#ProgrammiTV: i vincitori dei sondaggi social


Ecco tutti i vincitori “di stagione” dei #Sondaggi che in queste settimane ho aperto sui social. Categoria per categoria. Grazie a chi di voi ha partecipato. Qui di seguito i risultati completi. Appuntamento alla prossima stagione!

Ascolti boom di inizio stagione per #La7


Risultati immagini per propaganda live floris

Tutto iniziò dai picchi di ascolto della maratonamentana estiva. Complice la crisi di governo e l’aumento di interesse per la cronaca politica, stiamo assistendo ad un vero e proprio boom di ascolti per i programmi di informazione de La7.

Il ritorno di PropagandaLive è stato premiato con il 6,1% di share, un punto e mezzo in più dello scorso anno. La prima puntata della nuova stagione di DiMartedì, condotta da Giovanni Floris, ha totalizzato quasi 2 milioni di spettatori con il 9,8% di share, 3,5 punti sopra la prima della stagione precedente.

Risultati interessanti anche per L’Aria che tira, il contenitore informativo della mattina. Myrta Merlino ha esordito il 2 settembre con il 6,1%, risultato superiore al 4,8 del settembre 2018. Festeggia anche Lilli Gruber, il suo Otto e Mezzo ha interessato 1.9 milioni di ascoltatori lunedì 9 settembre, l’8,1% di share, contro il 4,9 di dodici mesi fa.

Un successone. Ed all’appello mancano ancora Piazzapulita e non è l’Arena. Bisognerà solo capire se, con la partenza del governo Conte II, l’interesse verso la politica subirà un calo.

La fine del 2019, con le elezioni in Umbria e la Leopolda renziana con annessa probabile scissione piddina, ed il 2020, ricco di appuntamenti elettorali regionali, potranno regalare grandi soddisfazioni ad Urbano Cairo ed al suo team

Nuova stagione tv, ripartono trasmissioni, show e telefilm


L’estate televisiva volge al termine. Domani 9 settembre riparte la nuova stagione Tv, volti noti e nuovi arrivi arricchiranno i palinsesti delle reti televisive italiane.

DAYTIME E PRIME TIME

Iniziamo da Rai1. Uno Mattina si allarga, dalle 6 e mezza sino a mezzogiorno, quando passerà la linea ad Antonella Clerici per La prova del Cuoco.

Elisa Isoardi è in forte ascesa. Confermatissima, sarà lei a condurre il contenitore mattutino, dalle 6.42 di Unomattina con Duillio Gianmaria. A seguire alle 10.00 ecco Unomattina Storie Vere con Eleonora Daniele. Alle 10.30 Unomattina Verde ancora con Elisa Isoardi e Massimiliano Ossini. E infine, alle 11.30 Unomattina Magazine con Lorella Landi.

Il pomeriggio della rete ammiraglia sarà appannaggio del La Vita in Diretta condotta dalla coppia formata dalla da Paola Perego e dal giornalista, inviato speciale del Tg1 Franco Di Mare.

Il 16 settembre tornerà anche l’Eredità di Carlo Conti, programma alla 13esima edizione consecutiva. In onda dal 2002. Stasera poi Flavio Insinna condurrà il nuovo ciclo di Affari Tuoi mentre domani, in seconda serata Bruno Vespa riapre la terza camera con Porta a Porta.

Mattino Cinque torna con Federico Novella dal 9 settembre su Canale5. Anticipazioni e live su TvBlog

Canale 5 non sta a guardare. Mattino Cinque debutta domani alle 8.45 con la nuova coppia alla co-conduzione, formata da Federico Novella e Federica Panicucci.

Forum, da lunedì 9 settembre su Canale5. Anticipazioni e live su TvBlog

Partito la settimana scorsa Pomeriggio 5 con Barbara d’Urso, torna a mezzogiorno Forum, con una edizione completamente rinnovata e con la nuova conduttrice Barbara Palombelli. Il quiz show di Paolo Bonolis, Avanti un altro, debutterà il 16 settembre, in concorrenza con Rai1 e l’Eredità.

Piazzapulita, Corrado Formigli:

La7 risponde con PiazzaPulita, in partenza domani sera con l’affaire decadenza Berlusconi. Il 17 invece toccherà a Salvo Sottile ed al nuovo talk-crime ‘Linea Gialla’. Il concorrente ‘Quarto Grado’, su rete4, condotto da Nuzzi è già iniziato. Vedremo quale dei due sarà peggio.

Infine Rai3. Presadiretta già in attività da una settimana. Marted’ e mercoledì si aggiungono Ballarò e Chi L’ha visto.

E poi arriveranno gli show di prima serata. Io Canto, da stasera su canale5 e Pechino Express su Rai2. Poi a fine settembre l’ennesima trita e ritrita edizione di Ballando.

TELEFILM E SERIE TV

La seconda rete Rai si appresta ad una infornata di Serie tv. Ripartite ieri sera Castle ed Elementary. Arriveranno Criminal Minds, Blue Bloods e poi ancora NCIS e il suo spin off NCIS Los Angeles, oltre poi a The Good Wife. Tanti altri i telefilm in onda sulle varie reti free.

Ma venerdì 13 la scelta è davvero difficile perché su Rai2 parte la primissima stagione di Bates Motel, ispirata a Psycho di Alfred Hitchcock e che racconta l’infanzia di Norman Bates (Freddie Highmore), soffermandosi in particolare sul particolarissimo rapporto con la madre (Vera Farmiga).

Da giovedì 12 settembre su Italia 1 diamo il benvenuto al dottor Hannibal Lecter (protagonista de Il silenzio degli innocenti e qui interpretato Mads Mikkelsen) in versione televisiva con la prima stagione di Hannibal, serie nella quale lo spietato personaggio metterà la sua mente oscura e perversa al servizio dell’FBI.

Novità The Newsroom (Rai3), serie HBO che racconta il dietro le quinte di un tg e che può fregiarsi della creatività dell’apprezzato sceneggiatore Aaron Sorkin (The West Wing) mentre ad ottobre è in arrivo la prima stagione di Scandal con Olivia Pope (la magnetica Kerry Washington) che ci condurrà alla scoperta dei segreti dell’elite americana, dai multimilionari fino alla stanza dei bottoni della Casa Bianca.

Da lunedì 16 settembre su Rai4 si passa dalla barricata dei tutori della legge a quello dei criminali, con la terza stagione di Broadwalk Empire che ci permetterà di scoprire come verrano ridisegnati i rapporti di potere ad Atlantic City dopo la morte di James “Jimmy” Darmody, ucciso proprio nell’ultima puntata dell’annata precedente. Ed a settembre aceneranno in campo altri due pezzi da 90;

su Italia1 sbarca in prima visione free la prima stagione di The Following, con il duello tra l’ex agente dell’FBI Ryan Hardy (Kevin Bacon) e il serial killer Joe Carroll (James Purefoy), spietato criminale che per i suoi delitti si ispira, con i suoi “seguaci”, al maestro del mistero Edgar Allan Poe;

tutt’altra atmosfera su La7 per la nona stagione di Grey’s Anatomy

In&Out: Gazebo e Quinta Colonna, due modi diversi di usare ‘la piazza’


Gazebo e Quinta Colonna. Come rappresentare la ‘piazza’ in due modi diversi. Il primo, in onda la domenica in seconda serata su Rai3, ideato e totalmente gestito dal blogger Diego Bianchi, in arte ‘Zoro’, usa una sorta di ‘documentario’ per analizzare, dal basso, i principali avvenimenti politici.

Bianchi già da anni, con una semplice videocamera, ci mostra ‘la piazza’ confondendosi tra le persone, carpendo commmenti di semplici cittadini, di giornalisti e di personalità politiche. Un modo originale per fare informazione.

Con Gazebo si ha un salto di qualità ovvero ai filmati di Zoro si aggiunge il commento in studio, con lo stesso Bianchi assieme al giornalista dell’espresso Marco Da Milano ed aiutati dalle vignette satiriche di un autore d’eccezione, Makkox. Una delle parti più divertenti del programma è la ‘Top social’, in cui vengono mostrati i principali commenti ‘social’ degli esponenti politici italiani.

Un bel programma, ironico, che usa l’informazione per fare satira (e non solo). Gli ascolti lo danno attorno al 7%.

Ed ora arriviamo a Quinta Colonna. In onda su Rete4, la trasmissione condotta da Paolo Del Debbio incarna invece il peggior format possibile sul modo di utilizzare ‘la gente’. Ospiti politici scadenti, collegamenti frequenti con la ‘piazza’, il trionfo del populismo più becero, una sorta di mix tra Piazza Pulita, Servizio Pubblico e Barbara d’Urso. Un piccolo assaggio:

Roba da far venir voglia di cambiare canale. Eppure ha un discreto successo. Uno share tra il 7 e l’8% garantisce a Rete4 ascolti migliori rispetto alla media di rete, vicina al 6.

Travaglio-Formigli, scambio di accuse sul ‘caso Grasso’


I fatti. Giovedì scorso a Servizio Pubblico Marco Travaglio ha accusato duramente il Presidente del Senato Pietro Grasso, il quale ha poi telefonato in diretta per chiedere un faccia a faccia con il giornalista piemontese, da farsi in un’altra trasmissione. Corrado Formigli, sempre de La7, si è offerto di ospitare i due nella sua trasmissione Piazzapulita. Grasso ha accettato, Travaglio no. Da li l’inizio della querelle tra i due giornalisti.

Travaglio su Formigli e Grasso:
Forse molti si sono fidati dello spot furbetto che ha mandato in onda, dove c’è la mia faccia e le mie frasi e si dice che Grasso risponderà alle mie accuse. Peccato che si siano messi d’accordo alle mie spalle. Se le cantino e se le suonino. (…) E’ per quello che tra giovedì e venerdì, nottetempo, si sono messi d’accordo alle mie spalle, per fare un confronto senza avermi chiesto se fossi andato in una delle poche trasmissioni in cui io non metterei mai piede per ragioni igieniche.

Risposta di Formigli:
Ha detto che non parteciperà a PiazzaPulita per motivi igienici, effettivamente noi non ci facciamo spolverare le poltrone da Berlusconi. Noi comunque stasera puliamo tutto con il Cif Ammoniacal, così se Travaglio vuole arrivare all’ultimo momento ci sarà lo studio che profuma di pulito. A me farebbe piacere che venisse
______________________

Wow, che maturità eh? Ad occhio e croce quella dell’asilo….

La7, rete in crisi di ascolti? Non proprio, guardando i dati auditel


E’ iniziata la nuova stagione televisiva, sulle varie reti nazionali si riaffacciano i programmi di sempre assieme ad alcune novità. Gli ascolti poi non sempre sembrano premiare le scelte delle direzioni di rete. Vediamo oggi il palinsesto di La7. La rete di Telecom Italia, in predicato di essere venduta (speriamo non a Mediaset) presenta alcune trasmissione interessanti anche se non ripagate da ascolti degni di nota.

Cominciamo dal nuovo programma di infotainment di Cristina Parodi. Il Cristina Parodi Live, una via di mezzo tra il primo Verissimo condotto dall’ex volto del Tg5 e Le invasioni barbariche della collega di rete Daria Bignardi. Notizie, curiosità, interviste. Una buona alternativa alle ‘concorrenti’ di Rai e Mediaset, ovvero La Vita in Diretta e Pomeriggio Cinque. Gli ascolti però non appiaono molto buoni, attorno al 2% di share, sicuramente sotto le aspettative della rete di Telecom Italia.

Dopo la Parodi senior ritorna Parodi juior con I menù di Benedetta, la trasmissione culinaria di Benedetta Parodi. Quest’anno l’ascolto sembra essere un po’ piu il linea con gli obiettivi aziendali, il 3% non è tanto ma neanche poco.

Il day time di La7 si conclude con la nuova edizione di GDay. Il programma di informazione satirica condotto da Geppi Cucciari, giunto alla terza edizione, sembra accusare il colpo. La perdita di Matteo Bordone ha tolto un po’ alla trasmissione che comunque resta un buon prodotto, purtroppo non premiato dall’auditel. L’ascolto si ferma a circa il 2,5% di share.

Dopo il telegiornale di Enrico Mentana, Lilly Gruber conduce di nuovo Otto e mezzo. Stesso contenitore politico, stesso conduttore, ascolti simili a quelli degli anni precedenti (6%) anche se nettamente inferiori al picco dell’autunno-inverno scorso.

L’Infedele di Gad Lerner, giunto all’ultima edizione, non sembra godere della stessa salute delle stagioni precedenti. Lo share è calato sotto il 4%, nulla in confronto al 6-8 dello scorso anno.

Anche Piazzapulita di Corrado Formigli accusa il calo di interesse verso i contenitori politici. Senza la concorrenza di Santoro, il programma non arriva al 5% di share mentre lo scorso anno arrivava anche a punte del 7-8%.

Aspettando Maurizio Crozza l’intrattenimento è affidato a Teresa Mannino con Se stasera sono qui, per ora con ascolti altalenanti, vicini al 3,5% di share.

La7 è quindi in crisi di ascolti? Non proprio. Se confrontiamo le medie auditel di luglio 2009 con quelle di luglio 2012 vediamo che in soli tre anni molto è cambiato nel panorama televisivo nazionale. Il diffondersi del digitale terrestre ha gonfiato gli ascolti delle reti ‘all digital’ come Rai4, Iris, Rai Premium, Boing etc a discapito delle reti tradizionali.

Eccezion fatta per Rai1, che si mantiene al 20% di share per altre reti è un vero crollo. Dal 2009 ad oggi Canale5 è passata dal 19 al 13 (-6), Italia 1 dall’11 al 7 (-4), Rete4 dal 9 al 6 (-3), Rai2 dal 10,5 al 9 (-1,5) e Rai3 dal 9 al 7 (-2). Questo perche le reti  all digital hanno avuto un boom. Rai digit è passata dall’1,5 al 7 (+5.5), Mediaset Digit ha avuto piu di 3 punti in piu, arrivando al 6% circa. Aumenti anche per Sky e per le altre reti terrestri , entrambi dall’8 all’11 (+3).

In tutto questo sconvolgimento La7 nel luglio 2009 aveva il 2,5% a fronte di 3,3% di questo luglio. Quasi 1 punto di share in piu, mentre tutte le altre reti tradizionali accusavano il colpo.

 

A Piazzapulita il confronto tra Mulè (Panorama) ed Ingroia sull’affaire Intercettazioni


A PiazzaPulita, che ricomincia questa sera su La7, il confronto tra Giorgio Mulè, Panorama, ed Antonio Ingroia, Pm di Palermo, citato nelle fantomatiche intercettazioni attribuite al Capo dello Stato:

TvZoom. Riparte questa sera, alle 21.10 su La7, la seconda edizione di Piazzapulita su La7, condotto da Corrado Formigli. Nella prima puntata (del programma che nel corso dell’anno si alternerà con Santoro), si parlerà del futuro dell’Italia.

Santoro su La7, è quasi ufficiale


Dal prossimo autunno vedremo Santoro su La7, è quasi ufficiale:

Il matrimonio fra Michele Santoro e La7 è vicino al concretizzarsi. Il 5 luglio verranno presentati i palinsesti della rete di Telecom Italia Media (ufficialmente in vendita da qualche mese ormai), per quella data dovrebbe essere arrivata l’ufficialità di un accordo con il conduttore (e produttore) di Servizio Pubblico, ma le voci riportate anche dall’Ansa parlano di un’intesa “verbale già raggiunta”. La 7 avrebbe messo sul piatto una cifra importante e avrebbe accordato a Santoro tutto quanto richiesto dal giornalista in termini di libertà editoriale.

Santoro dovrebbe andare in onda al giovedì sera alternandosi con il Piazzapulita di Corrado Formigli, che aveva già commentato positivamente la possibilità di lasciare spazio al suo mentore, ma rispetto alle prime indiscrezioni sul tema questa alternanza non dovrebbe essere stagionale. Un mese a testa? 4 settimane? Non è ancora chiaro, bisogna attendere l’ufficialità. [Tvblog]