Skip to content

Ma Assad è ‘meglio’ dell’ISIS?

7 ottobre, 2015

Mentre si parla di bombardamenti in Iraq ad opera anche dell’Italia, nel ‘dossier’ Siria, molti recentemente si sono schierati con Putin. Assad è ‘meglio’ dell’ISIS, la sintesi. In realtà sembra che sia stato Assad uno dei principali ‘sponsor’ per la nascita dello Stato Islamico. Radicalizzare l’opposizione al suo regime creando uno scontro religioso, l’unico modo per salvare la sua dinastia al potere.. E pare esserci riuscito. La Russia poi, intervenuta con i raid recenti, sembra che non bombardi l’ISIS ma i ‘ribelli’ moderati al regime di Assad. Ovvero l’unica opposizione ‘non estremista’ presente in Siria. Questo perché è interesse di Putin salvare il suo ‘alleato’ economico, ovvero il leader della Siria. Nessun interesse a salvare la popolazione dallo Stato Islamico. Vero anche che l’esodo biblico di siriani verso l’Europa è anch’esso stato favorito da Assad, cosi da lasciare in patria i fedeli al regime, facendo andar via chi si oppone alla sua Siria.

Cosa fare quindi? Schierarsi con Obama? Ma qual è la vera strategia dell’Occidente sulla Siria?

Il Post “Assad perché in fondo il regime siriano è meglio dell’ISIS ed è l’unico che combatte davvero i terroristi. Le cose stanno in maniera molto diversa. Assad e il suo regime hanno contribuito in maniera sostanziale alla nascita dell’ISIS. Assad ha finanziato e aiutato gli estremisti islamici iracheni (i progenitori dell’ISIS) fin dal 2003 e ha appoggiato e finanziato più o meno qualunque altro movimento terroristico comparso in Medio Oriente negli ultimi quarant’anni.
Il regime di Assad ha sempre fatto tutto quello che era in suo potere per trasformare la guerra civile siriana in uno scontro religioso e nel 2011 arrivò a liberare gran parte gli estremisti religiosi imprigionati nelle carceri siriane nella speranza di radicalizzare l’opposizione al regime. I ribelli siriani denunciano oramai da anni che i comandanti dell’esercito siriano firmano spesso tregue e cessate il fuoco locali con l’ISIS in modo da concentrare i loro sforzi contro i moderati”

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: