Skip to content

Referendum: Grecia ed Europa si giocano una fetta di Storia

4 luglio, 2015

tsi

Siamo arrivati al voto in Grecia. I sondaggi sul referendum al piano economico proposto dall’UE danno i due fronti appaiati.

Tsipras ha fatto bene a rifiutare lo ‘strozzinaggio’ di UE e FMI. Detto questo credo abbia sbagliato a convocare il Referendum e ad esprimere una netta preferenza (per il NO al piano). Non si organizza un referendum in cinque giorni, chiudendo le banche, razionando il denaro, spaventando un popolo costretto a scegliere in pochi giorni senza essere bene informato per cosa sta andando a votare.

Per quanto non capisca del tutto la scelta del premier greco, credo voterei comunque per il NO. Domenica la Grecia e l’Europa si giocano una fetta di Storia. Ma solo se vincerà il NO, in caso contrario tutto tornerà come prima. Il dominio degli euroburocrati sui popoli. Si i greci hanno sbagliato in passato, si devono pagare, ma non nel modo in cui hanno deciso FMI ed altri.

Un articolo che mi vede sostanzialmente d’accordo:

“In cinque mesi di trattative il governo di Atene, pur avendo molte frecce al proprio arco e molti simpatizzanti anche nel Consiglio europeo, non è riuscito a portare a casa quasi nulla. La prima metà dell’anno è filata via fra proclami e dichiarazioni populistiche che più di qualche volta si sono trasformati in veri e propri dileggi verso le istituzioni europee e i suoi rappresentanti. Tsipras e i suoi compagni di viaggio si sarebbero potuti legittimamente presentare come l’unica classe dirigente in totale discontinuità con quelle che avevano guidato la Grecia nell’ultimo trentennio. E, ricordando retoricamente gli appoggi complici e interessati che i governi precedenti avevano ricevuto dall’Ue, avrebbero potuto presentare il proprio piano a lungo termine per una nuova Grecia, su cui costruire poi la trattativa sul debito. Si è invece preferito volare basso e arrangiarsi con il piccolo cabotaggio, nella convinzione di poter strappare condizioni vantaggiose e poter attuare alcune delle misure annunciate in campagna elettorale. Il fallimento di questa strategia ha costretto Tsipras a ripiegare su una exit-strategy unicamente per se stesso, capace – dopo aver malamente perso la partita delle trattative – di farlo uscire vincente in ogni circostanza” (LEFTWING)

 

Annunci
One Comment leave one →
  1. 4 luglio, 2015 9:10 am

    Sono dalla parte dei greci.
    Gli accordi vanno rispettati… bisogna però anche rispettare le popolazioni.
    Buon sabato.
    Quarc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

Carta, inchiostro e fantasia. Illustrazioni e storie da passeggio.

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: