Skip to content

Per un pugno di Libri, la cultura si fa ‘gioco’

18 marzo, 2014

cultura tv

Il numero di oggi , pubblicato su Termometro politico, riguarda la ‘cultura in tv’.

In onda su Rai3 dal 1997, diventato ben presto un ‘cult’, Per un pugno di libri è un piccolo ‘gioiellino’ nel panorama televisivo italiano. Un programma in cui convivono cultura e gioco, intrattenimento e divertimento.

Il meccanismo è semplice. Durante la singola puntata si affrontano due squadre di studenti, ognuna delle quali rappresentante un istituto delle scuole superiori italiane. I ragazzi sono chiamati a rispondere a diverse domande inerenti il tema letterario in un vero e proprio ‘quiz’ il cui premio finale sono proprio i libri. La vittoria va alla classe che riesce ad accumularne in maggiore quantità. Inoltre in ogni puntata si parla di un singolo libro in particolare, il quale fa da filo conduttore al gioco.

Quest’anno il testimone della conduzione è passato nelle mani di Geppi Cucciari, che succede a Veronica Pivetti. Con l’arrivo della comica sarda la trasmissione ha subìto alcune modifiche nell’impostazione generale. Il programma le è stato ‘cucito’ addosso dando al tutto una impronta maggiormente comica ed ironica.

Un po’in disparte appare ad esempio il professor Piero Dorfles, uomo di cultura in quanto giornalista e critico letterario, memoria storica presente sin dalla prima edizione. Il suo ruolo è  quello di giudice. Tra un gioco e l’altro con i suoi interventi si analizza il romanzo della puntata e vengono forniti alcuni consigli di lettura agli ascoltatori. I siparietti ‘improvvisati’ tra Cucciari e Dorfles aumentano comunque la godibilità ma fanno perdere in qualche modo lo spirito strettamente culturale dello show.

A giocare non sono solamente gli studenti. Anche da casa gli spettatori possono partecipare telefonando per indovinare il titolo di un libro tramite l’utilizzo degli indizi forniti dagli stessi conduttori.

La nuova stagione ha subìto un leggero calo in termini di ascolti. Il programma si è attestato attorno al 3% di share. Lo scorso anno viaggiava tra il 4 ed 5% ma la messa in onda era alla domenica. Il tempo ci dirà se la scelta di spostare lo spettacolo culturale al sabato sarà stata lungimirante o meno.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: