Il sostegno di Grillo a Di Pietro: “Tonino Presidente della Repubblica!”


Qui a maggio andiamo a casa: non entriamo in Parlamento. La storia già la conosco. L’Italia dei Valori è finita domenica sera, a Report (Antonio Di Pietro a ‘Il Fatto Quotidiano’)

Ebbene, nel momento di maggiore debolezza dell’ex Pm, arriva a sorpresa il sostegno di Beppe Grillo. Scrive il comico genovese:

Antonio Di Pietro ha commesso degli errori, ha inserito nel suo partito persone impresentabili come De Gregorio e Scilipoti, ha evitato, per scelte forse tattiche, prese di posizioni nette sulla Tav e sul G8, ma lui soltanto in Parlamento ha combattuto il berlusconismo.[…] L’uomo ha un caratteraccio, non ascolta nessuno, ma è onesto. Quando ha dovuto affrontare il giudizio di un tribunale lo ha fatto senza esitazioni e ne è sempre uscito prosciolto. Quanti in Parlamento possono dire altrettanto?[…] . Il mio auspicio è che il prossimo presidente della Repubblica sia Antonio Di Pietro, l’unico che ha tenuto la schiena dritta in un Parlamento di pigmei.

Report ha dimostrato come, seppur rispettando la legge, Di Pietro abbia peccato in etica e morale. Peraltro è facile sbraitare contro Berlusconi in Parlamento e poi candidare personaggi ambigui che puntualmente prestano il fianco proprio al Cavaliere.

Eppure Grillo ha scelto di sostenere l’ex pm. Perche? Non vuole andare al governo e come il pupazzo de gli Sgommati, fa di tutto per spararle grosse oppure c’è qualcos’altro sotto.

Il leader del Movimento 5 stelle, vista la palese ostilità del Presidente Napolitano -pronto a tutto pur di riformare la legge elettorale, impedire l’ascesa grillina e favorire un Monti-bis- sta forse preparandosi seriamente a concorrere alla guida del Paese e quindi inizia a tessere le ‘alleanze’ per creare una coalizione più forte in grado di avere grandi numeri in Parlamento.

La terza repubblica sta per iniziare, sarà all’insegna del Grillo?

Inchiesta di “Report” sull’Idv, bufera investe Di Pietro


La puntata di Report sul presunto impero immobiliare accumulato negli anni da Antonio Di Pietro, collegato ad una gestione opaca dei rimborsi pubblici al partito, investe l’Italia dei Valori come un uragano.

Il capogruppo alla Camera Massimo Donadi invoca “un congresso straordinario” per un “profondo rinnovamento” e il leader Antonio Di Pietro difende il suo operato in un lunghissimo post corredato da vari allegati che proverebbero la provenienza del denaro con cui ha acquistato le proprietà. Intanto il popolo di Facebook fa sentire la sua voce con commenti del tipo “Sei un buffone come tutti i tuoi amici in Parlamento, predichi bene ma razzoli malissimo” o ancora “Sei come tutti gli altri”.(fonte)

Bufera su Di Pietro. Avrà anche agito nei limiti della legalità riuscendo in pochi anni ad accumulare decine di proprietà, oltre la legalità esiste anche l’etica. E’ eticamente giusto ciò che ha fatto l’ex Pm?

La puntata è disponibile qui, sul sito di Report.