Skip to content

Leggero malore per Lorenzo Fragola

10 aprile, 2015

11136649_345042249026424_3112857620832887531_n

Seguo Lorenzo Fragola da ottobre, dalle audizioni di Xfactor, quando incantò giudici e platea con la sua interpretazione di “Cosa sono le nuvole” di Domenico Modugno e dell’inedito “The reason why”. Mi colpì e mi piacque fin da subito. Umile, simpatico e soprattutto bravo. Ne scrissi anche sul blog, pronosticando la vittoria finale al talent musicale.

L’ho apprezzato anche a Sanremo, con il brano ‘Siamo Uguali’, scritto assieme al suo mentore, Fedez. Ed ora ho ascoltato con piacere il primo album, 1995.

Sin dall’inizio, uno dei miei primi pensieri è stato: “speriamo non lo sfruttino troppo”. Il malore di oggi, probabilmente dovuto allo stress accumulato settimana dopo settimana, potrebbe essere un campanello di allarme. Sul suo profilo facebook il cantante tranquillizza i fan:

fragola2

Mi sono permesso di scrivere un commento nel post della sua pagina:

Ciao Lorenzo, sei un bravo ragazzo, un talentuoso arrivato alla ribalta grazie alla sua caparbietà ed alla voglia di esprimere se stesso nell’unico modo possibile, attraverso la musica.

Ed il successo è arrivato. Forse però lo stress è stato troppo. Da dicembre sei in giro per l’Italia senza fermarti mai. Prima per X Factor, poi per Sanremo ed ora per lanciare il tuo Album. Mi permetto un consiglio da ‘fratello maggiore’: cerca di dosare le forze. Spero i discografici e gli agenti che ti circondano capiscano che, malgrado la tua grande bravura, hai solo diciannove anni e le pressioni a cui sei sottoposto sono pesanti per i più grandi figurarsi per un ragazzo.

Noi comunque siamo qui a sostenerti. E’ tutto passato. Ma non sottovalutare i segnali che ti lancia il tuo fisico. Piano piano si fa tutto. Dosando bene le forze ed il tempo.

Un abbraccio!
Danilo

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

Carta, inchiostro e fantasia. Illustrazioni e storie da passeggio.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: