Inizia la nuova stagione Tv, tanti programmi in partenza


Risultati immagini per eurogames canale 5

Palinsesti autunnali ai nastri di partenza! Da lunedì 9 torna la programmazione regolare di molti programmi televisivi. Da Uno Mattina a Mattino 5, da La Vita in diretta, in cui troveremo Lorella Cuccarini ed Alberto Matano, a Pomeriggio 5 della immarcescibile Barbara D’Urso. Nuova stagione anche per Porta a Porta, per Mattina in Famiglia, con Monica Setta e Tiberio Timperi al sabato e Domenica In con Mara Venier dal 15 settembre.

Confermati i principali show degli scorsi anni, da Tale e Quale al GFVip passando per L’Isola, Temptation Island Vip, X factor, Live non è la D’Urso, Fratelli di Crozza sino ad arrivare a Che tempo che fa, traslocato in estate su Rai2.

La7 conferma in blocco i programmi di informazione, dagli speciali di Mentana, a L’Aria che tira, passando per Non è l’Arena, Atlantide, Piazzapulita, Dimartedì, Ottoemezzo, PropagandaLive.

Concentriamoci sulle novità, alcune in arrivo a settembre, altre più avanti:

  • Eurogames: il vecchio Giochi senza frontiere, riveduto e corretto, condotto da Alvin e Ilary Blasi. (Canale5)
  • Amici Celebrities, la versione Vip del talent più famoso, sarà condotto da Michelle Hunziker, affiancata da Maria De Filippi nelle prime puntate (Canale5)
  • Domenica Ventura: il ritorno di Simona Ventura al calcio, sempre sulla seconda rete Rai, prima di Quelli che. Una scommessa. (Rai2)
  • Maledetti Amici Miei, il programma comico con protagonista Giovanni Veronesi, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber, Max Tortora e Margherita Buy. (Rai2)
  • Assemblea Generale, che segna il ritorno di Serena Dandini sulla terza rete dopo, affiancata da Filippo Timi (Rai3)
  • Eden, Licia Colò sbarca sulla rete di Cairo con un programma sulla natura e sulle emergenze ambientali. Nella primavera 2020. (La7)
  • Ho qualcosa da dirti, in onda dal lunedì al venerdì, condotto da Enrica Bonaccorti. I protagonisti in ogni puntata dovranno svelare qualcosa a qualcuno. (Tv8)
  • L’assedio, Daria Bignardi torna in tv dopo quattro anni con un talk costituito da interviste a vip e gente comune (Nove)

Annunci

20 anni senza #Corrado


L’8 giugno di venti anni fa ci lasciava Corrado. “Lo scognomato” come lo definiva Totò. Un protagonista della mia infanzia e dell’adolescenza attraverso bei programmi come Il pranzo è servito e La Corrida. Corrado è stato anche molto altro, da l’amico del Giaguaro a Canzonissima passando per tante altre trasmissioni di successo, rimanendo nella storia nel 1945 quando, dai microfoni della radio, annunciò la fine della seconda guerra mondiale.

Uomo mite, ironico, mai volgare ma pungente, con il suo garbo ha rappresentato la tv più bella, sia nelle emittenti pubbliche che in quelle private. Sarà per sempre, assieme a Fabrizio Frizzi, nel cassetto dei ricordi di un piccolo schermo ideale quanto mai difficile da ritrovare nel presente.

Ciao Corrado!

PS: Qui di seguito alcuni articoli di Candido dedicati alle trasmissioni di Corrado:

#DomenicaIn, un programma già visto e già in crisi di ascolti


DomenicaIn

Pino Insegno e Paola Perego inaugurano la 39esima edizione di Domenica In. Chi si aspettava particolari novità rispetto alle passate stagioni è rimasto deluso. La gag iniziale, in cui l’uno cerca di imbrogliare l’altro per arrivare da solo alla presentazione della prima puntata la dice lunga sulla ‘freschezza’ e l’originalità del programma. Si parte con un omaggio laico. Un tè con Papa Francesco. Da segnare sull’agenda. Bello invece il ricordo di Corrado e della prima edizione del programma, anno 1976.

DomenicaIn2

L’originalità continua con ‘Ancora Volare‘, segmento musicale in cui si esibiscono alcuni cantanti visti già ad Xfactor, The Voice ed altri talent in sfida con ‘vecchie glorie’ tanto tanto vecchie…

DomenicaIn3

Si passa poi ad uno speciale ‘backstage’ di Ballando con le Stelle, tornato in onda proprio il giorno prima. Milly Carlucci coinvolge nel ballo i due conduttori, per la gioia dei telespettatori oramai ipnotizzati dalla vivacità del programma.  Seguono interviste con attori in promozione e stelle decadute con un libro da pubblicizzare. Si chiude con un altro segmento del talent musicale più triste mai visto sino ad oggi. Signori, questa è la Domenica In 2014-2015. Auguri!

Gli ascolti: DomenicaLive batte DomenicaIn 15 a 13%.

‘Domenica 5’ cambia, arrivano Alessio Vinci e Sabrina Scampini


Mentre Rai1 proporrà la solita Domenica In, ovvero l’Arena di Giletti e lo spazio della Cuccarini, Canale 5 cambia. Domenica 5 quest’anno sarà condotta da Alessio Vinci e Sabrina Scampini. L’ex conduttore di Matrix ed il volto femminile di Quarto Grado prenderanno in mano il programma che fu di Barbara D’Urso prima e Federica Panicucci poi. Riusciranno nella ‘mission’ di togliere il trashume dal pomeriggio domenicale della rete ammiraglia Mediaset?

Davidemaggio
Sarà Sabrina Scampini ad affiancare Alessio Vinci alla conduzione del nuovo pomeridiano domenicale di Canale 5 in onda dal 7 ottobre.

Ogni settimana dalle 14 alle 19, in cinque ore di diretta dal Centro Palatino di Roma, il programma prodotto da Videonews approfondirà i temi caldi dell’attualità, della politica, dell’economia, della cronaca ma anche quelli di costume e di spettacolo.

Speciale per 2: Raffaella Carrà e Loretta Goggi


Con Speciale per Due, periodicamente, vi proporrò brevi ritratti di alcuni tra i piu importanti personaggi del mondo dello spettacolo italiano.

In questo numero parliamo di Raffaella Carrà e Loretta Goggi, due figure fondamentali della storia della televisione italiana. Poliedriche, esuberanti, diverse nello stile ma accomunate da un grande talento.

Gli inizi ed il successo

Raffaella Pelloni, classe 1943. L’inizio della sua carriera è targata Cinema, con alcune piccole parti negli anni 50. Poi il vero debutto:

La lunga notte del ’43 di Florestano Vancini e in Il peccato degli anni verdi di Leopoldo Trieste. Partecipa poi a altre pellicole, tra cui I compagni di Mario Monicelli e Il colonnello Von Ryan con Frank Sinatra.

Ben presto però nasce  la ‘stella’ televisiva, il cognome Pelloni cambia in ‘Carrà’, omaggio all’artista Carlo Carrà. Il successo televisivo arriva con lo spettacolo tv Io Agata e tu, con Nino Taranto in cui la bionda Raffaella mette in risalto le doti di ragazza tutto pepe.

La consacrazione arriva l’anno dopo, con Canzonissima 70, assieme a Corrado Mantoni, trasmissione che la rende definitivamente popolare al grande pubblico televisivo e dove lancia il famoso ballo Tuca Tuca. Si bissa l’anno successivo, sempre con Corrado. Del 1974 sono Milleluci, condotto assieme a Mina,  ed una nuova edizione di Canzonissima.

E’ arrivato il momento di parlare di Loretta Goggi. Romana, nata nel 1950, la Goggi arriva direttamente alla tv, dopo una prima esperienza musicale. Dal 1962 al 1971 partecipa a decine di sceneggiati della Rai, tra gli altri ricordo Una tragedia americana, Delitto e castigo, La cittadella, e le due produzioni piu importanti per la sua carriera  La freccia nera, E le stelle stanno a guardare. Recita accanto a mostri sacri del calibro di Gino Cervi, Paolo Stoppa, Alberto Lupo, Gastone Moschin, Giorgio Albertazzi

Loretta Goggi nello sceneggiato ‘La freccia nera’

L’attrice romana si destreggia anche nel doppiaggio,  sua è la voce del canarino Titti (Gigi Proietti ‘era’ il gatto Silvestro)  e nelle imitazioni, partecipando allo show tv ‘Il jolly’.

Nel 1972 si consolida la carriera televisiva con la conduzione di Canzonissima, al fianco di Pippo Baudo. E’ un successo, soprattutto grazie alla sua notevole verve artistica, alle capacità  dimostrate nella imitazione di personaggi famosi come Mina, Patty Pravo e Ornella Vanoni. Proprio grazie al  talento di imitatrice Loretta Goggi viene chiamata a condurre il varietà Formula Due (1973), assieme ad Alighiero Noschese, dando vita ad una serie di deliziose scenette e parodie (famosa quella di Sophia Loren-Carlo Ponti).

Goggi e Noschese nelle imitazioni di Sophia Loren e Carlo Ponti (Formula Due)

Gli anni ’70 proseguono sia nel campo musicale, tramite il lancio di varie canzoni, sia nel campo televisivo. Ricordo il varietà Il ribaltone (1978) per la regia di Antonello Falqui e con la partecipazione di Pippo Franco e della sorella Daniela Goggi, con la quale ha varato un duo musicale.

Gli anni ’80 e ’90

Tornando alla Carrà, dopo una breve parentesi spagnola, Raffaella torna in Rai con Ma che sera (1978) e Fantastico 3 (1982), assieme a Corrado. Tra il 1983 ed il 1985 la presentatrice esordisce nella fascia di mezzogiorno con Pronto Raffaella, per la regia di Gianni Boncompagni, trasmissione di intrattenimento che inaugura il ‘contatto’ telefonico con i telespettatori da casa. Dopo la Domenica In del 1986-87 Raffaella Carrà lascia la Rai per Fininvest dove presenta due show di poco successo. Nel 1989 ritorna in Rai conducendo per due anni il contenitore Ricomincio da Due, sulla seconda rete, durante il week end. Nel 1991 arriva Fantastico 12 con Jonny Dorelli. Seguono quattro anni ‘spagnoli’ che la rendono notissima anche nella penisola iberica grazie al programma ‘Hola Raffaella‘ sulla tv di stato.

Nel 1995 il ritorno in Italia ed il rinnovato successo con Carramba, campione di ascolti (superiori anche al 40% di share) e piu volte abbinato alla Lotteria Italia, concorso a premi notissimo prima della nascita del superenalotto.

Gli anni 70 di Loretta Goggi si concludono invece con la conduzione di Fantastico, in coppia con Beppe Grillo ed Heater Parisi. In quella trasmissione la conduttrice romana conosce il coreografo Gianni Brezza con il quale instaurerà una storia d’amore lunga piu di trentanni. E’ del 1981 la sua partecipazione a SanRemo con la canzone ‘Maledetta Primavera’, hit di successo.

Gli anni’80 trascorrono tra musica e tv. E’ a canale 5 con Hello Goggi (1981) e poi in Rai con Loretta Goggi in quiz (1983-85), Il bello della diretta (1986), Ieri, Goggi e Domani (1987-88) e Via Teulada, 66 (1989). Nel 1986 conduce anche il Festival di SanRemo.

Gli anni’90 la vedono impegnata principalmente in teatro. E’ con Jonny Dorelli in Bobby sa tutto. Altro successo è Hello Dolly, in produzione per ben quattro anni.

Lo spettacolo teatrale 'Hello Dolly'

Il nuovo millennio

Il primo decennio del nuovo millennio vede un lento diradarsi delle esperienze televisive per le due artiste. Raffaella Carrà non riesce piu a ripetere i successi televisivi di Carramba, da segnalare la conduzione di Sanremo 2001, con ascolti non brillanti. La presentatrice, però,  non si perde d’animo e si ricicla come autrice de il Gran Concerto, su Rai3:

un programma televisivo dove la Grande Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai presenta brani di musica classica ed operistica per una platea di 700 bambini e ragazzi, al fine di far scoprire loro la Grande Musica

Loretta Goggi invece, sempre piu lontana dalla tv (a parte una ‘sfortunata’ conduzione di Miss Italia in coppia con Mike Bongiorno, nel 2007) , si dedica ancora al teatro con Molto rumore (senza rispetto) per nulla diretto da Lina Wertmuller (2004-2005) e SPA-Solo Per Amore, regia del marito Gianni Brezza (2009-2010). Proprio questo spettacolo viene sospeso a causa dell’aggravarsi della malattia che ha colpito Brezza, il quale muore ad inizio 2011 lasciando sola la sua amata Loretta.

Loretta Goggi con il marito, il coreografo Gianni Brezza

Quali occasioni concederà il nuovo decennio per Loretta Goggi e Raffella Carrà? Forse poche, visto il repentino cambiamento della televisione italiana, sempre piu trash e poco ‘autoriale’. Comunque vada, le due bionde dello spettacolo rappresenteranno sempre una parte fondamentale della storia televisiva italiana. Professionalità, stile, esuberanza garbata. Attrici, conduttrici, cantanti, ballerine. Due donne ‘complete’, lontane anni luce dalla approssimazione con cui tanti ‘volti’ di oggi si affacciano nel mondo dello spettacolo.

Novecento Tv: Domenica In.. con Corrado


Domenica In 1976-1979

In questo numero vi voglio parlare del ‘contenitore’ domenicale per eccellenza, Domenica In. La trasmissione che potete vedere oggi su Rai1 è solo un varietà diviso in tre sezioni, gestite da conduttori diversi. La vera Domenica In, però, era un’altra cosa. Il programma fu ideato da Corrado Mantoni nel 1976. Il titolo è una idea dello stesso presentatore che ha abbreviato la frase ‘Domenica insieme’ sostituendo la seconda parola con la preposizione ‘In..’:

inoltre, come dichiarò in un’intervista a un quotidiano, un gioco linguistico permetteva di leggere In come contrario di Out, ed evocava varie ed eventuali sfumature di significato (In… poteva significare sia a casa, sia Domenica di un certo tipo, che fa tendenza, ecc.)

Le edizioni di cui ci occupiamo sono quelle condotte da Corrado Mantoni, al timone del programma dal 1976 al 1979.

Con Domenica In la Rai, per la prima volta, sperimenta il programma ‘contenitore‘, con oltre sei ore di durata e che, al suo interno, vedeva numerose rubriche dei piu disparati argomenti:

.. trovano spazio attori del cinema e del teatro, questi ultimi propongono, nello studio 5 di via Teulada in Roma, brani tratti dalle commedie o dagli spettacoli che portano in giro per l’Italia; altro tempo per il telefilm, la Lotteria Italia, la musica. È il primo programma della TV italiana a contare così tanti ospiti.

Tra le rubriche piu famose ricordiamo Discoring, condotto da Gianni Boncompagni, che si occupava di musica. Da notare anche la presenza di 90°minuto presentato, proprio dal 1976, da Paolo Valenti. Non furono solo queste le caratteristiche della trasmissione:

Fra le rubriche, vanno segnalate Domenica in Teatro e Il libro dei domandamenti: con questo neologismo, Corrado proponeva delle domande e delle questioni sociali, economiche, etiche, o di varia natura, per suscitare l’interesse dell’opinione pubblica e degli organismi addetti ai lavori, ottenendo anche delle risposte positive. Questo spazio interno al programma può considerarsi antesignano di programmi futuri come Di tasca nostra, Mi manda Lubrano

Corrado, negli anni, fu affiancato da diverse ‘vallette’, una su tutte fu Dora Moroni, che cantava anche alcune sigle dello show. La regia era affidata a Lino Procacci, tra gli autori vi erano il fidato Stefano Jurgens ed i due fratelli Mantoni, Corrado e Riccardo, nascosti dietro lo pseudonimo Corima.

Dal 1979 Domenica In venne condotta, per sette edizioni, da Pippo Baudo che seguì la strada di Corrado apportando alcune modifiche al programma, riducendo le produzioni esterne, come i telefilm, ed incrementando gli spazi autoprodotti.

Domenica In, un brano della trasmissione (dal minuto 1.10)

fonte: Wikipedia

Palinsesti Rai 2011-2012: ecco le principali novità


Il cda della Rai ha approvato i palinsesti 2011-2012. Ecco le principali novità:

-Caterina Balivo ‘soffia’ il posto a Lorella Cuccarini a Domenica In

-Elisa Isoardi e Franco Di Mare condurranno Uno Mattina, al posto di Cucuzza e Daniele

-Clerici con Ti lascio una Canzone si sposta al venerdi mentre quest’anno l’agnello sacrificale del sabato sera, contro la De Filippi, sarà Carlo Conti con I Migliori Anni

Antonella Clerici ottiene la Lottera Italia, abbinata a La Prova del Cuoco che avrà una prima serata il 6 gennaio 2012.

Fiorello tornerà su Rai1 con un suo show

-L’Italia sul 2 cambia in “Magazine sul Due” con Milo Infante e Lorena Bianchetti

-Giorgia Luzi ed Eleonora Daniele a Linea Verde, al posto della Isoardi

Rumors su eventi futuri:

Corrado Guzzanti potrebbe tornare in Rai, sulla terza rete o su Rai4 diretta da Freccero

Ventura potrebbe essere riconfermata su Rai2 malgrado il parere contrario del direttore di rete Liofredi, il quale riceverebbe il contentino di avere un posto per la sua ‘pupilla’ Monica Setta, ogni giorno prima di Magazine sul Due (tvblog)

Palinsesti Rai 2011-2012, anticipazioni


Rivoluzione nei pomeriggi di Rai1 e Rai2. La nuova direttrice Lorenza Lei sembra voglia ‘cacciare‘ Perego, Cuccarini e Balivo:

Tvblog. Nel valzer sui contratti in ballo di Viale Mazzini Laura Rio del Giornale svela un retroscena che sa di sentenza inappellabile: la Rai potrebbe tagliare i contratti di Caterina Balivo, Lorella Cuccarini e Paola Perego.

A quanto pare la nuova “direttora” Lorenza Lei avrebbe deciso di giocare a braccio di ferro con l’influente agente Lucio Presta, incominciando a risparmiare dai suoi artisti meno convincenti. Resta, comunque, difficile che quest’ultimo resti a guardare senza opporre resistenza.

Intanto il flop Se… a casa di Paola verrebbe sostituito da Verdetto finale per non sovrapporsi al più riuscito Pomeriggio sul Due, al posto di Domenica In della Cuccarini ci sarebbe una fiction in replica.

Lei potrebbe confermare anche i talk show politici ed i programmi di informazione. Salvi quindi Ballarò, Annozero, Porta a porta e Report:

Tvblog. Mentre si attende ancora di capire il destino di Serena Dandini e del suo Parla con me Milena Gabanelli, Fabio Fazio, Michele Santoro, Giovanni Floris e Bruno Vespa potranno quindi dirsi sicuri di tornare in onda anche a settembre soltanto dopo la giornata di lunedì 6 giugno. C’è comunque l’aria che “l’analisi e gli approfondimenti emersi nel corso del dibattito” di ieri siano soltanto una pura formalità. Il clima, anche politico, e l’impronta decisamente più soft (fino ad ora) della gestione Lei rispetto a quella Masi suggeriscono ottimismo.

In arrivo, su Rai2, un nuovo programma ‘di nera’ condotto da Milo Infante. Criminal Night:

Tvblog. Milo Infante, infatti, sarebbe il conduttore di un nuovo programma dedicato ai casi di cronaca che tanto appassionano, dati auditel alla mano, il pubblico televisivo italiano e che ha dimostrato di saper trattare, con soddisfacenti risultati di audience, durante la parte da lui condotta quest’anno in “Pomeriggio sul Due”. Il titolo della nuova trasmissione dovrebbe essere “Criminal Night” prevista dalle 21:50 del martedì sera, preceduta e questa è la staffetta di cui accennavamo in precedenza, da un episodio della serie di telefilm “Criminal Minds” in onda alle ore 21. Sarà quindi una staffetta fra la fiction e la realtà in una serata totalmente crime su cui si sta discutendo in questi giorni a Rai2.

Il programma potrebbe diventare il degno antagonista di “Quarto grado” di Rete4 e per rimanere in casa in Rai per certi versi anche di “Chi l’ha visto?” di Rai3, ma con la differenza di questo inedito binomio fra fiction e realtà.

Infine alcune anticipazione di Davide Maggio sul palinsesto prossimo venturo delle reti Rai:

Cucuzza potrebbe lasciare UnoMattina;

– Nuovi conduttori (entrambi?) a Uno Mattina;

– Cancellazione di Verdetto Finale;

– Allungamento Uno Mattina con inglobamento di Occhio alla Spesa;

– Ritorno di Cucuzza (con Mara Venier) a La Vita in Diretta;

– Pomeriggio di Rai2, prima ipotesi: Infante/Setta;

– Pomeriggio di Rai2, seconda ipotesi (più probabile): Infante/Bianchetti;

– Riduzione durata pomeriggio di Rai2;

– Monica Setta per la seconda serata di Rai2;

– Ventura confermata a Quelli che il Calcio e Isola dei Famosi;

– Star Academy al posto di XFactor (garanzia autunnale) su Rai2;

– The Voice (garanzia primaverile) su Rai2.