#PreseraleStory: una sfida appassionate tra #Rai1 e #Canale5


Risultati immagini per conto alla rovescia canale 5

Conto alla rovescia è il nuovo arrivato nella fascia preserale di Canale5. Il game condotto da Gerry Scotti, nel quale alcuni concorrenti devono rispondere a varie domande di cultura generale, fornisce lo spunto per ripercorrere brevemente la storia del Preserale in TV degli ultimi trentanni, una vera sfida appassionante tra Rai1 e Canale5.

Tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90 è stata l’ammiraglia del Biscione a farla da padrone. Il Gioco dei 9, Ok il prezzo è giusto e la Ruota della Fortuna hanno caratterizzato il successo Fininvest di quei periodi.

Immagine correlata

Dal 1991 al 1994 Mike Bongiorno è stato il vincitore assoluto della fascia oraria precedente il Telegiornale della sera. L’esordio della ‘diretta’ su Canale5, con il successo del nuovo TG diretto da Enrico Mentana, si deve anche al potente traino lasciato in dote proprio da ‘La Ruota’ di Mike. Vani furono alcuni tentativi di Rai1, si ricordano Ci Siamo con Gigi Sabani e Grazie Mille con Nino Frassica. Grandi ascolti quindi per il Re del Quiz, il cui mito sarà infranto, qualche anno dopo, solo da un altro mostro sacro della Tv, Pippo Baudo.

Risultati immagini per luna park rai1

Il presentatore siciliano, allora direttore artistico della RAI, progettò assieme ad altri autori un quiz nuovo che prese spunto anche da show del passato. Nacque così Luna Park.

Il programma aveva la particolarità di una conduzione diversa per ogni giorno della settimana. A condurlo le stelle della Tv di Stato di allora. Fabrizio Frizzi, Rosanna Lambertucci, Mara Venier, Milly Carlucci e lo stesso Pippo Baudo. Fu un successo travolgente, Bongiorno e la sua Ruota vennero sconfitti a più riprese, tanto da spingere i vertici Mediaset a cambiare collocazione e rete al programma.

Immagine correlata

La stagione 1996-97 segnò la rivincita di Canale5. L’addio di Baudo e Bonolis dalla Rai indebolì la Tv di Stato. E proprio Bonolis, con la consulenza di Corrado e di altri autori, darà il colpo finale al Luna Park ormai orfano di Baudo. Con Tira e Molla, ricco di giochi e divertimenti condotto dal presentatore romano, Canale 5 dominò il preserale vincendo la sfida e mandando in soffitta il programma concorrente della Rai, il quale aveva imbarcato Anna Falchi, Giancarlo Magalli e Carlo Conti tra i conduttori. Il successo si ripeté anche l’anno successivo. Tira e Molla batté il nuovo game-show Colorado, dapprima affidato alla stella nascente Alessandro Greco e poi preso in corsa da Carlo Conti. Flop di ascolti per Rai1 e programma cancellato.

Il nuovo successo per la rete ammiraglia della Rai arrivò l’anno seguente. La stagione 1998-99 vide Rai1 stravincere con il nuovo programma In bocca al Lupo. Regia di Joselyn, conduzione di Carlo Conti.

Immagine correlata

Un grande successo che travolse Fiorello ed il suo Superboll, su Canale5 tanto da portare alla cancellazione del programma ed al lancio di quel Passaparola che, presentato da Gerry Scotti e poi da Claudio Lippi, avrebbe tenuto compagnia ai telespettatori per molti anni.

Su Rai1, dopo il successo di In Bocca al Lupo, andato in onda per due stagioni, ad ottobre 2000 arrivò Quiz Show, un game condotto da Amadeus, molto simile a Chi vuol essere miliardario, programma in onda dal maggio precedente su Canale 5 in alternanza con Passaparola. Quiz show vinse la sfida del preserale per una stagione e mezza ma fu chiuso per problemi di diritti televisivi a gennaio 2002.

Risultati immagini per eredità amadeus

Dalla stagione 2002-2003 sempre su Rai arrivò quello che è il programma leader ancora oggi: L’Eredità. Prima con Amadeus, poi con Carlo Conti e con il compianto Fabrizio Frizzi, oggi con Flavio Insinna, l’Eredità batté quotidianamente il competitor di Canale 5, garantendo a Rai1, il primato della fascia oraria.

Risultati immagini per passaparola il milionario

Se Rai1, negli ultimi 16 anni, ha trovato stabilità nel format, Canale5, anche per via di ascolti non sempre soddisfacenti, ha continuato a sperimentare. A Passaparola ed il Milionario di Scotti, alternatisi sino al 2006, sono seguiti molti game.

Amadeus ha proposto Formula Segreta ed 1 contro 100, senza grande successo. Bonolis ha provato con Fattore C, con scarsa rilevanza e poi nel 2011 con Avanti un altro, show che invece ha avuto un buon riscontro nel pubblico e seppur battuto da L’Eredità, ha saputo conquistarsi un posto nella fascia preserale, alternandosi con altri programmi. Gerry Scotti ha poi condotto 50 e 50, La Stangata e The Money Drop.

Immagine correlata

Dal 2012 la coppia Bonolis-Scotti ha proposto, in alternanza e con un buon gradimento, Avanti un altro e Caduta Libera. Ai quali si è aggiunto nelle ultime stagioni, The Wall, sempre condotto da Scotti. Proprio Caduta Libera ha ridotto molto le distanze dal competitor di Rai1. E’ di questi ultimi giorni il nuovo arrivato, sempre in casa Mediaset e sempre guidato da Gerry Scotti, Conto alla rovescia.

Chi la spunterà a fine stagione?

Il calo verticale di #Tale&Quale


Risultati immagini per tale e quale show

Non è piacevole scrivere un articolo critico verso un programma che si è apprezzato per molto tempo. Eppure succede. E’ il caso dello show musicale condotto da Carlo Conti. Non è chiaro se per motivi di riduzione del budget o per una serie di sfortunate coincidenze ma la nuova stagione di Tale&Quale rischia di passare alla storia come la meno riuscita.

Il problema principale è il cast ovviamente. Non particolarmente indovinate le partecipazioni di alcuni personaggi. Ed eccezione di Agostino Penna, Sara Facciolini e Lidia Schillaci, gli altri non rendono al meglio. Molti peraltro i volti sconosciuti ai più. Anche le gag tra Panariello e Salemme non convincono, ripetitive. Il tutto risulta davvero troppo autoreferenziale. L’auditel avvalora questa tesi. Di puntata in puntata calano spettatori e share:

Fonte wikipedia

Forse, dopo nove edizioni, è il caso di far ‘riposare’ il format per un po’, sostituendolo magari con la versione NIP, delle persone comuni, di cui vedremo un assaggio nell’ultima puntata di questa stagione.

#AscoltiTV: promossi, bocciati e rimandati di inizio stagione


Risultati immagini per imma tataranni

E’ iniziata una nuova stagione televisiva e già il pubblico emette i primi, parziali, verdetti. Iniziamo dalle partenze flop.

Non sembra andare bene DomenicaVentura, il nuovo programma di Simona Ventura nel day time della domenica di Rai2 non decolla. Le prime due puntate hanno totalizzato ascolti attorno al 4% di share, circa la metà rispetto al Mezzogiorno in Famiglia, il programma che per anni ha occupato la stessa fascia oraria ed è stato soppresso a fine stagione scorsa. E’ ancora presto per dare un giudizio definitivo ma la bocciatura si avvicina.

Per Rai2 i guai non finiscono qui. Anche la nuova edizione di Detto Fatto, il programma a base di tutorial condotto da Bianca Guaccero non ripete i dati dello scorso anno. Ieri il programma ha intrattenuto 475.000 spettatori, con il 4.2% di share. Ben lontano dal 6,8% di media della stagione precedente. Non va bene neanche il nuovo show di Carlo Cracco. Nella mia cucina ieri è stato visto dal 3% degli spettatori. Numeri deludenti per Freccero che spera nel successo di Che tempo che fa, traslocato da Rai1 in estate. Bocciati, per ora.

Crisi di ascolti anche per Rai1. La Vita in diretta non sta entusiasmando e l’accoppiata Matano-Cuccarini si porta a casa dati inferiori rispetto alla media dello scorso anno. Sulla via della bocciatura.

La rete ammiraglia si prende la sua rivincita con la fiction. Buon esordio per Imma Tataranni-Sostituto procuratore. La versione femminile di Montalbano, nata dalla penna della scrittrice Mariolina Venezia ed interpretata dalla brava attrice Vanessa Scalera ha vinto la sfida degli ascolti di domenica scorsa, totalizzando 5.118.000 spettatori con il 23.3% di share. Promossa a piene mani.

Infine un commento su EuroGames, i Giochi senza frontiere made in Mediaset. Alvin e Ilary Blasi sembrano avere molto feeling, le sfide sono divertenti ma forse un po’ lente. Va dato atto che il prodotto rappresenta una eccezione rispetto alle classiche serate di Canale 5, gli ascolti non sono andati male nella prima puntata ma la sensazione è che alla lunga lo show potrà subire un calo. Vedremo. Per ora è rimandato.

Il declino di #taleequaleshow


Risultati immagini per tale e quale 2019

Il lento declino di Tale&Quale, show Rai di grande successo nelle passate stagioni, si legge nei numeri auditel di stamattina. La prima puntata della nuova edizione ha avuto un ascolto medio di 3.844.000 spettatori, share al 21,5%. Nel 2018 i dati dicevano 4.430.000 e 23.24%. Un calo netto, malgrado la contro programmazione ‘soft’ di Canale 5.

La prima puntata non permette di tracciare un bilancio definitivo ma l’affanno negli ascolti si affianca ad un impoverimento del cast artistico, composto quest’anno da personaggi quasi ‘sconosciuti’ ai più. Un programma ‘stanco’ , troppo autoreferenziale e ‘conticentrico’, che cerca una via di rinnovamento nella versione Nip, delle persone comuni, di cui potremo vedere un assaggio nell’ultima puntata stagionale. Una via peraltro già sperimentata in passato con vari programmi Mediaset, tra i quali ricordiamo Re per una notte con Gigi Sabani e Momenti di gloria con Mike Bongiorno.

Il rischio di perdere la sfida degli ascolti con Rosy Abate di Canale 5, in partenza dal 20 settembre, è alto.

Ascolti, dalla prima all’ultima edizione:

Inizia la nuova stagione Tv, tanti programmi in partenza


Risultati immagini per eurogames canale 5

Palinsesti autunnali ai nastri di partenza! Da lunedì 9 torna la programmazione regolare di molti programmi televisivi. Da Uno Mattina a Mattino 5, da La Vita in diretta, in cui troveremo Lorella Cuccarini ed Alberto Matano, a Pomeriggio 5 della immarcescibile Barbara D’Urso. Nuova stagione anche per Porta a Porta, per Mattina in Famiglia, con Monica Setta e Tiberio Timperi al sabato e Domenica In con Mara Venier dal 15 settembre.

Confermati i principali show degli scorsi anni, da Tale e Quale al GFVip passando per L’Isola, Temptation Island Vip, X factor, Live non è la D’Urso, Fratelli di Crozza sino ad arrivare a Che tempo che fa, traslocato in estate su Rai2.

La7 conferma in blocco i programmi di informazione, dagli speciali di Mentana, a L’Aria che tira, passando per Non è l’Arena, Atlantide, Piazzapulita, Dimartedì, Ottoemezzo, PropagandaLive.

Concentriamoci sulle novità, alcune in arrivo a settembre, altre più avanti:

  • Eurogames: il vecchio Giochi senza frontiere, riveduto e corretto, condotto da Alvin e Ilary Blasi. (Canale5)
  • Amici Celebrities, la versione Vip del talent più famoso, sarà condotto da Michelle Hunziker, affiancata da Maria De Filippi nelle prime puntate (Canale5)
  • Domenica Ventura: il ritorno di Simona Ventura al calcio, sempre sulla seconda rete Rai, prima di Quelli che. Una scommessa. (Rai2)
  • Maledetti Amici Miei, il programma comico con protagonista Giovanni Veronesi, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber, Max Tortora e Margherita Buy. (Rai2)
  • Assemblea Generale, che segna il ritorno di Serena Dandini sulla terza rete dopo, affiancata da Filippo Timi (Rai3)
  • Eden, Licia Colò sbarca sulla rete di Cairo con un programma sulla natura e sulle emergenze ambientali. Nella primavera 2020. (La7)
  • Ho qualcosa da dirti, in onda dal lunedì al venerdì, condotto da Enrica Bonaccorti. I protagonisti in ogni puntata dovranno svelare qualcosa a qualcuno. (Tv8)
  • L’assedio, Daria Bignardi torna in tv dopo quattro anni con un talk costituito da interviste a vip e gente comune (Nove)

#PalinsestiRai 2019-2020: principali novità


Risultati immagini per palinsesti rai

Varati i palinsesti Rai per la stagione 2019-2020. Non ci sarà Massimo Giletti che ha rinnovato con La7. Fazio trasloca su Rai2. La ‘sovranista’ Cuccarini premiata con la conduzione de La Vita in Diretta. Serena Dandini torna su Rai3. Fiorello su RaiPlay. Nessuno show per Antonella Clerici. Nuovo programma per Milly Carlucci, oltre a Ballando. Queste le principali novità. Qui di seguito il dettaglio, canale per canale.

RAIUNO

Le principali novità del daytime sono i nuovi conduttori di UnoMattina, ovvero la conferma del duo estivo Roberto Poletti e Valentina Bisti ed il cambio di conduzione a La Vita in diretta, dove Lorella Cuccarini ed il volto del Tg1 Alberto Matano prendono il posto di Tiberio Timperi e Francesca Fialdini. Timperi sarà di nuovo il padrone di casa ad UnoMattina In famiglia, nel weekend della prima rete Rai. Sarà affiancato dalla new entry Monica Setta.

Francesca Fialdini sbarcherà invece nella domenica pomeriggio, dopo la riconfermata Domenica In di Mara Venier. A Ruota Libera il nome del programma, che occuperà la fascia già di Cristina Parodi.

In prima serata, oltre al riconfermato Tale e Quale, sbarcano due nuovi show, Venti Anni che Siamo Italiani, con Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada. A dicembre il ritorno in prima serata di Mara Venier con La Porta dei Sogni.

Riconfermato anche Ulisse di Alberto Angela. Spazio poi ad alcune prime serate sui musicisti italiani, da Ruggeri a Bocelli.

Infine la fiction sarà grande protagonista delle prime serate della rete di Teresa De Santis.

RAIDUE

Sulla seconda rete sbarca Carlo Cracco con Nella mia cucina, un masterchef redux. Simona Ventura sarà il volto di Rai2 con un nuovo Show nella domenica pomeriggio, prima delle partite di calcio. A lei sarà anche affidato un programma musicale, The Voice o altro. La conduttrice piemontese sarà anche ne Il Collegio, la fiction giovanile che tanto successo ha fatto in questa stagione.

Infine Fabio Fazio con Che tempo che fa, in arrivo da Rai1, alla domenica dopo il Tg2 e con una anteprima alle 19.40 “Che tempo che farà”. Per il resto tanto Cinema e serie Tv.

RAITRE

Su Rai3 tante conferme e poche novità. Una delle quali sarà il nuovo show di Filippo Timi. Riconfermato anche il programma di Raffaella Carrà “A raccontare comincia tu” e Serena Dandini con “La tv delle ragazze”.

Novecento80: #ProntoRaffaella, il primo show del mezzogiorno Rai


Secondo numero di Novecento80, edizione 2017. Oggi parliamo di Pronto, Raffaella?, il primo show del mezzogiorno di Rai1. Per la prima volta la Rai si cimentava in un programma della tarda mattinata, mandando in pensione il ‘monoscopio’ ed accendendo le luci su una fascia oraria mai sperimentata prima. Il tutto per combattere la concorrenza sempre più forte di Fininvest che da anni presidiava il settore con Corrado (Il pranzo è servito) e Mike Bongiorno (Bis).

Si dedise quindi di affidare la nuova fase sperimentale ad un volto noto al pubblico della prima rete pubblica, quello di Raffaella Carrà. La conduttrice romagnola esordì il 3 ottobre 1983 e per il programma fu subito grande successo. Fortunatissima la sigla, Fatalità, ancora oggi ricordata tra i principali brani cantati dalla artista.

Diviso in vari segmenti, interviste, spazi comici (in cui si vedeva un giovanissimo Fabio Fazio) , balletti (coreografati da Sergio Japino) e filmati, per la prima volta si diede spazio al pubblico da casa con il quiz telefonico. Si doveva indovinare il quantitativo esatto di alcuni oggetti in un contenitore. Per molte settimane nessuno indovinò il numero dei fagioli inseriti nel barattolo, creando un tale clamore che il segmento è passato alla storia come ‘il gioco dei fagioli’.

Lo studio proponeva una ambientazione tipicamente casalinga, raffigurando un salotto con sullo sfondo una terrazza a grandi finestre che riproduceva la vista su Roma.

Lo show, ideato da Gianni Boncompagni e scritto anche da Giancarlo Magalli, arrivò a punte di 14 milioni di telespettatori e vide tra gli ospiti intervistati dalla Carrà anche Madre Teresa di Calcutta, in una delle rare apparizioni tv.

Carrà lasciò il programma nel 1985, sostituita da Enrica Bonaccorti in Pronto, chi gioca? sino al 1987 e poi da Giancarlo Magalli in Pronto, è la Rai? nel 1988.

Promosso o Bocciato? I Medici – Rai1


8_58062b0551669

Da oggi una nuova rubrica per il blog. Promosso o bocciato? Un programma tv o un serial giudicati da me. Con voto finale e sentenza inappellabile! Iniziamo da I Medici, la serie tv ‘storica’ made in Rai.

Storia/Sceneggiatura
Forse un po’ troppo romanzata, storie piegate ad esigenze di copione unite ad un ritmo lento non rendono la serie stilisticamente perfetta.

VOTO 6

Attori
Il cast internazionale è all’altezza, non così come quello italiano, deludente.

VOTO 6,5

Musiche/Scene/Costumi
Il punto forte de I Medici sono le musiche, di Paolo Bonvino ed i costumi, di Alessandro Lai. Scene ed ambientazione donano al serial una forza straordinaria.

VOTO 8

1280x720_1476701973285_i-medici

VOTO TOTALE: 6,8

promosso