Skip to content

Tsipras rifiuta (giustamente) il piano UE ma decide (sbagliando) di schierarsi nel referendum

29 giugno, 2015

11391785_683966871702952_327232797877564094_n

Un articolo riporta le differenze tra ciò che avrebbe accettato Tsipras (l’età pensionabile a 67 anni, la privatizzazione di porti ed aeroporti, tanto per dire che pur essendo di Sinistra non si è opposto a qualsiasi decisione impopolare) e ciò che era richiesto dalla burocrazia Europea (ovvero l’opposizione alla tassa sui grandi patrimoni, che Tsipras avrebbe voluto reintrodurre ed il ripristino della contrattazione collettiva, eliminato dai governi greci precedenti e ‘filoburocrati’). Tsipras quindi ha fatto bene a rifiutare lo ‘strozzinaggio’ di UE e FMI. Detto questo credo abbia sbagliato a convocare il Referendum e ad esprimere una netta preferenza (per il NO al piano).

Il referendum greco infatti divide i commentatori. C’è chi dice che Tsipras abbia fatto bene a consultare il suo popolo, visto che il piano Ue va contro il programma elettorale con cui ha vinto le elezioni. Altri osservano che un Capo di Governo deve assumersi le proprie responsabilità, accettare o rifiutare senza addossare la responsabilità sulla popolazione, troppo sensibile a sbalzi emozionali e non lucida di fronte a scelte così difficili.

Democrazia rappresentativa vuol dire ‘delegare’ il potere politico a dei rappresentanti e quindi un referendum su temi così importanti sà di deresponsabilizzazione da parte del Premier. E’ anche vero che decisioni ‘epocali’ per un Paese dovrebbero essere prese tenendo presente il popolo.

Tsipras ha invece convocato il referendum. Ha espresso chiaramente indicazione per il NO. Quindi la consultazione assume anche valore politico. Se i greci scelgono il SI al piano, per coerenza Tsipras dovrebbe rassegnare le dimissioni e convocare nuove elezioni. Diverso se non avesse espresso parere. In quel caso avrebbe potuto rimanere in carica anche con la vittoria del Si.

Intanto banche e borsa greche rimarranno chiuse per sei giorni. E domani i mercati europei si annunciano ‘neri’. La speculazione risparmierà i paesi ‘deboli’ come l’Italia e la Spagna? Lo scopriremo nei prossimi giorni

Advertisements
3 commenti leave one →
  1. 29 giugno, 2015 10:56 am

    E’ tutto un gioco al massacro. Il Governo ha dal popolo il mandato di governare. Non può rigettare sul popolo la responsabilità delle sue scelte. Se non riesce a governare una situazione di difficoltà, ammetta il suo errore e si dimetta. Scegliendo la via del referendum e peggio ancora schierandosi, il governo greco ha mostrato la sua incapacità di gestire la crisi. Ma il punto è che non pagheranno i signori che governano, ma il popolo greco (che ha comunque una sua connivenza con anni di pessima gestione della cosa pubblica…e sottolineo che questo discorsetto sulle responsabilità, potrebbe essere fatto anche per i popolo italiota)

  2. candidonews permalink*
    29 giugno, 2015 11:00 am

    Sostanzialmente d’accordo con te..

  3. 29 giugno, 2015 11:01 am

    Grazie Candido. Conoscendo l’accuratezza del tuo giudizio è un complimento…:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

Carta, inchiostro, storie e creatività in ogni forma.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: