Skip to content

Oggi si vota in Spagna, di nuovo…

26 giugno, 2016

SPA2016

Oggi si vota in Spagna, per la seconda volta in pochi mesi. La crisi politica successiva alle precedenti consultazioni non ha avuto sbocchi ed il Re ha quindi convocato nuove elezioni. Il Partito Popolare guidato dal premier uscente Rajoy dovrebbe confermare il primato ma probabilmente non avrà i numeri per governare da solo o con i centristi di Ciudadanos, i quali peraltro potrebbero appoggiare il PP solo in caso di nuova leadership.

Al secondo posto è accreditata Unidos Podemos, la federazione nata da Podemos e Sinistra Unita (comunisti e sinistra radicale). La formazione guidata da Iglesias potrebbe superare il PSOE di Sanchez. Alcuni socialisti moderati auspicano un governo PP-PSOE ma non Sanchez che si è speso in forti critiche proprio verso i popolari e lo stesso premier Rajoy. Importanti saranno anche le affermazioni dei partiti più piccoli, i quali potrebbero rivelarsi fondamentali per l’una o l’altra maggioranza.

Domenica 26 giugno in Spagna si vota di nuovo per rinnovare il Parlamento, sei mesi dopo le ultime elezioni da cui non era uscita alcuna maggioranza in grado di sostenere un governo. Da allora, di fatto, la Spagna è senza un governo, anche se la normale amministrazione viene sbrigata dal governo uscente guidato da Mariano Rajoy, leader del Partito Popolare (PP). C’è molta attesa sui risultati delle elezioni del 26 giugno, e non solo per l’urgenza di formare un governo. Per la prima volta negli ultimi trent’anni, i due partiti più votati potrebbero non essere il Partito Popolare e il Partito Socialista (PSOE): stando agli ultimi sondaggi c’è la possibilità che Podemos, il partito nato dall’iniziativa di un gruppo di docenti dell’Universidad Complutense di Madrid e guidato da Pablo Iglesias, prenda più voti del PSOE e diventi il secondo partito del paese. E per una serie di incastri di alleanze, potrebbe anche avere una possibilità di formare un governo.

Se quindi Rajoy non se la passa bene anche Sanchez scricchiola. In caso di stallo ulteriore potrebbero essere convocate nuove elezioni che probabilmente vedrebbero il PSOE come probabile grande sconfitto. Le combinazioni sono diverse: PP-PSOE, PP-PSOE-Ciudadanos, Unidos Podemos-PSOE, PP-Ciudadanos+partiti minori. Dipenderà tutto dai numeri presenti in Parlamento. Ad oggi la situazione è questa:

La situazione uscita dalle elezioni del 20 dicembre 2015 era questa: il PP (centrodestra) aveva ottenuto il 28,7 per cento dei voti, pari a 123 seggi; il PSOE (centrosinistra) il 21 per cento, pari a 90 seggi; Podemos (oggi collocato a sinistra) il 20,7 per cento, pari a 69 seggi; Ciudadanos (centro) il 13,9 per cento, pari a 40 seggi. Nessuno dei due partiti a cui il re aveva affidato l’incarico di formare un governo – PP e PSOE – era riuscito a ottenere la maggioranza di 176 seggi.

escanosLa distribuzione dei seggi nella Camera Bassa dopo le elezioni del dicembre 2015 (Rtve)

Rispetto alle elezioni di dicembre c’è stato un solo grosso cambiamento: la decisione di Podemos di allearsi con Izquierda Unida, una formazione di sinistra che riunisce diversi partiti tra cui il partito comunista spagnolo. I due hanno formato un’alleanza elettorale chiamata Unidos Podemos, che alle elezioni del 26 giugno potrebbe superare il PSOE e diventare la seconda formazione politica in Spagna, dietro il PP.

[fonte: http://www.ilpost.it/2016/06/26/guida-elezioni-spagna-2016/]

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

eyeglass frames blogger

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: