Il potere di una immagine, ricordi di bimbo


usa-z-us-presidents


Il potere di una immagine. Navigando nel web sul tema delle ‘Presidenziali’ americane mi sono imbattuto in questa foto. Ed all’improvviso mi è tornato in mente un ricordo di bimbo. Avevo 10 anni (credo), quindi era il 1988 e mancavano poche settimane alle elezioni in Usa. Parlando dell’argomento, Sorrisi e Canzoni (credo fosse quella testata) pubblicò una immagine simile. Tutte le foto dei Presidenti. All’epoca si sfidavano Bush e Dukakis.

Ebbene, quell’articolo mi piacque così tanto che decisi di fare delle fotocopie della pagine del settimanale. (Ricordo ancora l’odore delle copie stampate dalle fotocopiatrici automatiche presenti qui, nelle strade di Roma).

All’epoca Reagan, Presidente uscente, mi era molto simpatico e quindi implicitamente ‘tifavo’ per Bush. Ovviamente di politica non capivo nulla ma da quel momento iniziai ad interessarmene. Aiutarono molto gli eventi che di li a poco avrebbero scritto nuove pagine di Storia. Dal crollo del Muro, alla fucilazione di Ceaucescu (1989), la Guerra del Golfo (1990), il Golpe in URSS (1991), tangentopoli e gli attentati mafiosi (1992).

Nel 1992 iniziai un diario (tempo fa riportai anche qui alcune pagine) che ben presto divenne una sorta di ‘elenco quotidiano delle notizie’. Dall’Italia e dal mondo. Un ‘blog’ ante litteram. Lo tenni per 3-4 anni. Per tutta l’adolescenza fui accompagnato dal bisogno di ‘informare’ (chi poi? lo scrivevo solo per me..) o comunque di ‘fissare’ su carta quelle date e quegli avvenimenti.

Poi in età matura sono arrivati i forum di politica (2002) ed infine il blog (2006), che tuttora porto avanti, tra alti e bassi.

Forse in un’altra vita avrei potuto essere un giornalista. Se avessi avuto la giusta maturità in determinati momenti, avrei potuto fare di quell’interesse di bimbo una materia di studio ed una opportunità di sbocchi lavorativi.

Di tutto quello che è stato, oggi, resta un hobby. Bello, interessante, spesso coinvolgente. La voglia di ‘comunicare’ ad altri le proprie impressioni personali. Il desiderio di documentarsi per diffondere notizie il più corrette possibili, magari imparando anche qualcosa di nuovo.

Anche questo sono io e tutto grazie a quella foto dei ‘Presidenti’. Scusate il racconto ma a volte le immagini smuovono i ricordi ed in alcune occasioni si ha voglia di condividerli.

D.

Candido, quando cala la Passione…


candido

Dopo quasi otto anni è arrivata. Lentamente, all’inizio quasi in modo impercettibile. Al momento della presa di coscienza si cercano strade nuove per ravvivare il rapporto. Eppure qualcosa continua a non andare. I sacrifici che prima non pesavano tanto, gradualmente diventano macigni sempre più pesanti. E cosi si evade, si cerca altro. Fino a quando non ci si guarda uno con l’altro e si capisce che la crisi c’è ed è inutile girarci intorno.

E’ cosi. Per me e per lui. Io e Candido. Scrivo il blog dal 17 novembre 2007. Nella fase iniziale c’era tanta voglia di comunicare con gli altri, di esprimere me stesso, le mie opinioni. La passione di ricercare nuovi argomenti su cui documentarmi e poi discuterne con i lettori. Un modo per crescere, insieme.

Ma le cose cambiano. Il tempo passa. Il mondo che ci circonda si modifica. La politica, interesse che coltivavo fin da bimbo, negli ultimi anni ha assunto, per me, contorni sempre più incomprensibili. La crescita di leadership basate sulla immagine e non sulla sostanza, il rafforzamento dei populismi, da Grillo a Salvini. L’avvento di Renzi e la mutazione genetica del PD, da partito senz’anima a partito centrista con contorni liberali, la Sinistra ridotta al lumicino e stretta tra progetti fallimentari come L’Altra Europa o coalizioni ‘indecifrabili’, come quella proposta da Landini. Tutto questo ha avuto l’effetto di farmi allontanare dalla Politica. Di fuggire da ogni talk televisivo di genere (di cui ero invece affezionato spettatore sino a qualche anno fa). Ed il blog, imperniato sulla politica, ha perso gradualmente la spinta propulsiva.

E così ho iniziato ad ‘allentare’ l’aggiornamento di Candido. Da quotidiano a periodico. Ho cercato di variare temi, approfondendo la parte ‘storica’ della politica, inserendo rubriche di Cinema, Tv, Vintage ed altro. Ma per portare avanti tali progetti è determinante il tempo. Tempo che sta pian piano venendo meno, visti gli impegni della vita di tutti i giorni.

Gli articoli di riflessioni politiche, anche lunghi, su cui mi lanciavo fino a ad un paio di anni fa oramai non esistono più. Hanno lasciato spazio a scarni screenshot di siti di informazione, senza neanche commenti scritti. A volte mi limito a fare copia incolla dai miei post su facebook. Brevi, concisi e che richiedono poco tempo. Anche il social ha influito nell’aggravare la crisi del blog. Si è insinuato come un’amante. Prima con rapporti occasionali, poi sempre più frequenti, sino a diventare la prima scelta quotidiana. Fast, veloce, immediata. E Candido è diventata la moglie, quella bisognosa di cure ed attenzioni, di rapporti quotidiani, di piccole e grandi cose. Ma oggi è tutto più pesante.

Per questo d’ora in poi l’aggiornamento del blog sarà più sporadico. In base all’ispirazione del momento. Sperando torni la Passione per la Politica e la voglia di testimoniarla qui. Restano più di 5000 articoli scritti, un milione e mezzo di visualizzazioni, più di 4500 commenti. E tanta tanta vita. La mia, quella che ci ho messo, ogni giorno, nell’aggiornare lo spazio virtuale che avevo scelto di fare mio.

Chiudo con questo aforisma anonimo trovato in rete: “Difficile è l’arte di iniziare, ma ancora più difficile è l’arte di porre fine”

Calzante. Oggi più che mai.

D.

Candido ‘vince’ il Liebster Award


awards

Oggi sono stato ‘premiato’ da una collega blogger. Il tutto fa parte di uno dei giochi/riconoscimenti che ogni tanto si  vedono nel mondo dei blog. In questo caso si tratta del Liebster Award. Innanzitutto ringrazio chi mi ha nominato, Bea (http://viaggiandoconbea.wordpress.com/) Scrive nel suo blog: Ho tre grandi passioni: viaggiare, fotografare e cucinare… perché non condividere queste mie passioni con un pubblico più ampio? Se siete curiosi, fateci un salto.

Bea, oltre alla nomina, mi ha posto alcune domande a cui rispondo con piacere:

1) Cosa ti ha spinto ad aprire un blog?

La voglia di comunicare i miei pensieri, di condividerli con altri

2) Hai mai pensato di poter trovare un risvolto economico dal tuo blog?

Mai, è una semplice passione. Ma non escludo nulla, in futuro.

3) Come?

Mi piacerebbe poter scrivere per una testata giornalistica. Al momento ho avviato una collaborazione con il sito Termometro Politico, a cui invio articoli relativi al mondo della tv.

4) Senti un affetto virtuale verso i tuoi followers

Provo una profonda riconoscenza per chi segue il blog, siano essi lettori assidui o semplici ‘passanti’.

5) Hai mai pensato di fare un grande meeting tra i blogger con cui sei virtualmente legato?

Più di qualche volta mi ha sfiorato l’idea di conoscere alcuni blogger che seguo. Chissà mai un giorno…

6) Come vedono le persone a te vicino la tua passione per il blog?

Vivono il tutto con interesse. Sanno che per me è importante e ne sono contenti.

7) Ti senti apprezzato/a ed incoraggiato/a nella tua attività di blogger?

Si, avverto con piacere di donare un qualcosa di utile. E ciò mi rende felice.

8) Che progetti hai per la prossima estate?

Un viaggio, tra la voglia di scoprire nuovi luoghi e la consapevolezza di voler seguire il cuore.

9) Sei sempre sincero nei tuoi post o cerchi di fare solo audience?

Scrivo e riporto notizie che sono di mio interesse e che credo possano informare. A volte futili, spesso utili. Come tutte le notizie. Negli anni ho avviato vari progetti. Quelli di cui vado maggiormente orgoglioso sono La Storia della Costituzione, il Risorgimento, Gli Anni Neri della Repubblica e ArTè. Nei primi tre ho, nell’ordine, cercato di sintetizzare alcuni articoli fondamentali della Carta, riassunto il periodo storico che ha portato alla nascita dell’Italia ed affrontato il biennio 1992-1994, che ha segnato la fine della Prima Repubblica mettendo le basi per il sistema politico odierno. ArTè invece è un piccolo spazio dedicato alla Pittura. Storie di pittori e dipinti. Un progetto che cresce con me.

10) Cosa cambieresti nella tua vita?

Seguirei altri studi rispetto a quelli fatti. Rimedierò nei prossimi anni, se la fortuna me lo permetterà.

Ed ora tocca a me nominare dieci blogger, eccoli qui di seguito:

http://amesillusion.wordpress.com/
http://kalosf.wordpress.com/
http://antodesimone.wordpress.com/
http://memorieproibite.com/
http://dodicirighe.wordpress.com/
http://viaggioperviandantipazienti.wordpress.com/
http://elidixit.wordpress.com/
http://dallapartedialice.wordpress.com/
http://briciolanellatte.com/
http://sonoqui.wordpress.com/

Chi dei dieci amici qui sopra nominati vorrà, potrà rispondere alle mie dieci domande e premiare a sua volta altri blogger. Grazie ancora a Bea.

10 domande per voi:

Da quanti anni scrivi il blog?
Perche hai deciso di aprire uno spazio virtuale?
Ti piace viaggiare?
Quale Paese non ancora visto vorresti visitare in futuro?
Se dovessi scrivere un romanzo, di quale argomento tratterebbe?
Un colore che ti rappresenta
Se dovessi partire all’improvviso, tre oggetti indispensabili da portare con te
L’ultimo film visto
L’autore preferito
Il prossimo obiettivo, per il futuro

 

I 15 articoli più letti del blog nell’anno 2013


candido

Qui di seguito i primi 15 articoli più letti del blog nell’anno 2013. Sondaggi elettorali, post politici, qualche accenno a tv e sport ma sopratutto (e questa è per me la nota più bella) Costituzione, Risorgimento e Storia di Roma. Grazie ai lettori!

Ultimi sondaggi ‘clandestini’ su Camera, Senato, Lazio e Lombardia!

Speciale Elezioni: Sondaggi Senato e proiezioni seggi

Ultimi sondaggi ‘clandestini’ Senato: Puglia in bilico?

Storia della Costituzione: Articolo 3, l’Uguaglianza e le Pari Opportunità

Abbonamenti Serie A, ecco i numeri squadra per squadra!

Quando Beppe Grillo insultò Rita Levi Montalcini

Palinsesti Rai, Mediaset e La7 per la stagione 2012-2013

Mcn Earth, per vedere “in diretta” la Terra

Scossa di terremoto a Frosinone, avvertita anche a Roma

Neve a Roma prevista tra il 17 ed il 19 gennaio

I moti del 1830-31: le insurrezioni di Modena e Parma, Ciro Menotti

Sondaggi segreti: c’è il sorpasso?

Palinsesti Rai 2013-2014: Gazebo promosso, Benigni Show, Fazio bis

Viaggi nella Storia: Mario e Silla, la prima guerra civile romana

“sua altezza” Berlusconi

Candido compie 6 anni!


Il 17 novembre 2007 iniziava l’avventura di Candido. La voglia di raccontare il mondo, a modo mio, parte da lontano. Più di ventanni fa, con un quaderno, una penna e qualche colore pastello.

Poi venne internet, un forum di politica (PoliticaOnLine), il primo contatto con un blog (IndipenDennis) ed infine Candido, un progetto in cui ho messo molto di me stesso e di cui, tra alti e bassi, continuo ad andare fiero.

E’ una parte di me e con questo piccolo video ho tentato di celebrarne i sei anni di attività.

anniversario

In&Out: Gazebo e Quinta Colonna, due modi diversi di usare ‘la piazza’


Gazebo e Quinta Colonna. Come rappresentare la ‘piazza’ in due modi diversi. Il primo, in onda la domenica in seconda serata su Rai3, ideato e totalmente gestito dal blogger Diego Bianchi, in arte ‘Zoro’, usa una sorta di ‘documentario’ per analizzare, dal basso, i principali avvenimenti politici.

Bianchi già da anni, con una semplice videocamera, ci mostra ‘la piazza’ confondendosi tra le persone, carpendo commmenti di semplici cittadini, di giornalisti e di personalità politiche. Un modo originale per fare informazione.

Con Gazebo si ha un salto di qualità ovvero ai filmati di Zoro si aggiunge il commento in studio, con lo stesso Bianchi assieme al giornalista dell’espresso Marco Da Milano ed aiutati dalle vignette satiriche di un autore d’eccezione, Makkox. Una delle parti più divertenti del programma è la ‘Top social’, in cui vengono mostrati i principali commenti ‘social’ degli esponenti politici italiani.

Un bel programma, ironico, che usa l’informazione per fare satira (e non solo). Gli ascolti lo danno attorno al 7%.

Ed ora arriviamo a Quinta Colonna. In onda su Rete4, la trasmissione condotta da Paolo Del Debbio incarna invece il peggior format possibile sul modo di utilizzare ‘la gente’. Ospiti politici scadenti, collegamenti frequenti con la ‘piazza’, il trionfo del populismo più becero, una sorta di mix tra Piazza Pulita, Servizio Pubblico e Barbara d’Urso. Un piccolo assaggio:

Roba da far venir voglia di cambiare canale. Eppure ha un discreto successo. Uno share tra il 7 e l’8% garantisce a Rete4 ascolti migliori rispetto alla media di rete, vicina al 6.

5 anni di Candido


E sono 5. Cinque anni insieme, con Candido. In tutto questo tempo sono cambiate molte cose, potrei scrivere tanto a proposito. Il blog è cresciuto, io sono cresciuto, sono arrivati momenti belli e meno belli. Grazie per essere qui a leggermi. Riassumo tutto in una poesia che ho trovato su internet:

Non ti Auguro un Dono qualsiasi

ti auguro soltanto quello che i più non hanno

Ti Auguro Tempo, per divertirti e per ridere

se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa

Ti Auguro Tempo, per il tuo Fare e per il tuo Pensare

non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri

Ti Auguro Tempo, non per affrettarti e correre

ma  tempo per essere contento

Ti Auguro Tempo, Non Soltanto per Trascorrerlo

ti auguro tempo perchè te ne resti

tempo per stupirti e per fidarti

e non soltanto per guardarlo all’orologio

Ti Auguro tempo per Toccare le Stelle

e tempo per crescere, per maturare

Ti Auguro Tempo per Sperare

nuovamente e per amare

non ha più senso rimandare

Ti Auguro Tempo per trovare te stesso

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come dono

Ti Auguro Tempo anche per perdonare

Ti Auguro Tempo

tempo per la vita.

(Sandra Greggio)