Skip to content

Regionali: il PD torna ‘ai numeri’ di Bersani, boom Salvini, M5S tiene

1 giugno, 2015

ele1 ele2

Breve analisi del voto regionale. Iniziamo dal PD, la sintesi è la seguente: un ritorno al passato, dal Partito della Nazione al Partito ‘alla Bersani’. Anzi, leggermente meno rispetto alle Regionali 2010. Un 25% scarso. E’ vero che ora controlla 15 regioni su 20. Ha strappato la Campania al Centrodestra ma ha perso la Liguria ed è andato di un soffio vicino a cedere anche l’Umbria, roccaforte rossa. Cala ovunque, il Partito Democratico. Segno che le politiche di destra fatte da Renzi su Scuola e Lavoro stanno avendo un effetto di disaffezione sull’elettorato democratico che si astiene, non vota o vota altri. Peraltro le due sconfitte più pesanti (Liguria e Veneto) sono state subìte da candidate renziane mentre le vittorie di ‘peso’ in Campania e Puglia sono conseguite da due candidati ‘non renziani’ come De Luca e Emiliano.

Il M5S ‘tiene’ da Nord a Sud, non sfonda ma consolida i suoi risultati degli ultimi due anni. Berlusconi può cantare vittoria per la conquista della Liguria, ma è una vittoria di Pirro. Forza Italia perde consensi a scapito della Lega. E’ Salvini il vero ed unico vincitore. Zaia ‘asfalta’ la democratica Moretti (peggiore performance del csx di sempre in Veneto) ma soprattutto la Lega sfonda nel Centro. Toscana (dal 6 al 16%), Umbria (dal 4 al 14%) e Marche (dal 6 al 13%). Anche in Liguria c’è il boom (dal 10 al 20%). Ed il segretario leghista sbarca anche in Puglia dove la sua lista (Noi con Salvini) ha superato il 2%!

La Sinistra ‘sopravvive’ senza infamia e senza lode. Regge in Toscana, fa un buon risultato in Liguria, grazie soprattutto al candidato ex PD Pastorino. Per il resto, percentuali minime. Una base da cui ripartire ma ci sarà bisogno di volti nuovi e di progetti convincenti. Vedremo cosa potranno fare Civati, SEL e le altre formazioni a Sinistra del PD.

Il quadro è fosco. Renzi ne esce appannato e dietro di lui avanza il volto cupo di Matteo Salvini.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In Compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera...

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: