Skip to content

Perché la Francia? La strategia delle ‘industrie del terrore’ e le schegge impazzite..

15 luglio, 2016
nizza-camion-attentato-2
Non sono un analista geopolitico ma credo che la Francia venga maggiormente colpita dagli attentati semplicemente perché è una delle Nazioni europee a più alta concentrazione islamica. Soprattutto per quanto riguarda la criminalità. Il 70% dei detenuti nel Paese è di fede islamica (contro il 15% della Gran Bretagna ed il 35% dell’Italia). Maggiore è la concentrazione musulmana, maggiore è la possibilità di estremismo, ovviamente. Attenzione però a criminalizzare tutti, a prescindere.
E’ esattamente ciò che vogliono i ‘leader’ del Terrore. Spingere le popolazioni europee a ‘respingere’ i cittadini di fede islamica, votando i partiti populisti di destra, creando un clima di sospetto attorno alle persone di origine arabo/musulmana. Inasprire il clima interno, destabilizzando le varie Nazioni.
Non a caso proprio in Francia c’è il più forte partito populista, il Front National e l’occasione è ghiotta. Gli attentati credo continueranno almeno sino alle Presidenziali del 2017.
Ma nessuna Nazione è al sicuro. Le schegge impazzite possono colpire ovunque e come abbiamo visto basta prendere un tir per fare una strage. Non servono bombe, armi, esplosivo. Serve solo la voglia di uccidere. E grazie alla strategia del leader del Terrore oramai nessuno può pensare di sfuggire alla morte.
Dobbiamo solo cambiare prospettiva. Non farci battere dalla paura. Continuare la nostra vita. Per rispetto dalla Nostra Storia e della Libertà che ci siamo conquistati secoli fa con battaglie e guerre.
Libertà politiche, sociali e religiose che la civiltà islamica non ha ancora ottenuto pienamente. E l’ISIS, Al Qaida e le altre ‘industrie del terrorismo’, al netto di interessi economici, rappresentano anche la risposta ideologica al cambiamento della società islamica.
Va ricordato che i primi ‘infedeli’ per i terroristi sono proprio la maggioranza degli islamici. Il 90% dei morti totali in attentati infatti appartiene a quella fede. E’ la ‘battaglia finale’ per evitare la secolarizzazione della civiltà islamica. Una battaglia, secondo me, destinata a fallire. Ma che avrà un costo altissimo. Per noi occidentali e per la comunità islamica.
No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

eyeglass frames blogger

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: