Europee, in diretta con il blog


EURODIRETTA
Seguite le elezioni europee ed amministrative nella diretta del blog. Exit poll, dati, sondaggi sul voto. Da questa sera alle 18 a domani sera alle 23.00. Fonti: Termometro Politico, Il Post, Repubblica.it, Polisblog, Ansa, elections2014.eu, Lettera43

23.15. Spagna: crollano Popolari e Socialisti. eldiario.es @eldiarioes RESULTADOS: Derrumbe del bipartidismo PP 26,03% (42,1%) / PSOE 23,04% (38,7%

23.00 Primo exit poll in Italia: primo Pd, secondo M5s, terzo Forza Italia. Secondo l’istituto EMG La7 dai primi exit poll il Pd sarebbe al 33%, M5S al 26.5, Forza Italia 18%, Lega Nord 6%, L’Altra Europa con Tsipras 4,2%, Ncd-Udc-Ppe 4%, Fdi 3,8%, Sc 1,3%, Verdi 1-1,5%.

Secondo invece gli Secondo gli intention poll realizzati dall’Istituto Piepoli-Coesis Research per l’ANSA il Pd è al 29,5-32,5%, M5s al 25-28%, Forza Italia al 18-20%. Ndc-Udc al 5-7%, Lega Nord 4,5-5,5%, L’altra Europa con Tsipras al 3,5-4,5%, Fratelli d’Italia-An al 3-4%, Scelta Europea al 2-3%, a

 22.40 I Popolari dovrebbero essere maggioranza relativa in Parlamento UE. electionista         @electionista @TNS_opinion estimate of seats: EPP 211 S&D 193 ALDE 74 GN/EFA 58 GUE/NGE 47 ECR 39 EFD 33 Others 96

Visualizza l'immagine su Twitter

22.20 Portogallo, in testa i socialisti
Secondo gli exit poll delle elezioni europee in Portogallo, il Partito socialista ottiene tra il 32% e il 37% delle preferenze, arrivando così ad avere tra otto e 10 eurodeputati. L’Alleanza Portogallo (composta da Centro democratico e sociale e da Partito popolare), conservatrice e cristianodemocratica e sostenitrice del governo del primo ministro socialdemocratico Pedro Passos Coelho, registra tra il 26% e il 30%, ottenendo tra sette e otto deputati.

22.00 L’estrema destra avanza in mezza Europa. 10% en Grecia 13% en Finlandia 25% en Francia 22% en Reino Unido 20% Austria 15% Hungria

21.50 In Danimarca in testa gli euroscettici del Danish People Party. Secondo i primi exit poll diffusi, quello che si prefigura è un vero e proprio boom degli Euroscettici che otterrebbero il 23,1% delle preferenze.

21.15 Romania, exit poll: centrosinistra avanti al 42%. (Repubblica.it) Nelle Europee in Romania la coalizione di centrosinistra che attualmente guida il governo, e che è formata da Socialdemocratici, Unione nazionale per la Romania e Partito conservatore, è al 42% delle preferenze, secondo i primi exit poll pubblicati da Mediafax. Al secondo posto il Partito liberale, è distaccato di quasi 30 punti percentuali avendo raccolto tra il 13% e il 15%. Seguono i democratici-liberali tra il 10% e il 12%. Il partito movimento popolare, sempre di centrodestra, si attesta attorno al 6%.

20.15 Francia: Front National primo partito, crollo dei Socialisti. expansioncom         @expansioncom El Frente Nacional gana en Francia según los últimos sondeos, con el 25,4%. (vía @lemondefr) pic.twitter.com/XPB2qhgtAu

Visualizza l'immagine su Twitter

19.30 (Lettera43) IRLANDA: INDIPENDENTI IN TESTA. Secondo un exit poll pubblicato dalla televisione irlandese Rte, l’unica e parziale indicazione disponibile al momento per il voto in Irlanda, segnala che lo Sinn Fein è diretto verso la conquista di un seggio europeo eletto nella circoscrizione di Dublino e calcola per le europee un’affermazione al 17% in crescita rispetto al 10% registrato nelle ultime elezioni politiche.
Gli indipendenti sarebbero in testa con il 27%, seguito da Fine Gael (centro-destra) al 22%, il partito laburista in calo al 6%. In aumento i Verdi al 6%.

19.30 +++ Europee: affluenza ore 19, si profila intorno al 43% +++

19.25. Ucraina, il ‘re del cioccolato’ vince al primo turno. +++Presidenziali Ucraina, exit poll: Poroshenko al 55,9%, Tymoshenko al 12,9%+++ .

19.20. I neonazisti (NPD) in Germania potrebbero ottenere un seggio Guillaume Duval @gduval_altereco résultats en sièges en Allemagne et evol depuis 2009 pic.twitter.com/kkcAcREElw

Visualizza l'immagine su Twitter

18.35.  – ARD comparison 2009 vs 2014: SPD +6.8%, FDP -7.9%.  Open Europe @OpenEurope German exit poll: CDU/CSU 36%, SPD 27.5%, Greens 10.5%, Die Linke 7.5%, AfD 6.5%, FDP 3%. Turnout = 47%

18.31: Syriza prima in Grecia #Greece #ep2014 exit poll (@NeritNetwork): Syriza 26-30% ND 23-27% Elia 7-9% Golden Dawn 8-10% To Potami: 5-7% KKE 5-7% Ind Greeks 4-5%

18.30 Amministrative 2014. Non solo europee. Si vota anche in Piemonte ed Abruzzo per le Regionali ed in tantissime città medio-piccole per le Comunali. Eccone alcune: Pescara, Potenza, Bergamo, Cremona, Ascoli, Bari, Foggia, Sassari, Caltanissetta, Firenze, Livorno, Prato, Perugia, Padova.

18.20: Austria: Guadagnano gli euroscettici del Fpoe. (Fonte TP) Prime proiezioni del voto per le europee in Austria:i popolari Oevp restano al primo posto con il 27,8% (-2,2%), i socialdemocratici Spoe stabili al 23,7%, mentre il grande vincitore sarebbe il partito di destra euroscettico Fpoe, terzo con il 19,9% (+7,2%). I seggi hanno chiuso alle 17 e le proiezioni sono sul 18% delle schede, secondo l’agenzia Apa.

18.00
Alcuni dati sulle elezioni europee:

– 400 milioni: gli aventi diritto al voto nei 28 Paesi Ue
– 16.351: i candidati
– 948: le liste presentate
– 751: i componenti del nuovo Parlamento
– 25 eurodeputati da 7 Paesi: requisiti minimi per formare un gruppo parlamentare
– 8: i gruppi in cui è suddiviso il Parlamento uscente
– 43%: la quota degli aventi diritto che ha votato nel 2009

Regionali, sondaggi su Piemonte ed Abruzzo danno in testa…


Il 25 maggio, in Italia, si vota anche per le elezioni Regionali. In Piemonte strada apparentemente spianata per Chiamparino, nettamente in vantaggio su 5 Stelle e Forza Italia. Almeno cosi dicono i sondaggi clandestini.

All’ex capo della diocesi metropolitana di Torino andrebbero infatti i voti di ben 50 confratelli – proprio la metà esatta del corpo elettorale, anche se ricordiamo che il Concistoro regionale non prevede turno di ballottaggio -: a dispetto delle polemiche e degli attacchi di questi ultimi giorni, il porporato sembra ancora molto popolare, soprattutto nella provincia di Torino, dove riuscirebbe a strappare una maggioranza nettissima, pari a 61 voti.

In seconda posizione, staccatissimo, farebbe comunque registrare un’ottima performance, toccando quota 24, l’ossuto vescovo pentastellato, capace di capitalizzare il consenso verso il suo capo spirituale – lo spassoso camerlengo di Genova – e di convincere molti elettori valsusini grazie alla netta opposizione manifestata contro la TAV Torino-Lione.

Addirittura terzo – che smacco, per chi fino ad ora governava la regione ecclesiale! – il diacono baffuto, fermo a 17 voti appena. Il prelato (nelle cui fattezze molti ravvisano una somiglianza col celebre omino Bialetti di Carosello) sembra evidentemente patire la divisione del fronte conservatore e i guai del leader nazionale, l’inaffondabile (ma ora costretto a fare opere di bene in una comunità religiosa della Brianza) cardinale di Arcore. (Polisblog)

Anche in Abruzzo, seppur con % minori, sembra in testa il candidato di CentroSinistra. Non è detto però che i 5 Stelle partano sconfitti. Potrebbero esserci sorprese.

Il Centrosinistra candida alla presidenza D’Alfonso che secondo i sondaggi elettorali è al 35,3%. Nel dettaglio il PD raggiunge quota 30% nelle intenzioni di voto, SEL 4% e Scelta Civica, che corre con l’alleanza progressista, è al 1,3%.

Il Centrodestra invece presenta il governatore uscente Chiodi. Secondo gli ultimi sondaggi dovrà recuperare terreno visto che è quantificato al 30,7%, con Forza Italia al 21,1%, NCD 5,6% e Fratelli d’Italia al 4%.

Per quanto riguarda il M5S come è noto i candidati sono stati scelti dalla rete, compresa Sara Marcozzi che tenta l’assalto alla presidenza. Nelle intenzioni di voto il Movimento Cinque Stelle, che come sempre corre da solo, è al 24,9%. (scenaripolitici.com)