ArTè: Il Cristo Velato – Giuseppe Sanmartino – 1753


1

Dalla pittura alla scultura, qui ad ArTé, la rubrica d’arte del blog.

Oggi il numero è dedicato a Il Cristo velato, una scultura marmorea dello scultore napoletano Giuseppe Sanmartino, conservata nella cappella Sansevero di Napoli e realizzata su commissione del Principe di Sansevero, Raimondo di Sangro.

L’opera, realizzata nel 1753, è considerata uno dei maggiori capolavori scultorei mondiali, ed ebbe tra i suoi estimatori Antonio Canova che, avendo tentato – senza successo – di acquistare l’opera, si dichiarò disposto a dare dieci anni della propria vita pur di essere l’autore di un simile capolavoro.

Ammirate la bellezza unica del Cristo Velato. Da lasciare senza fiato, solo nel vedere le immagini.

?????????????????????????????????????????????????????????

Cristo-Velato-Napoli

IW-Giuseppe-Sanmartino-Cristo-Velato-09

Nartea.-Testamento-di-Pietra-311

Annunci

Biblioteca: ‘Sulla Strada’ (Jack Kerouac)


Ontheroad

Sulla strada (titolo originale: On the Road) è un romanzo autobiografico scritto da Jack Kerouac nel 1951 e basato su una serie di viaggi da lui fatti in automobile, assieme al suo amico Neal Cassidy, lungo gli Stati Uniti.

Sal (Jack) e Dean (Neal), due amici per la pelle. Un viaggio ininterrotto, dalla prima all’ultima pagina. Da New York a San Franscisco passando da uno Stato all’altro sino ad arrivare in Messico. Tra amori, sesso, alcool, droga ed auto rubate. Senza una precisa meta se non quella di vivere alla giornata organizzando progetti strambi e destinati a fallire. Il ritratto di una generazione, quella dei giovani dell’America post bellica, senza più sicurezze o valori se non quelli della ribellione. Al sistema esistente, alla vita come veniva intesa in quegli anni. La cosiddetta ‘beat generation’, la gioventù bruciata rappresentata appieno nei film di James Dean. Giovani ‘perduti’, come quelli di oggi, sessantanni dopo. Ancora.

ArTè, Piet Mondrian e la rivoluzione della pittura moderna


mondrian_1

L’appuntamento di oggi è dedicato ad un pittore che ha rivoluzionato il modo stesso di concepire l’arte della pittura. Piet Mondrian (1872-1944).

L’artista olandase, nato solo due anni prima dell’esplosione dell’Impressionismo, è uno dei massimi esponenti dei quadri non rappresentativi, per cui è noto in tutto il mondo. Ma prima di dipingere composizioni a forme rettangolari di rosso, giallo, blu o nero, Mondrian ha abbracciato le più importanti correnti artistiche della sua epoca, naturalismo, espressionismo,  post-espressionismo, puntinismo, fauvismo, cubismo. Qui di seguito, grazie al sito http://www.pietmondrian.it/, l’evoluzione dell’artista attraverso i suoi dipinti.

3-stammer-mill-1905-07-mondrianPiet Mondrian (Dutch painter, 1872 - 1944) Farm near Duivendrecht, c. 1916.Farm near Duivendrecht, c. 1916. 12-lighthouse-at-westkapelle-1910-mondrian48743The-Tree-A 19b-composition-1916-mondrian 22-composition-b-1920-mondrian 23-composition-with-yellow-red-black-bue-gray-1920-mondrian 32-broadway-boogie-woogie-1942-43-mondrian

ArTè: Berthe Morisot, la regina dell’impressionismo francese


Edouard Manet, Ritratto di Berthe Morisot distesa, 1873Berthe Morisot ritratta dal cognato, Edouard Manet. 1873

Il numero di oggi è dedicato ad una pittrice, una delle maggiori rappresentanti dell’impressionismo. Berthe Marie Pauline Morisot (Bourges, 1841 – Parigi, 1895)

Berthe, che aveva allora 16 anni, seguì dei corsi di disegno assieme alle due sorelle, Yves e Edma. I genitori, notando le sue capacità, la incoraggiarono a proseguire gli studi artistici e accolsero volentieri i suoi amici pittori, tra cui Edgar Degas.Nel 1868 conobbe Manet, che le chiese di posare per lui. Berthe accettò e nel corso degli anni Manet la ritrasse in 11 opere. nel 1874 Berthe sposò il fratello di Manet, Eugène, dal quale, nel 1879, all’età di 38 anni, ebbe una figlia, Julie.

Nella sua vita, Berthe Morisot, come le altre artiste del periodo, dovette lottare contro chi trovava disdicevole per una donna la professione di pittrice. I pregiudizi del tempo, oltre a darle difficoltà a dipingere all’aperto o in luoghi pubblici, la resero indifferente ed estranea alle questioni sociali che agitavano la vita parigina in quei decenni; Berthe fu quindi portata a dipingere interni e scene domestiche, con donne eleganti della media e alta borghesia ritratte in casa o in giardino, in varie ore della giornata.

Berthe_Morisot_The_Harbor_at_LorientThe Harbor at Lorient

Calvary (after Veronese) 1858Calvary (after Veronese), 1858

english-seascape 1875English seascape, 1875

julie-and-eugene-manet-1883Julie and Eugene Manet,1883

The Cradle 1872The Cradle, 1872

Woman and child on the balcony 1872Woman and child on the balconym, 1872

ArTè: Caspar David Friedrich e l’Arte Romantica


ARTè

Il numero di oggi è dedicato a Caspar David Friedrich (1774-1840). Pittore tedesco, maggiore esponente dell’Arte Romantica. I suoi dipinti, frutto del ‘paesaggismo simbolico’ erano caratterizzati da toni malinconici e riflessivi, tipici del romanticismo. Le figure umane spesso venivano rappresentate di spalle o comunque mai chiaramente visibili in volto. Il quadro simbolo è il Viandante sul mare di nebbia. Nel dipinto sono raffigurati Gli Elbsandsteingebirge , un massiccio montuoso al confine tra Germania e Repubblica Ceca.

Caspar David Friedrich – Mare al chiaro di luna Mare al chiaro di luna, 1835-36

Donna al tromonto del soleDonna al tramonto del sole, 1818

la grande riservaLa grande riserva, 1832

Abbazia del quercetoAbbazia nel querceto, 1809

Caspar David Friedrich - Rocky Reef on the Sea ShoreRocky Reef on the Sea Shore, 1824

Viandante sul mare di nebbiaViandante sul mare di nebbia, 1818

ArTè: Monet ed i paesaggi invernali


ARTè

Claude Monet (1840-1926) è stato uno dei maggiori pittori francesi, il padre dellImpressionismo. Ad una sua tela “Impressione, levar del Sole” si deve il nome del nuovo filone artistico. Ottimo paesaggista, Monet non si è risparmiato nel rappresentare l’inverno ed i paesaggi innevati. Qui di seguito alcuni suoi dipinti sul tema:

Snow Effect at FalaiseSnow Effect at Falaise

road-at-louveciennes-melting-snow-sunsetRoad to Louveciennes, 1869-70

La Gazza (1868 - 1869)La Gazza (1868 – 1869)

Snow Effect, 1870Snow Effect, 1870

The Road in front of Saint-Siméon Farm in Winter 1867The Road in front of Saint-Siméon Farm in Winter, 1867

Vista di Argenteuil con la neve (1875)Vista di Argenteuil con la neve (1875)

The Cart. Snow-Covered Road at Honfleur 1867The Cart. Snow-Covered Road at Honfleur, 1867

Claude Monet Lavacourt Under SnowLavacourt Under Snow

ArTè: i dipinti e la neve


ARTè

Per questo Natale, in tema, ecco alcuni dipinti ‘innevati’. Da Monet a Gauguin

Claude Monet, “Vista di Argenteuil con la neve” (1875)

Claude Monet, “La Gazza” (1868 – 1869)

Gauguin, Neve a Vaugirard

Peder Mørk Monsted “Riva del fiume innevata” (1915)