Sondaggi: PD e CentroSinistra in testa, M5Stelle secondo partito!


Un sondaggio IPSOS del 10 agosto, commissionato da CNA imprese, fornisce un quadro aggiornato delle intenzioni di voto degli italiani. A fronte di un 40% di indecisi e non votanti, i risultati appaiono in linea con quanto visto sino ad oggi.

Il Partito Democratico, attorno al 25% , si conferma come primo partito del paese. Il Movimento5Stelle, vicino al 20%, è la seconda formazione ! Il PDL, sempre piu in crisi, viaggia attorno al 19%. L’Italia dei Valori, al quarto posto con il 7% sembra ‘reggere’ all’urto grillino, forse grazie alle ultime spinte populiste di Di Pietro. Dietro resistono Udc al 7 e Sel al 6. Ancora in crisi la Lega Nord, al 4%.

Guardando le coalizioni, il CentroSinistra di Vasto, seppur di difficile realizzazione a livello di alleanza politica, è saldamente in testa, attorno al 40%. Staccato il Centrodestra, al 25. Dietro il ‘polo 5 stelle’ con il 20% ed infine il Centro al 11.

La nuova legge elettorale, qualora mai si faccia, rimescolerà le carte ancora una volta e probabilmente inciderà sulle preferenze di voto da qui a qualche mese.

stima voto % VOTI VALIDI Totale cittadini
SEL 5,8
PD 24,8
IDV 7,2
Altri centrosinistra 2,4
UDC 6,9
Altri centro 3,9
PDL 18,9
Lega 4,2
Altri centrodestra 2,2
MoVimento 5stelle 19,8
Altri 3,9
Totale 100
Totale centrosinistra 40,2
Totale centro 10,8 11,5
Totale centrodestra 25,3 25,9
(indecisi, non voto) 39,1 36,7

L’ombra del Caimano….


Mario Monti è il Presidente del Consiglio, l’Europa sembra dare credito al nuovo esecutivo italiano, l’Italia si appresta a subire provvedimenti economici ‘gravi’ nel nome del risanamento imposto da Bce, Fmi e Ue. Moralità e sobrietà sostituiscono imbarazzo e vergogna nel nuovo corso della Politica, che si affida ai Tecnici per poter ritrovare un rapporto con gli elettori.

Il Caimano sembra un ricordo eh? Tutti i commentatori politici si affrettano ad archiviare l’esperienza del berlusconismo. Repubblica stampa addirittura uno dei suoi Atlanti per mettere la parola fine ai diciotto anni di ‘regno’ del Cavaliere.

Ma voi ci credete veramente? Davvero siete convinti che l’uomo piu potente d’Italia lasci l’unico mezzo che gli ha permesso di proteggere e sviluppare i suoi interessi economici e personali? Berlusconi potrà anche decidere di ‘farsi da parte’ per un po’ ma nessuno mi potrà mai convincere che un uomo dall’ego cosi sviluppato come il suo sia davvero convinto di abbandonare. Alfano candidato Premier? Forse. Berlusconi rimarrà comunque un leader potente e pronto a ritornare ‘direttamente’ in campo quando l’occasione sarà propizia.

Il governo Monti potrebbe cambiare gli scenari politici, Pd e Pdl potrebbero perdere pezzi (vedi Scajola, Formigoni, Enrico Letta, Matteo Renzi) nel nome di un grande centro disegnato attorno al nuovo Presidente del Consiglio ed appoggiato dai ‘superpoteri forti’ italiani e cioè Confindustria e Vaticano (guardando la composizione del nuovo governo non si puo non fare a meno di notare una certa influenza di Banche e Chiesa). Il bipolarismo potrebbe essere definitivamente archiviato. In tutto questo comunque credo che Berlusconi continuerà a recitare un ruolo importante. Un nuovo partito? Una lista personale? Tutto è possibile, l’unica cosa impensabile è che il Cavaliere esca di scena. Non avrebbe piu protezioni per i processi ed appoggi per i suoi interessi economici.

Guardate qui, il 18 novembre Mediaset ha raggiunto in borsa il suo minimo storico.

Cristallizziamo il dato. Sarà interessante verificare la quotazione dell’azienda tra qualche mese. Che Berlusconi si sia deciso a lasciare la poltrona di Palazzo Chigi per salvaguardare le sue aziende dal crollo borsistico innescato proprio dalla perdita di credibilità personale?

Altri dati importanti da tenere a mente sono i sondaggi elettorali. Al momento il PD è dato nettamente in testa, una coalizione di CentroSinistra potrebbe vincere le elezioni.

Come cambieranno le opinioni quando, tra qualche mese, ci troveremo di fronte a decisioni impopolari da parte del Governo Monti? (si parla di ritorno dell’Ici, di un nuovo aumento Iva, della riforma delle pensioni e del mercato del lavoro). Chi perderà e chi guadagnerà voti?

Per ora limitiamoci a registrare i dati :

Sondaggio IPSOS: Pd al 30%, primo partito, CentroSinistra avanti di 7 punti sulla Destra


Ieri sera, durante la trasmissione Ballarò, Ipsos ha diffuso un sondaggio realizzato in giornata. Dai dati si evince che il Pd è di gran lunga il primo partito italiano, sfiorando il 30% dei consensi. Il CentroSinistra, nella formulazione ‘short’ , con Pd-Idv e Sel , avrebbe la fiducia del 44.7% degli elettori contro il 37,3 del Centrodestra. Bersani risulta piu gradito di Berlusconi.

Credo che la rilevazione risenta troppo del ‘clima’ post referendum, i dati veri saranno leggermente inferiori per il centrosinistra, la tendenza comunque è quella. Il Centrodestra non è piu maggioranza.

Sondaggio, chi voteresti oggi?


https://candidonews.files.wordpress.com/2010/05/candido-sondaggi-copia.jpg

Berlusconi e Fini hanno rotto. Rutelli e Casini si avvicinano, Grillo è sempre piu forte. Il PD è nuovamente lacerato da divisioni interne. Vendola cresce su tutti i sondaggi. E tu? Cosa voteresti se domani ci fossero le elezioni politiche?

Poll: Chi voteresti oggi

Risultati:

Anche creare un sondaggio? Fare clic su Qui

Sondaggio, chi voteresti oggi?


Il Pd si sta riorganizzando,  il PDL è dilaniato dal conflitto Fini-Berlusconi, l’Idv è divisa tra Di Pietro e De Magistris, l’Udc guarda ad una nuova formazione centrista, la Lega mette le mani su regioni e banche, Sinistra e Libertà riscopre Vendola, la Lista Grillo si propone come “il nuovo”… e voi, oggi, chi votereste?

Poll: Chi voteresti oggi?

Risultati:

Anche creare un sondaggio? Fare clic su Qui