#ScritturaCreativa: parole in libertà


Dopo i primi due esercizi, continuiamo con un nuovo ‘compito’ di scrittura creativa.

Scegli una parola a caso dal dizionario (oppure da un libro che stai leggendo), annotala su un foglio e scrivi di getto tutte le parole che ti vengono in mente. Non pensare troppo, procedi nella massima libertà.
Tempo: 2 minuti

Qui di seguito il mio esercizio:

Parola scelta, tratta da una pagina a caso del libro “Il Censimento dei radical-chic di Giacomo Papi:
Pianoforte

scrittura di getto:
musica, note, maestro, concerto, teatro, scuola, spartito, colori, bianco e nero, sgabello, palcoscenico, infanzia, melodia, mani, emozioni, memoria, immagini, ricordi

Sono partito dal pianoforte come strumento musicale ma presto la mente ha iniziato a viaggiare nei ricordi, gli spartiti musicali della scuola, il pianoforte mai suonato di una signora anziana vicina di casa durante l’infanzia e così via..

Fatemi sapere, se volete, le vostre impressioni, dopo aver scritto le parole in libertà..

Il taglio delle Province visto dal Corriere della Sera, con una ‘i’ di troppo


Scompaiono le province (e meno male!) ma sulla Home del Corriere.it sembra esserci una ‘i’ di troppo. La nuova querelle dell’estate è quindi ‘Province si scrive con la ‘i’ o no?’. In realtà la regola sulla presenza o meno della ‘i’ sembra essere del tutto arbitraria:

Per mettere ordine nella questione dei plurali delle parole in -cia e -gia, recentemente (molto recentemente) si è stabilita una regola: la i rimane se la c e la g sono precedute da vocale, cade se sono precedute da consonante. Quindi camicie e facce, ciliegie e spiagge.

È una regola del tutto arbitraria, perché la i, che al singolare è necessaria per indicare il suono palatale (ciliegia non *ciliega) al plurale è del tutto inutile: *ciliege e ciliegie avrebbero esattamente lo stesso suono, come facce e *faccie. Ma è una regola facile da ricordare, e tanto vale tenerla.

Il Corriere quindi non sbaglia usando una versione ‘antica’ della parola. D’altronde il quotidiano di Via Solferino è uno dei piu vecchi del Paese. Il linguaggio si adegua all’età….

 

2012: previsioni sparse sugli avvenimenti che accadranno nel nuovo anno


Il nuovo anno è appena iniziato, molti avvenimenti si susseguiranno durante i 360 giorni che ci separano dal 2013. Eventi politici, economici, di costume. Scomparse eccellenti e tragedie inattese. Un po’ di tutto insomma, come ogni anno. Mi sono sbizzarrito in alcune previsioni per il 2012, buona lettura ma non chiamatemi Otelma!

La crisi economica la farà da padrona anche nel 2012, in Europa e non solo. Alla fine l’Euro sarà salvato ma il prezzo sarà davvero alto.

Italia:

Il Governo Monti non arriverà alla fine dell’anno, probabili elezioni nell’autunno 2012 o a gennaio-febbraio 2013, qualche mese prima della fine naturale della legislatura.

Referendum elettorale vittorioso. Viene abolita la legge elettorale vigente e questo destabilizzerà il governo.  Le coalizioni si rimescoleranno, parti di Pd e Pdl si staccheranno in direzione terzo polo che assumerà i contorni di una Nuova Dc. Probabile ricandidatura di Monti come Premier per il Terzo Polo. Scommetto su una legge elettorale proporzionale pensata per rendere Casini e soci l’ago della bilancia nel prossimo parlamento.

Ah, non ci libereremo di Berlusconi. Rimarrà in politica per difendere i suoi interessi. Come? O come Candidato Premier oppure come Presidente Pdl (con Alfano premier) oppure come leader di una Lista Berlusconi.

Se passa la legge elettorale proporzionale la Lega Nord corre da sola.

Mondo:

Hollande andrà al ballottaggio in Francia con Marine Le Pen e vincerà diventando il nuovo Presidente francese. Romney sfiderà Obama e perderà, ma non di moltissimo. Il Congresso andrà comunque ai Repubblicani e per Obama si profila lo stesso destino di Clinton, governare senza maggioranza.

Nei paesi del NordAfrica (Libia ed Egitto soprattutto) vi saranno passi indietro nel processo democratico. In Siria Assad verrà rovesciato. Non escludo una guerra Israele-Iran o un conflitto che veda protagonista la Turchia, oramai nuova potenza asiatico-mediorientale.

In Russia Putin sarà rieletto ma gli scontri continueranno per un po’, alla fine vincerà la repressione russa, come sempre.

Esploderà una nuova crisi in seno alla Chiesa Cattolica. (in Europa). Le condizioni fisiche di Ratzinger peggioreranno, ma resterà in sella.

L’Irak diventerà una polveriera. Abbandonato dagli americani dopo un decennio di destabilizzazione, sarà preda dei terroristi islamici che rialzeranno la testa con un grande attentato in qualche capitale Europea-Asiatica. Anche in Afghanistan non ci saranno miglioramenti.

E poi vi saranno le classiche tragiche notizie di ogni anno. Terremoti devastanti, alluvioni sconvolgenti, tornado, petroliere affondate con annesso danno ambientale etc.

Qualche lutto eccellente (scommetto sul Cardinal Martini, purtroppo e su Scalfaro e Rita Levi Montalcini, ma anche Pippo Baudo)

Cos’altro manca all’appello?

notizie sparse
Qualche nuova diavoleria della Apple, innovazioni sul web, scandali di qualche personaggio importante, forse una nuova Calciopoli ad alti livelli. Lo scudetto alla Juventus. Un paio di programmi tv che passeranno alla storia di quest’anno e qualche floppone colossale. Antonello Piroso su Rai2 al posto di Santoro

Ah…
il 21 dicembre 2012 vi saranno migliaia di persone che si riuniranno in tutto il mondo per aspettare.. la fine del mondo! (boom dei tweet e degli accessi web in quel giorno) (Naturalmente nulla accadrà, se non qualche pazzo esaltato che preso dalla ‘profezia’ darà sfogo ai suoi bassi istinti, mentre  i ladri saranno ben contenti di trovare molte case vuote..)

That’s all!

Gli anelli di Francesca Todini al Tgla7


Il TGla7 delle 13.30, a turno, viene condotto anche dalla simpatica Francesca Todini. Una particolarità della giornalista è quella di mostrare spesso i suoi anelli , sempre diversi, gesticolando visibilmente mentre annuncia i servizi del Telegiornale. Semplice vanità oppure pubblicità occulta? Il direttore Mentana se ne sarà accorto?

 

Un video per celebrare le “Meteore della Tv”


Da repubblica.tv:

Una parata di star dimenticate e non – della televisione, del cinema e dello sport – canta Let It Be dei Beatles. E’ questa l’idea che hanno avuto i produttori di Golden Times, nuovo programma televisivo norvegese, per lanciare lo show in Scandinavia. Ed eccoli i “miti” anni Settanta, Ottanta e Novanta: si parte con l’agente 007 Roger Moore, poi sfilano attrici di serie TV come Melrose Place e Baywatch, l’ispettore Colombo Peter Falk, la Laura Palmer di Twin Peaks, l’Ivan Drago di Rocky IV e l’indimenticabile Lou Ferrigno che vestì i panni di Hulk. In questa sfilata c’è posto, proprio nei minuti iniziali, anche per un ex campione di sci: il nostro Alberto Tomba; e per il compianto Leslie Nielsen, protagonista della serie demenziale ‘Una pallottola spuntata’, recentemente scomparso in Florida

Fa effetto ritrovare attori “scomparsi” dal video. L’unica che entra poco nella “casistica” è Glenn Close, tutt’ora in onda con la serie Damages. Per il resto vedere Bud Spencer accanto alla “sirenetta”Daryl Hannah non ha prezzo….