Ipocriti, TUTTI!


Ipocrita Monti, che continua ad usare tante belle parole ma che, in realtà, non ha fatto altro che ‘prendere’ soldi dai soliti redditi (dipendenti e pensionati) senza colpire caste e corporazioni.

Ipocrita Bersani quando dice di non volere la grande coalizione ma cerca di fare una alleanza solo con Sinistra e Libertà. PD e Sel possono arrivare al massimo al 31-33%, soglia che non permetterà di formare un governo dopo le elezioni e che quindi constingerà il PD ad una grande coalizione con i centristi di Casini e probabilmente anche con il Pdl.

Ipocrita Renzi, che spara a zero sui ‘sepolcri imbiancati’ del PD, su Vendola, su tutta la Sinistra ma poi non propone una vera alleanza politica, non da risposte chiare e nette sui temi scottanti e quindi non fa che imitare Bersani, rimanendo sul ‘vago’ su ogni cosa.

Ipocriti quelli di Sel, della Federazione della Sinistra e dell’Italia dei Valori che presentano un Referendum per abolire la Riforma Fornero sull’Articolo 18 ben sapendo che quelle firme sono inutili visto che la consultazione referendaria non potrà celebrarsi nel 2013 a causa delle elezioni politiche e che quindi sarà rimandata al 2014. Che senso ha organizzare una raccolta firme ora quando la si può fare dopo le elezioni, magari avendo maggiore consenso politico e mediatico? Lo si fa solo per avere un minimo di visibilità, questo è il vero scopo. Alla faccia dei cittadini.

Ipocriti Beppe Grillo ed i suoi sodali, che promettono di rivoluzionare un Paese senza mettere in preventivo che un Paese non si può cancellare in un minuto ma va modificato facendo i conti con tutte le ‘caste’, le ‘corporazioni’ ed i ‘poteri forti’ presenti. Slogan populisti e volgari non aiutano il cambiamento.

Ipocrita Casini che invece di sciogliere l’Udc, rinunciando ai privilegi del suo partito, sta tentando solo di fare una ‘grande Udc’ inglobando qualche disperato o nuovi junior parter (vedi Fini)

Ipocrita Berlusconi che ancora non si espone in prima persona ma che è ben pronto a fare sempre i suoi interessi, acquistando La7 o comunque mandando una truppa notevole in Parlamento per impedire che vengano approvate leggi contro i suoi affari e la sua persona.

Ipocrita Maroni che  a parole  rinnega l’alleanza con il Pdl ma che, nei fatti, sta gia tessendo la tela per un accordo politico. In primis sulla legge elettorale.