Ascolti boom di inizio stagione per #La7


Risultati immagini per propaganda live floris

Tutto iniziò dai picchi di ascolto della maratonamentana estiva. Complice la crisi di governo e l’aumento di interesse per la cronaca politica, stiamo assistendo ad un vero e proprio boom di ascolti per i programmi di informazione de La7.

Il ritorno di PropagandaLive è stato premiato con il 6,1% di share, un punto e mezzo in più dello scorso anno. La prima puntata della nuova stagione di DiMartedì, condotta da Giovanni Floris, ha totalizzato quasi 2 milioni di spettatori con il 9,8% di share, 3,5 punti sopra la prima della stagione precedente.

Risultati interessanti anche per L’Aria che tira, il contenitore informativo della mattina. Myrta Merlino ha esordito il 2 settembre con il 6,1%, risultato superiore al 4,8 del settembre 2018. Festeggia anche Lilli Gruber, il suo Otto e Mezzo ha interessato 1.9 milioni di ascoltatori lunedì 9 settembre, l’8,1% di share, contro il 4,9 di dodici mesi fa.

Un successone. Ed all’appello mancano ancora Piazzapulita e non è l’Arena. Bisognerà solo capire se, con la partenza del governo Conte II, l’interesse verso la politica subirà un calo.

La fine del 2019, con le elezioni in Umbria e la Leopolda renziana con annessa probabile scissione piddina, ed il 2020, ricco di appuntamenti elettorali regionali, potranno regalare grandi soddisfazioni ad Urbano Cairo ed al suo team

In&Out, buon ritorno di #Santoro su Rai2, flop Rai3 con #Politics e La7 vola


5ott-italia-michele-santoro

Mercoledì è partito Italia, il nuovo talk di Rai2 che segna il rientro di Michele Santoro a Viale Mazzini. Esordio con 1.700.000 spettatori e più dell’8,5% di share. Buon ascolto, non da ‘periodo d’oro’ santoriano ma superiore al 4,5% di media che portava a casa ogni giovedì Virus, il programma di Nicola Porro che a sua volta aveva preso il posto di Santoro nella prima serata ‘politica’ di Rai2.

1473082951-politics-semprini

La direttrice di Rai2 Ilaria Dallatana può ritenersi soddisfatta. Non si può dire la stessa cosa per Daria Bignardi, alla guida di Rai3. Aver svecchiato la rete chiudendo Ballarò e consegnando il martedì sera a Gianluca Semprini non ha pagato. 2, 5% di share nelle ultime settimane, Politics non funziona e regala la vittoria della serata al concorrente DiMartedì su La7, con Floris, che veleggia oltre il 7%. Sempre sulla rete di Urbano Cairo buoni ascolti anche per Otto e mezzo, Piazzapulita ed il programma di approfondimento del venerdì sera con Enrico Mentana. Quasi quasi vien da pensare che il canone sarebbe più giusto pagarlo a La7 piuttosto che a Mamma Rai.

19e40, l’esordio di Floris su La7


19e40

Una puntata dedicata alle ‘promesse’ di Renzi. Questo l’esordio di Giovanni Floris sugli schermi di La7 con il programma quotidiano 19e40. Il fatto del giorno per far da traino a Mentana ed al suo tg. Chissà gli ascolti, domani.

Si attende comunque la sfida diretta tra Rai3 e La7, da martedì 18. Ballarò con Giannini contro DiMartedì con Floris. Ne vedremo delle belle.

Al via AnnoUno, il nuovo talk di La7 ‘erede’ di Servizio Pubblico


announo

Il mio articolo pubblicato su Termometro Politico.

Il palinsesto di La7 si arricchisce di un nuovo programma informativo. Il giovedì sera Michele Santoro cede ‘il testimone’ alla sua pupilla Giulia Innocenzi. Sarà lei la conduttrice di AnnoUno, il talk politico in onda da giovedì 8 maggio sulla rete di Urbano Cairo.

Nato come una sorta di spin- off di Servizio Pubblico, il titolo è chiaramente ispirato ad Annozero, programma di successo che segnò il ritorno in Rai di Santoro dopo l’editto bulgaro berlusconiano. Nella trasmissione saranno ospiti due esponenti del mondo della politica, rappresentanti di due visioni diametralmente opposte sul tema della puntata. I commenti saranno affidati ai giovani, ospiti fissi che oltre ad interloquire con i politici esprimeranno la loro opinione sugli argomenti di attualità del momento.

announo santoro

Innocenzi conferma l’impostazione del format, “sarà un talk e un esperimento con i ragazzi al centro che si confronteranno su temi come immigrazione o lavoro, ci sarà il confronto con il politico e i reportage della squadra di Servizio Pubblico che stimoleranno dibattito in studio”

Sui ragazzi presenti in studio la giornalista precisa “saranno giovani provenienti da tutta Italia e da realtà assai diverse: chi è un piccolo imprenditore e chi fa il venditore ambulante di calzini a Napoli, chi è impegnato in politica e chi si batte contro il passaggio delle grandi navi nella laguna di Venezia”.

L’ospite della prima serata sarà il premier Matteo Renzi . L’idea del programma, spiega sempre Innocenzi, è nata da un format di Mtv, “sono sempre rimasta colpita dall’intervento di Tony Blair ad Mtv durante la guerra in Iraq che rispondeva alle domande dei giovani in studio. Il dialogo tra il presidente del Consiglio ed i giovani in un momento del genere è un rafforzamento della democrazia. Sarà un momento per il premier di confronto sulle sue parole d’ordine ‘giovani’ e ‘rinnovamento’, i suoi temi portanti”.

La scelta di affidare un nuovo talk ad una ‘novizia’ delle conduzioni tv risulterà un azzardo? Servizio Pubblico ha sempre garantito ascolti vicini al 7-8% di share e comunque superiori a quelli della media di rete. Riuscirà l’allieva a superare il maestro o comunque a tenergli testa? Lo scopriremo presto. Appuntamento giovedì prossimo e per quattro settimane, su La7.

Ironia Crozza-Formigoni in ‘La Grande Bellezza’, lui: “lo querelo!”


crozza

Formidabile Maurizio Crozza ieri sera nel suo show. Parodìa perfetta di Formigoni, rappresentato come il Jep Gambardella de ‘La Grande Bellezza’. L’ex governatore annuncia azioni legali

Formigoni come Gambardella, ira dell’ex governatore: querelo Crozza

«Trascende nell’insulto e nella diffamazione». Nello sketch su La7 l’ex presidente della Lombardia rappresentato come il protagonista de La grande bellezza

La scena iniziale del film, sulle note di Far l’amore (Bob Sinclair – Raffaella Carrà)

Jepp-Formigoni

Stasera tornano Crozza e Mentana su La7


Questa sera torna Maurizio Crozza su La7. Riparte Crozza nel Paese delle meraviglie. Ore 21.15. Subito dopo arriva Bersaglio Mobile, programma informativo condotto dal direttore del Tg Enrico Mentana. Ore 22.45.

DigitalSat:

Dopo il successo della passata stagione che lo ha consacrato tra i programmi più seguiti del prime time, Maurizio Crozza ritorna con il suo one man show del venerdì sera, «Crozza nel paese delle Meraviglie» che, a partire da stasera alle 21.10, proporrà il suo vasto ventaglio di personaggi con i quali, racconterà per le prossime dodici settimane la più stretta attualità politica e sociale – tra cui ricordiamo Renzi, Berlusconi e il senatore Antonio Razzi – mentre non mancheranno nuove parodie a pennellare vizi e tic del «Paese delle Meraviglie».

A seguire il programma di Crozza, nel venerdì di La7 andrà in onda l’approfondimento di Enrico Mentana. L’appuntamento con l’informazione di ‘Bersaglio Mobile’, condotto dal direttore della testata giornalistica di La7 analizzerà con la consueta autorevolezza e con ospiti in studio le ultime sull’attualità e sulla cronaca politica ed economica.

Dalla Chiesa-La7, è scontro sul nuovo programma


Rita Dalla Chiesa potrebbe adìre alle vie legali contro Urbano Cairo, patron de La7, a causa della sospensione del suo nuovo programma. Dopo aver lasciato Mediaset, l’ex conduttrice di Forum avrebbe dovuto varare una nuova trasmissione nel pomeriggio di La7. Ad oggi ancora nulla si è mosso ed anzi una proposta fatta dal team della Dalla Chiesa è stata bocciata da Cairo per il ‘budget troppo alto’.

Scrive la presentatrice:

Se dovessi ricevere una conferma scritta e l’ipotesi di cancellazione dovesse risultare ufficialmente, allora sarò costretta a portare Cairo e la sua rete davanti ai giudici. Voglio augurarmi che questo non abbia seguito e che non debba essere costretta a tutelare il mio buon diritto in tribunale.

Replica la rete:

La7 comunica di aver preso atto con stupore delle dichiarazioni della Sig.ra Dalla Chiesa e precisa che l’azienda non ha alcun obbligo contrattuale relativamente alla produzione e alla messa in onda di uno specifico programma, essendo le decisioni in merito rimesse esclusivamente alla propria valutazione.

Triste epilogo per la nuova avventura della giornalista. Attendiamo novità nelle prossime settimane.

Fonte: tvblog