Skip to content

Parte il progetto ‘Garanzia Giovani’ per creare lavoro

28 aprile, 2014

Il Ministro del Lavoro Poletti spiega sommariamente il programma ‘Garanzia Giovani’ varato dal Governo Renzi per aumentare l’occupazione giovanile e l’inserimento al lavoro:

Il primo maggio del ministro del Lavoro Giuliano Poletti e’ all’insegna del piano giovani lanciando “come previsto”, il progetto “Garanzia giovani” dedicato agli under 30, con il quale, assicura in una intervista all’Unita’, “nono saranno piu’ lasciati alle famiglie ma, per la prima volta Europa, Italia e Regioni si preoccupano per loro”. Un programma spiega Poletti, rivolto a “tutti quelli che non studiano, non lavorano, non stanno seguendo nessun corso formativo. I cosiddetti neet. Per loro, dal primo maggio e’ possibile registrarsi al portale. Tutti verranno chiamati da un’agenzia per l’impiego regionale o privata convenzionata per un colloquio, da cui scaturira’ un profilo. Sulla base di questo profilo, entro 4 mesi sara’ fatta una proposta concreta”

Ancora Poletti sulle modalità di inserimento dei giovani nel mondo del lavoro:

“potra’ essere un contratto di apprendistato, un corso di formazione,un percorso di specializzazione o un servizi civile presso i centri che saranno selezionati attraverso dei bandi. Oltre ai lavoratori, stiamo lavorando perche’ anche le imprese si iscrivano al portale per facilitare il lavoro di incrocio tra offerta e domanda di lavoro delle agenzie”. Al momento, solo tre regioni hanno firmato la convenzione necessaria con il Ministero: “altre due convenzioni sono pronte – assicura Poletti – e altre arriveranno presto. Il programma comunque, partira’ come previsto. Dura due anni, non ci sono termini: si possono utilizzare tutti i 24 mesi”.

Tutti i ragazzi under 30 interessati possono iscriversi al portale www garanziagiovani.gov.it. Se l’idea funziona potrebbe essere una buona opportunità. La disoccupazione giovanile ha toccato vette mai viste, più del 40%, qualcosa si deve pur fare per ricominciare.

Fonte: AGI

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: