Skip to content

La battaglia di Mosul, la Siria e le tensioni Clinton-Putin

23 ottobre, 2016

bombe

A Mosul, in Iraq, si combatte una battaglia importante tra ISIS e la coalizione internazionale che li contrasta. Se cade Mosul, lo Stato Islamico perde molto, se non tutto, in Iraq.

Intanto l’Isis ha perso oltre un quarto del territorio che un tempo controllava in Siria e Iraq:

Secondo quanto emerso da uno studio condotto da IHS Conflict Monitor, un gruppo di analisti specializzati in difesa e sicurezza. Il territorio del sedicente Stato islamico si è ristretto del 28 per cento da quando ha raggiunto la sua massima espansione nel gennaio del 2015.

(http://www.tpi.it/mondo/iraq/isis-perso-oltre-un-quarto-del-suo-territorio-siria-iraq)

Novità nella piega che sta prendendo la guerra potrebbero arrivare dalle elezioni americane. Hillary è un ‘falco’ e se sarà eletta non avrà la linea morbida di Obama. Si batterà per istituire una no-fly zone in Siria entrando in diretto contrasto con la Russia di Putin. Contrasto ben evidente già ora, con gli hacker russi che cercano di sabotare l’elezione di Clinton rivelando sue mail segrete e con la stessa candidata alla Casa Bianca che accusa Donald Trump di essere una marionetta in mano a Putin.

hillary-clinton-putin-97868680

L’elezione della democratica alla Presidenza peggiorerà notevolmente i rapporti russo-americani. Di quanto non è dato sapere ma c’è chi teme sino ad una possibile Guerra. Non mondiale ovviamente ma combattuta su scacchieri internazionali. Ed oggi sono Siria ed Iraq i principali indiziati.

Nel frattempo un ISIS debole come quello odierno potrebbe spingere per nuovi attentati in Europa e nell’Occidente, al fine di destabilizzare ulteriormente i governi democratici. Da tempo le intelligence europee sventano possibili attacchi. Prima o poi però qualche cellula terrorista o qualche ‘lupo solitario’ potrebbe farcela. Le cancellerie di Germania, Italia, Gran Bretagna, Belgio e soprattutto Francia non dormono sonni tranquilli in questo periodo.

Nel dettaglio, tramite Il Post, La Stampa ed il Sussidiario, una analisi sulla situazione irakena:

Cosa è successo a Mosul e Kikuk, in Iraq:

Domenica scorsa è iniziata in Iraq la battaglia per liberare Mosul, la seconda città più grande nel paese che da più di due anni è in mano ai miliziani dello Stato Islamico. Fanno parte della coalizione internazionale che sta cercando di riconquistare Mosul l’esercito regolare iracheno, le milizie appoggiate dall’Iran e i peshmerga del Kurdistan Iracheno. Tutti loro sono appoggiati dagli attacchi aerei americani e di altri paesi. Qualche giorno fa lo Stato Islamico ha invece attaccato a sorpresa Kirkuk, una città irachena a maggioranza curda a circa 170 chilometri da Mosul, probabilmente per distogliere l’attenzione dalla battaglia principale e per dimostrare di poter muoversi con una certa libertà sul territorio iracheno. (http://www.ilpost.it/2016/10/22/cosa-sta-succedendo-in-iraq/)

La controffensiva a Mosul

Trincee riempite di petrolio, sostanze chimiche velenose, bambini e donne usati come “scudi umani” sui tetti della case contro i raid aerei. Sarebbero queste le difese approntate dai seguaci del Califfo al Baghdadi per la battaglia finale per Mosul. Lo riferiscono dalla città fonti concordanti, secondo le quali il fuoco verrà appiccato al greggio nelle trincee, non appena le forze curdo-irachene si dovessero avvicinare alla linee difensive dell’Isis. I jihadisti inoltre avrebbero disseminato la città di ordigni artigianali carichi di sostante chimiche nocive che avrebbero effetti devastanti sia sugli avversari che sulla popolazione civile. Non è possibile verificare in maniera indipendente questo tipo di informazioni che trapelano da Mosul.  (http://www.lastampa.it/2016/10/23/esteri/muri-di-fuoco-e-bombe-chimiche-cos-lisis-prepara-lultima-difesa-a-mosul-pylfiO87nezjqjeEmn2i7I/pagina.html)

Perché è importante la battaglia di Mosul?
Mosul è la città più grande che lo Stato Islamico sia mai riuscito ad occupare, ed è quella dove il califfo Abu Bakr al Baghdadi tenne il suo primo e fino ad ora unico discorso pubblico. Si tratta di un luogo strategicamente e simbolicamente molto importante: la città fu conquistata nell’agosto del 2014 da un piccolo gruppo di un migliaio di miliziani che riuscì a mettere in fuga un contingente dell’esercito iracheno molto più numeroso. Da allora Mosul è diventata una delle principali basi dello Stato Islamico in Iraq, sottoposta a una feroce oppressione religiosa. Senza più il controllo di Mosul, lo Stato Islamico perderà un importante risorsa strategica e, almeno in Iraq, sarà costretta a tornare un movimento clandestino, senza più la legittimità fornita dal controllo su un ampio territorio.

L’intervista Ammar Waqqaf, attivista siriano residente a Londra:

Gli Stati Uniti hanno strategie diverse in Siria ed Iraq

irak

http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2016/10/23/BATTAGLIA-DI-MOSUL-Waqqaf-in-Siria-e-Iraq-gli-Usa-sono-peggio-dell-Isis/729466/

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Tratti e spunti

#illustrazionidapasseggio - Marco Guzzini blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Consigli utili per districarsi nel labirinto fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

annadalfabbro

eyeglass frames blogger

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: