Skip to content

Roma: Marino ha i giorni contati, paga la sua inadeguatezza

17 giugno, 2015
Il Sindaco di Roma Ignazio Marino, lascia Palazzo Chigi dopo l'incontro tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi con la delegazione di Sindaci dell'Anci. Roma 20 marzo 2014.

Il Sindaco di Roma Ignazio Marino, lascia Palazzo Chigi dopo l’incontro tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi con la delegazione di Sindaci dell’Anci. Roma 20 marzo 2014.

Renzi abbandona il sindaco di Roma al suo destino. Marino ha i giorni (al massimo le settimane) contati. Ed anche per colpa sua. Ovviamente nulla c’entra Mafia Capitale, dalla quale è del tutto estraneo. Marino è una persona onesta ma non ha saputo governare con capacità e strategia. Ha preso provvedimenti contro tutti i settori della città, dagli automobilisti, con aumento del prezzo delle strisce blu e delle ztl; ai genitori, con l’aumento del prezzo degli asili nido; al settore pubblico, con il salario accessorio (peraltro non causato da lui ma da lui mal gestito); ai pendolari, con il taglio di decine di linee bus periferiche; alla gestione dell’immondizia (sempre non causata da lui ma da Cerroni e sempre da lui mal gestito).

Anche Zingaretti si trova in difficoltà ma ha saputo ben governare, aprendo case della salute, avviando progetti per i giovan, acquistando nuovi treni per le linee ferroviarie regionali e dando comunque l’impressione (perché anche quella è fondamentale) di fare qualcosa per i cittadini.  Il Sindaco di Roma no. Ed ora che è in difficoltà ne paga le conseguenze.

Quel che ha fatto Marino, ovvero tagliare ogni ‘lobby’ presente nella Capitale è cosa buona sia chiaro ma assieme a ciò andava messa in atto anche una strategia del consenso, inevitabile se vuoi fare politica e se pensi che sia giusto quello che fai.  Lui ha fatto tutto il contrario. Oggi è isolato anche perchè non ha il consenso della popolazione in quanto se lo è inimicato con i provvedimenti su mobilità, scuola e trasporti. Non basta essere onesti per essere competenti. E’ la triste realtà.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

Carta, inchiostro e fantasia. Illustrazioni e storie da passeggio.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: