#SKAMItalia4 da oggi su #Netflix


Oggi su Netflix arriva la quarta stagione di SKAM Italia. Trasposizione italiana di un teen drama norvegese, prodotto da TIM Vision e Netflix, SKAM è un gran bel prodotto, non solo per adolescenti ma in grado di catturare l’attenzione di tutta la famiglia.

Eva e Giovanni, i protagonisti della prima stagione

Ambientato a Roma, forte del successo del ‘brand’ già visto in altre Nazioni, la serie brilla soprattutto grazie alla bravura del cast. Ludovica Martino, Federico Cesari, Benedetta Gargani e Beatrice Bruschi ovvero Eva, Martino, Eleonora e Sana, i protagonisti a cui sono dedicate, singolarmente, le quattro stagioni, rappresentano la conferma del buon ‘vivaio’ artistico nostrano.

Martino e Niccolò, i protagonisti della seconda stagione

Assieme agli altri attori che completano il cast, tra cui vanno ricordati Greta Ragusa (Silvia), Ludovico Tersigni (Giovanni), Martina Lelio (Federica), Francesco Cantorame (Elia), i ragazzi di SKAM riescono ad aprire allo spettatore uno spaccato della società italiana, quella degli adolescenti chiamati a superare quotidianamente piccoli e grandi problemi.

Eleonora ed Edoardo nella terza stagione

Amore, amicizia, sessualità, fede, tanti i temi affrontati durante i vari episodi. Credibilità e buona capacità attoriale, il segreto del successo della serie leader in ambito social, con fan attivi soprattutto su twitter.

SKAM ITALIA su Rai 2: news su quando esce e streaming

Consigliata a tutti.

Tv, Serie e Cinema: Top e Flop del 2019


Risultato immagini per viva raiplay"

Il 2019 è appena terminato ed è tempo di bilanci. Quale è stato il successo televisivo dell’anno? Ed il flop più clamoroso al Cinema? Ecco a voi alcune classifiche relative a Cinema, Serie e TV

Iniziamo proprio dal piccolo schermo. Il 2019 sarà ricordato nella storia tv come l’anno del clamoroso flop di Adrian. Il programma voluto da Adriano Celentano, in elaborazione da anni, non ha superato l’esame dell’auditel. Sospeso e poi ripreso, non è riuscito ad interessare abbastanza il pubblico.

Tra i Top ricordiamo invece il trionfo di Alberto Angela con Ulisse-il piacere della scoperta che, ad inizio stagione 2019-2020, ha battuto varie volte il più quotato Amici Celebrities di Maria De Filippi. Una menzione speciale per VivaRaiPlay, esperimento televisivo di Fiorello che, attraverso RaiUno, ha lanciato il nuovo sito di RaiPlay con uno spettacolo in esclusiva sulla piattaforma della tv pubblica. Un grande successo.

Risultato immagini per sex education"

Rimanendo in tema televisivo, passiamo ad analizzare cosa è accaduto nel mondo dei Serial. Tra le produzioni inedite più interessanti è da citare Sex Education, una serie divertente e ben scritta che analizza il tema della sessualità dal punto di vista degli adolescenti. Netflix eccelle anche per altri titoli. Da The Umbrella Academy, un superhero tratto da un fumetto che vede protagonisti dei ragazzi con superpoteri a The Witcher, serie tratta da una serie di romanzi che parla di un mondo immaginario fatto di elfi, streghe, esseri umani e specie magiche.

Da vedere, su Prime Video, The Boys. Una serie anti-superhero in cui appunto i supereroi non sono affatto buoni ed usano i poteri non certo per nobili fini. Sky centra invece l’obiettivo con Chernobyl, in cui viene raccontato dettagliatamente l’incidente nucleare avvenuto nella centrale russa nel 1986.

Per quanto riguarda le serie già in produzione, una menzione speciale per The Crown 3, serial sempre più interessante con il passare delle stagioni.

Una serie che invece non ha convinto molto è The I-Land, una brutta copia di Lost made in Netflix, in cui dieci sconosciuti si risvegliano su un’isola deserta senza memoria e cercano poi scoprire cosa è accaduto. Poca creatività.

Risultato immagini per marvel disney 2019"

Infine uno sguardo al Cinema. Nella Top 5 degli incassi mondiali è monopolio Disney. Avengers: Endgame, Il Re Leone, Frozen II, Spider-man: Far from Home e Captain Marvel. Ben piazzato Joker, settimo.

Tra i flop più disastrosi ricordiamo Hellboy, Terminator: Destino Oscuro, Captive State e X Men: Dark Phoenix, tutte pellicole che non sono riuscite ad incassare tanto quanto sono costate.

Promosso o bocciato: Grace e Frankie – Netflix


gf

Grace e Frankie, una comedy brillante, originale Netflix, dai produttori di FRIENDS.

Sceneggiatura
L’algida Grace e la ‘hippie’ Frankie, due amiche mai troppo vicine, sono costrette a convivere quando i rispettivi mariti, soci in affari, le informano di avere una relazione clandestina da vent’anni e decidono di rendere pubblico il loro amore, lasciandole. Lo shock, la rivelazione ai figli, le inevitabili conseguenze ‘sociali’. Tra battute esilaranti e gag, la storia si rivela un concetrato divertente con un tocco di amarezza.

VOTO 8

Cast
Jane Fonda e Lily Tomlin sono una garanzia. Martin Sheen e  Sam Waterston arricchiscono l’ottimo cast della serie.

VOTO 8

Musiche/Scene/Costumi
In linea con le serie tv comedy, è comunque ricca di scene in esterna. Molto bella la casa sulla spiaggia dove vivono le due protagoniste. Il brano della sigla iniziale è Stuck in the Middle with You interpretato da Grace Potter.

VOTO 7

VOTO COMPLESSIVO: 7,7

promosso

#iMedici: il serial Rai parte con il botto, otto milioni di spettatori


i-medici-poster

La serie ‘evento’ della Rai. I Medici, con un cast ‘stellare’ ed un investimento notevole, sta ripagando gli sforzi della TV di Stato. Le prime due puntate, andate in onda ieri, hanno totalizzato quasi 8 milioni di spettatori sfiorando il 30% di share malgrado la partita di Champions della Juventus .

Otto episodi di 50 minuti l’uno per descrivere la storia di Cosimo de Medici, l’uomo che diede inizio ad un sogno, in quel di Firenze. L’inizio della serie è un po’ lento, i dialoghi abbastanza scontati per un serial di questo calibro. Musiche, scenografia, fotografia e costumi sono all’altezza delle più quotate Borgia e Da Vinci’s Demons

Il Post:

[….]nel cast ci sono tra gli altri Dustin Hoffman e Richard Madden, famoso per aver interpretato Robb Stark nella serie fantasy Game of Thrones. […]I creatori della serie sono due americani, Frank Spotnitz e Nicholas Meyer. Spotnitz è un regista con una lunga esperienza nella televisione americana: è stato uno dei principali produttori di X-Files, la famosissima serie di fantascienza degli anni Novanta. Più recentemente, Spotnitz ha ideato The Man in the High Castle, una serie tv di Amazon basata su un racconto di Philip Dick che racconta una storia alternativa del mondo in cui i nazisti non hanno perso la Seconda guerra mondiale. Meyer invece ha 71 anni, ed è famoso soprattutto per un libro che ha scritto, La soluzione settepercento, un giallo del 1974 su Sherlock Holmes, che ebbe molto successo negli Stati Uniti. Ha diretto anche alcuni film: L’uomo venuto dall’impossibile del 1979, con Malcom McDowell, e due film della saga fantascientifica Star Trek. Tra gli attori, oltre a Hoffman – che interpreta Giovanni de’ Medici – e a Madden – che interpreta suo figlio Cosimo – ci sono Miriam Leone e Guido Caprino (entrambi tra i protagonisti della serie di Sky 1992), Sarah Felberbaum, Alessandro Preziosi e Brian Cox, attore scozzese che ha recitato in molti film famosi, da Manhunter – Frammenti di un omicidio Match Point.

 

#SerialAddicted: #TopSecret (1983), spionaggio anni’80 in salsa rosa


topsecret

#TopSecret, serie TV anni 80. Con l’ex ‘angelo’ Kate Jackson. Spionaggio, azione ed una buona dose di ironia. In onda in queste settimane sul canale #Giallo. Da rivedere, per passare un’ora spensierata.

#SerialAddicted: #Kronos (1966) lo sci-fi dei viaggiotori nel tempo


kronos

 #Kronos – Sfida al passato (titolo originale: The Time Tunnel) è una serie televisiva di fantascienza, made in USA, andata in onda nel 1966 e 1967, per un totale di 30 episodi. In Italia è arrivato negli anni ’80. Due ‘viaggiatori’, di un progetto segreto ‘Il Tunnel del Tempo’, sono imprigionati nei tempi passati e futuri, sorvegliati dallo staff degli scienziati che cercano di riportarli a casa, trasportandoli invece in mezzo a innumerevoli eventi storici.

Un cult per gli appassionati dei ‘viaggi nel tempo’. Qualcuno di voi lo ha mai visto?

#SerialAddicted: Moonlighting


serial-addicted

moon

Torna Serial Addicted, la rubrica radiofonica, ora in versione ‘blog’ per parlare delle serie TV, vecchie o nuove. Dopo House of Cards, oggi torniamo negli ani ’80, con un telefilm ‘cult’ dell’epoca.

E’ bene che sappiate una cosa. Frank Underwood non si è inventato nulla. Il suo modo di parlare ai telespettatori guardando in camera, durante le puntate di House of Cards , il creare una complicità con chi è aldilà dello schermo, non è del tutto originale. Uno dei primi telefilm che ha usato questo tipo di linguaggio innovativo è stato proprio Moonlighting.

003-moonlighting-pilot

Ideato da Glenn Gordon Caron, il serial poliziesco ha lanciato uno dei grandi attori della Hollywood di oggi, Bruce Willis. Prodotto dalla ABC dal 1985 al 1989, cinque stagioni per un totale di 67 episodi, Moonlighting è entrata di diritto tra le serie cult americane. Sembra che Caron, nel creare il telefilm, si sia ispirato a La Signora del Venerdì, pellicola di Howard Hawks del 1940, con Cary Grant e Rosalind Russel.

La storia è quella di Maddie Hayes, interpretata dall’affascinante Cybill Shepherd (già vista in Taxi Driver), una ex top model truffata dal suo manager, che si trova costretta per motivi economici a dedicarsi ad una delle poche proprietà rimaste intatte dal saccheggio del suo collaboratore. Ovvero una agenzia investigativa. E lì trova lui, David Addison (Willis), direttore della Blue Moon e ‘fannullone’ impenitente. Sarà lei a rimetterlo in riga, cercando di far ‘fatturare’ sul serio l’agenzia. Tra loro inizia quindi un rapporto complicato, un odio iniziale poi diventato complicità sino a sbocciare in amore.

93681966

La serie non è però il classico poliziesco cupo e serio. Le avventure di David e Maddie sono ricche di ironia, battute fatte di doppi sensi, malintesi e humour. Una sorta di Ally McBeal ante litteram. Il cast è arricchito anche dalla presenza di Allyce Beasley nel ruolo di Agnes Topesto, centralinista un po’ imbranata ma dal cuore grande, il cui personaggio acquisterà importanza con il passare delle puntate.

Il tema musicale della serie, curato da Lee Holdridge è cantato Al Jarreau , cantante jazz statunitense. Il brano è stato uno dei più amati e apprezzati, anche dal punto di vista delle vendite, nella storia dei telefilm americani.

Golden Globe Award 1986: Migliore attrice di una serie commedia per Cybill Shepherd ed Emmy Award 1987: Miglior attore per Bruce Willis, la serie terminò principalmente a causa degli impegni lavorativi dei due attori ma in parte anche per via dei litigi della Shepherd con Glenn Gordon Caron in merito al ruolo del suo personaggio. In Italia Moonlighting  è stata trasmessa prima da Rai2 ed in seguito anche da Rete4, con il nome ‘Agenzia Luna Blu’

Tra le curiosità l’incontro sul set tra Bruce Willis ed una giovanissima Demi Moore, che anni dopo sarebbe diventata sua moglie. In un episodio, girato interamente in bianco e nero, partecipò anche il celebre regista Orson Welles, morto poi 5 giorni prima della messa in onda della puntata. Moltissime le altre guest star, da Tim Robbins a Whoopi Goldberg, da Pierce Brosnan a Mark Harmon, poi protagonista della serie crime NCIS.