Skip to content

#Comunali2016, si vota dalle 7 alle 23

5 giugno, 2016

1460363379_elezioni-600x335

Da stamattina sono aperti i seggi per le elezioni Comunali. Al contrario dell’ultima tornata, si vota in un solo giorno. Dalle 7 alle 23. Alle ore 12 l’affluenza è del 18% circa, superiore di 4 punti al 2011 ma non raffrontabile perché in quella occasione si votava anche il lunedì, sino alle 15.

Se a Milano la sfida tra Sala (csx) e Parisi (cdx) vede riproporsi ancora le vecchie coalizioni classiche, nelle altre grandi città il quadro politico è diverso. A Torino Fassino potrebbe andare al ballottaggio con un esponente dei 5 Stelle. A Napoli il sindaco uscente De Magistris, rappresentante della Sinistra, potrebbe tenere fuori dal ballottaggio la candidata PD, a Roma è una sfida a tre tra Raggi (5 stelle), Giachetti (Pd) e Meloni (destra) mentre Berlusconi appoggia il centrista Marchini.

Oltre a Roma, Milano, Napoli e Torino, tra i comuni al voto che superano i 100.000 abitanti, ci sono gli altri tre capoluoghi di regione interessati dal voto, Bologna (371.337), Trieste (202.123) e Cagliari (149.883) e le città di Ravenna, Rimini, Salerno, Latina e Novara.

Molto farà il totale dei votanti. Sapremo stasera, dopo le 23, con exit poll e dati reali. Appuntamento su La7 con lo speciale di Mentana o su SkyTg24, RaiNews24.

In conclusione una breve riflessione.  Si vota per le amministrative ma il 1993 però è ben lontano. I sindaci non rappresentano più la novità di un contatto diretto tra elettore e politica, come fu nei primi anni 90, con la riforma della elezione diretta. I sindaci, assieme a chiesa e magistratura, erano le istituzioni con più credito da parte dei cittadini. Un tempo essere a capo di una Città poteva anche rappresentare un trampolino di lancio verso la politica nazionale, fonte di consenso e notorietà. Oggi appare solo una grande scocciatura, con la poca fiducia data dagli elettori, che si può concludere tra avvisi di garanzia ed indagini.

La stagione dei Sindaci è finita. Anche per via del nuovo periodo politico in cui siamo. Con il Centrodestra spaccato, il centrosinistra diviso , i 5 stelle fuori dagli schemi…

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

eyeglass frames blogger

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: