamenti militari, ma senza alcuna insegna identificativa. Lo spazio aereo sopra la Crimea è stato chiuso e i voli diretti nella regione sono stati cancellati.

Per capire la situazione è importante farsi un’idea di che cos’è la Crimea.

Si tratta di una penisola che si trova sul Mar Nero ed è abitata da circa 2 milioni di persone. È considerata una delle regioni più filo-russe del paese e nel 2009 la sua popolazione ha votato in maniera massiccia per Viktor Yanukovich, il presidente deposto dalla rivolta degli ultimi mesi (qui sotto potete vedere un’infografica molto chiara del Wall Street Journal).

BhnHiqCIgAAvxWK

Una grossa fetta della popolazione della Crimea è di lingua russa, addirittura la maggioranza secondo l’ultimo censimento fatto nel 2001 (anche se è probabile che da allora questa percentuale sia scesa). Gli altri abitanti della regione sono di lingua ucraina oppure sono musulmani tatari (circa il 15 per cento). Soprattutto questi ultimi, deportati in massa da Stalin e tornati nella zona solo negli ultimi vent’anni, sono considerati particolarmente ostili all’idea di un’annessione della Crimea alla Russia. La Crimea è una repubblica autonoma all’interno dell’Ucraina e il suo governo gode di una certa autonomia nei confronti del governo centrale di Kiev.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: