Skip to content

Ballottaggio Macron vs LePen: liberali contro populisti per cambiare l’Europa

7 maggio, 2017

Oggi si vota in Francia. Marine Le Pen vs Macron. Premesso chese fossi francese, mai voterei Le Pen e probabilmente, a malincuore, sosterrei Macron, mi preme fare una riflessione. Spero avrete la pazienza di leggerla.

Macron Vs Le Pen non può più essere ‘letto’ come il fronte antifascista contro il fascismo. No. Qui si tratta di ‘sistema liberale’ contro ‘sistema populista’. Macron rappresenta la cultura politica degli ultimi venti-trentanni che è responsabile di aver espulso dal mondo del lavoro una fetta importante di cittadini oltre ad aver tagliato servizi sociali primari come istruzione e sanità. Le Pen interpreta il ruolo di catalizzatore degli esclusi, dei poco informati ed ovviamente delle persone ideologizzate nella destra estrema.

Se oggi Le Pen avrà dalla sua parte il 40% dei francesi (e non più il 15%) sarà per colpa di gente come Macron e di chi è venuto prima di lui.

Idem vale in altre Nazioni. I populismi di destra e di sinistra, nelle loro diverse declinazioni, continuano a rafforzarsi (Lega, 5 stelle, Alternativa per la Germania, Ukip, Podemos) ed anche se continuano a perdere, prima o poi vinceranno.

L’unico modo per fermare la loro ascesa non è quello di continuare con la tiritera fascismo-antifascismo ma iniziare a cambiare l’Europa (perché ormai i bilanci nazionali sono sotto controllo europeo) togliendola dal giogo liberismo/austerità e dando il via a nuovi investimenti pubblici che facciano debito oggi per creare lavoro domani. (Infrastrutture, corsi di aggiornamento per i senza lavoro, investimenti nella fase di transizione economica)

Quelli che possono farlo in modo meno doloroso sono proprio i partiti ‘classici’. Se non lo faranno loro, saranno i populismi a provare, fallendo miseramente e scatenando povertà e guerre.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

BalconeFiorito

Giardinaggio: idee, consigli e fotografie di Francesco Diliddo

mastrobyte

words are important

Oggi ho scelto di essere felice

Il mio manuale sopravvivenza all'età più turbolenta della vita

Officina benessere

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

Marco Guzzini - Tratti e Spunti

Storie, Inchiostro e Illustrazioni

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

bloggiob.wordpress.com/

Questo non è un blog porno!

Aromadi80

Storie, recensioni e curiosità del decennio più patinato.

ourexcelsior

"La creatività è contagiosa, trasmettila" Albert Einstein

Fiscomania

Fiscalità internazionale e pianificazione fiscale

Roberto Chessa

live your dream

Raccontare dischi

La passione di leggere tra le canzoni

MIKI-TRAVELLER

PROFUMI E CULTURE DA ALTRI PAESI

Un Artista Minimalista

Italian visual artist, writer and musician

jojovertherainbow

There's no places like home

In Compagnia di una penna

Ciò che il mio sguardo cattura, la mia penna libera...

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

cielo e terra

“Realmente amorevole è solo quanto unisce, e quanto unisce è solo quanto sovrastando domina” ; "La fede è ordine e l'ordine è fede" ; “Grande uomo è colui che impone agli altri il suo proprio sogno....” (Pessoa) ; “Cosa mi pesa del fatto che nessuno legga ciò che scrivo? Mi-scrivo per distrarmi dal vivere, e mi-pubblico perché il gioco ha la seguente regola. Se domani si perdessero tutti i miei scritti, ne avrei pena certo, ma, credo bene, non una pena violenta e folle, come sarebbe da supporre, visto che così svanirebbe tutta la mia vita. Ma in fondo non è che come è per una madre che ha perso il figlio, la quale mesi dopo non solo vive ancora ma è anche ancora la stessa” (Pessoa)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: