#iMedici: il serial Rai parte con il botto, otto milioni di spettatori


i-medici-poster

La serie ‘evento’ della Rai. I Medici, con un cast ‘stellare’ ed un investimento notevole, sta ripagando gli sforzi della TV di Stato. Le prime due puntate, andate in onda ieri, hanno totalizzato quasi 8 milioni di spettatori sfiorando il 30% di share malgrado la partita di Champions della Juventus .

Otto episodi di 50 minuti l’uno per descrivere la storia di Cosimo de Medici, l’uomo che diede inizio ad un sogno, in quel di Firenze. L’inizio della serie è un po’ lento, i dialoghi abbastanza scontati per un serial di questo calibro. Musiche, scenografia, fotografia e costumi sono all’altezza delle più quotate Borgia e Da Vinci’s Demons

Il Post:

[….]nel cast ci sono tra gli altri Dustin Hoffman e Richard Madden, famoso per aver interpretato Robb Stark nella serie fantasy Game of Thrones. […]I creatori della serie sono due americani, Frank Spotnitz e Nicholas Meyer. Spotnitz è un regista con una lunga esperienza nella televisione americana: è stato uno dei principali produttori di X-Files, la famosissima serie di fantascienza degli anni Novanta. Più recentemente, Spotnitz ha ideato The Man in the High Castle, una serie tv di Amazon basata su un racconto di Philip Dick che racconta una storia alternativa del mondo in cui i nazisti non hanno perso la Seconda guerra mondiale. Meyer invece ha 71 anni, ed è famoso soprattutto per un libro che ha scritto, La soluzione settepercento, un giallo del 1974 su Sherlock Holmes, che ebbe molto successo negli Stati Uniti. Ha diretto anche alcuni film: L’uomo venuto dall’impossibile del 1979, con Malcom McDowell, e due film della saga fantascientifica Star Trek. Tra gli attori, oltre a Hoffman – che interpreta Giovanni de’ Medici – e a Madden – che interpreta suo figlio Cosimo – ci sono Miriam Leone e Guido Caprino (entrambi tra i protagonisti della serie di Sky 1992), Sarah Felberbaum, Alessandro Preziosi e Brian Cox, attore scozzese che ha recitato in molti film famosi, da Manhunter – Frammenti di un omicidio Match Point.

 

Face off: Dustin Hoffman


 

dustin-hoffman-image

Dustin Hoffman (1937). Uno dei più grandi attori americani. Da Il Laureato a Rain Man passando per Un uomo da marciapiede, Tootsie, Kramer contro Kramer e la Giuria. 2 Oscar come miglior attore, 6 Golden Globes e tanti altri riconoscimenti per una vera Stella di Hollywood. Qui di seguito alcune immagini tratte dai suoi principali successi.

 

Il laureato un uomo da marciapiede papillon-06-g Dustin Hoffman, Robert Redford tootsie still-of-dustin-hoffman-and-meryl-streep-in-kramer-vs.-kramer-(1979)-large-picture1981703-rain-man hook-1991-02-g runawayjury-hoffman-hackman 9998649464_a261e95329_z MrMagorium_e_la_bottega_delle_meraviglie2

Prima fila Cult Ediction: Tutti gli uomini del Presidente (1976)


Titolo originale All the President’s Men (1976)

Un film di Alan J. Pakula. Con Dustin Hoffman, Robert Redford, Jack Warden, Martin Balsam, Hal Holbrook.

Trama

Due giornalisti, un quotidiano, uno scandalo, il Presidente degli Stati Uniti d’America. Con questi quattro ingredienti nasce un film cult della cinematografia americana. Tutti gli Uomini del Presidente racconta la storia vera dello scandalo Watergate che vide implicato il Presidente Repubblicano Richard Nixon in un affaire di intercettazioni nella convenction democratica a ridosso delle elezioni presidenziali del 1972.

Una sera del giugno 1972 alcuni uomini vengono arrestati mentre si trovavano all’interno della sede della convenzione democratica, l’Hotel Watergate. Il giorno dopo un giornalista del Washington Post, giunto in tribunale per seguire l’udienza successiva all’arresto, scopre che uno degli imputati è della CIA. Insospettito da tale circostanza Woodward (Robert Redford) inizia ad indagare piu approfonditamente, assieme al collega Bernstein (Dustin Hoffman) e grazie anche ad una ‘gola profonda’ all’interno della amministrazione americana i due giornalisti arriveranno a portare alla luce il coinvolgimento di uomini vicinissimi al Presidente Nixon.

La storia è vera, i personaggi anche. Dall’inchiesta nata dal Washington Post si arriverà alla procedura di impeachment per il Presidente che sarà costretto alle dimissioni  nel 1974.

Il film è tratto dall’omonimo libro di Woodward e Bernstein. Fu lo stesso Robert Redford ad incoraggiare i due giornalisti americani nello scrivere il libro del quale, in seguito, acquisì i diritti per produrre la pellicola.

Diretto da Alan J. Pakula e magistralmente interpretato da Robert Redford e Dustin Hoffman, Tutti gli Uomini del Presidente ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra i quali il Golden Globe e quattro premi Oscar, uno dei quali vinto da Jason Robards, attore non protagonista nei panni del direttore del giornale.

CRITICA: 5 STELLE

Un brano del film (in Inglese)