Skip to content

Riforma del Lavoro, le illusioni di Marta…

23 settembre, 2014

Parole-chiave-della-riforma-del-lavoro

Le illusioni di Marta

“Noi siamo preoccupati non di Margaret Thatcher, siamo preoccupati di Marta, 28 anni, che non ha la possibilità di avere il diritto alla maternità. Lei sta aspettando un bambino ma, a differenza delle sue amiche, che sono dipendenti pubbliche, non ha nessuna garanzia, perché in questi anni si è fatto cittadini di serie A e di serie B“ (Matteo Renzi sul futuro Job Act)

La solita storia che siccome le nuove economie hanno un costo del lavoro bassissimo noi dobbiamo diminuire i diritti per poter rimanere competitivi. In genere la si collega alla teoria che il welfare europeo è oramai insostenibile e quindi va ripensato.

Consentire il demansionamento senza possibilità di ribattere, poter licenziare arbitrariamente e quindi anche chi si oppone ad una determinata linea aziendale, limitare i diritti ai rol, alle ferie, alle malattie. Ecco le novità per rimanere competitivi. Alcuni di questi provvedimenti già sono stati varati negli ultimi anni. Ad esempio ora al terzo evento di malattia nel corso di un anno non si è più coperti da INPS ma viene decurtato il salario oppure per i nuovi assunti vige la metà dei rol (permessi) rispetto agli altri dipendenti, per i primi anni. Piccoli provvedimenti passati sotto silenzio che limano già da ora al ribasso quei diritti che hanno permesso di poter vivere dignitosamente.

E sapete qual è la risposta? Che questi sono privilegi di pochi mentre la povera ‘Marta’ non ha nulla. E quindi invece di dare a Marta ciò che hanno più del 60%dei lavoratori , tolgono a quest’ultimi qualcosa per dare le briciole a Marta.

Ma la cosa più triste è che Marta ci crede davvero. Pensa davvero sia giusto tutto ciò. Che la colpa sia dei privilegiati che hanno una tutela in più e non di chi piano piano sta togliendo tutele a tutti spacciandolo per equità.

È il liberismo, il capitalismo selvaggio, quello che ha creato i grandi imperi economici ma che ha anche distribuito povertà. Gli indicatori parlano chiaro, il divario tra ricchi e poveri si va acuendo da anni, nei paesi occidentali. È da pazzi quindi pensare che riforme al ribasso sui diritti sociali possano produrre una inversione di tendenza.

I governanti lo sanno. I gruppi economici pure. Ma Marta ancora non lo ha capito oppure per interessi politici fa finta di non capire.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

IL FAVOLOSO MONDO DEI QUATTROCCHI

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: