Speciale Elezioni: Sondaggi Senato e proiezioni seggi


ELEZIONI 2013 copia

Un mese e mezzo alle elezioni politiche. I poli sono cinque. La coalizione di Bersani, quella di Berlusconi, il polo montiano, la sinistra alternativa di Ingroia ed il Movimento 5 stelle. Nelle prossime settimane, tramite lo Speciale Elezioni,  approfondiremo i vari schieramenti.

Ieri Berlusconi ha sbancato l’auditel e forse si è rimesso in gioco per l’ennesima volta (dedicherò un articolo specifico a questo evento) nel frattempo appare sempre più chiaro come tutto ruoti attorno al Senato della Repubblica. Il CentroSInistra è in testa a livello nazionale ma raggiunge una percentuale troppo bassa per poter ottenere una maggioranza solida nei due rami del parlamento.

s1 s2 s3

Nel Senato i seggi vengono distribuiti tramite premi ‘regionali’, un po’ come accade negli Stati Uniti. Per molte regioni sono già chiari i vincitori, altre risultano invece incerte.

I sondaggi dicono che le regioni in bilico sono quattro: Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia. Nelle prime due la rinnovata alleanza Pdl-Lega fa ben sperare la coalizione di Berlusconi. In Campania e Sicilia il CentroSinistra è insidiato dalla Rivoluzione Civile del siciliano Ingroia e del sindaco di Napoli De Magistris:

La LOMBARDIA: secondo Ipsos-Sole 24 ore, qui l’unione dei partiti di centrosinistra e di centrodestra raccolgono il 32,5% e sono quindi in posizione di sostanziale parità. Medesima situazione potrebbe verificarsi anche nel VENETO.

In CAMPANIA: il PD è al vertice con il 30,5% dei voti ovvero 16 seggi, tallonato dal centrodestra con il 28,5%. In coda Monti con 14,2% e Ingroia con 11,2%.

In SICILIA: Pdl, Mpa, la Destra e Grande sud ha il 27%, mentre il 22,9% è del centrosinistra.. Il Movimento 5 Stelle cresce fino al 19,8% , seguito dal 16,2% della lista Monti

Grazie ai sondaggi del Sole24Ore ed alle stime di Termometro Politico ho riassunto qui di seguito alcuni possibili sbocchi per il Senato:

Ipotesi 1:
Vittoria del CentroSinistra in tutte le regione tranne il Veneto. 170 seggi garantirebbero una ampia maggioranza a Palazzo Madama

Ipotesi1

Ipotesi 2:
Vittoria del CentroSinistra in tutte le regioni tranne Veneto e Lombardia e Sicilia. Nessuna maggioranza per Bersani.
Ipotesi2

Ipotesi 3:
Vittoria del polo berlusconiano in Sicilia e Veneto. 160 seggi sarebbero davvero troppo pochi per poter governare. 158 è la maggioranza necessaria.

ipotesi3

Ipotesi 4:
Vittoria berlusconiana solo in Lombardia. 163 seggi potrebbero bastare a Bersani per ‘durare’ un paio d’anni.

ipotesi4

Ipotesi 5:
Vittoria di Berlusconi in Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia. In questo caso è molto probabile che il governo dovrebbe vedere la presenza anche del PDL perche sommando i seggi di CentroSinistra e Montiani si arriva a 171 seggi, a cui andrebbero sottratti una ventina di seggi di SEL che non parteciperebbe ad un esecutivo con i centristi. Nessuna maggioranza quindi.

Ipotesi5

Primarie, si vota: diretta web, Bersani al 44%, Renzi al 36%


Ci siamo, oggi il CentroSinistra sceglie il proprio leader per le prossime elezioni politiche. O meglio, cerca di sceglierlo. Le variabili sono infatti diverse. Una vittoria di Bersani metterebbe d’accordo tutti. Un successo di Vendola distruggerebbe la coalizione, con i centristi in fuga verso Montezemolo, lo stesso PD entrerebbe in una crisi grave. Il trionfo di Renzi cambierebbe tutto. Probabilmente il CentroSinistra ne uscirebbe diverso, maggiormente aperto al centro e con forti emorragie a sinistra.

Peraltro non è affatto detto che il candidato leader dei democratici e dei progressisti, una volta svoltesi le elezioni, possa realmente diventare Premier. Ottenere una maggioranza netta in Parlamento, al momento, è difficile. Si dovrà quindi trattare con le altre forze presenti a Montecitorio e Palazzo Madama.

Comunque oggi si vota. Già un milione e mezzo gli iscritti online, si prevedono tra i tre ed i quattro milioni di elettori alle Primarie 2012. Maggiore sarà l’affluenza, maggiori le speranze per Renzi. Da evitare assolutamente un ballottaggio Renzi-Vendola.

Spoglio in diretta

23.20
Bersani: “Giornata straordinaria, non me la si rubi” “E’ stata una giornata straordinaria, non me la si rubi perché l’ho voluta io”. Lo ha affermato il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, arrivando al suo comitato elettorale nel centro di Piacenza. “Ho sentito Renzi, gli faccio un abbraccio, ma mi ha detto che io ho accettato la sua proposta di fare le primarie. Questo non lo posso accettare…”. E ancora: “Credo che tutti e cinque dovremo fare qualcosa assieme, magari gli offro una birra”.

23.00
In Lombardia Bersani in vantaggio con il 45,76% Con circa metà dei seggi scrutinati, Pier Luigi Bersani è in testa in Lombardia con il 45.76%. Matteo Renzi è al 37.09%, Nichi Vendola al 12,67% e Bruno Tabacci all’1,34%. Speciale Tg3 condotto da Bianca Berlinguer.

22.55
Pier Luigi Bersani in netto vantaggio alle primarie del centrosinistra nelle regioni del Sud. In Sicilia, a metà dello scrutinio, è al 51.32%, contro il 30,35% di Matteo Renzi e il 15,7% di Nichi Vendola. In Campania (un-terzo dello scrutinio), Bersani è al 50,9%, Renzi al 25,36%, Vendola al 18,8%

22.50
Bari, a metà dello spoglio, Vendola è al 50,7%, Bersani 30,4%, Renzi 16,8%. Speciale Primarie anche su Repubblica.it

22.40
Dato nazionale, 3662 seggi su 9232: Bersani 44,6%, Renzi 36,49%, Vendola 14,76%, Puppato 2,96%, Tabacci 1,19%, bianche/nulle 0,22%

22.00
Nico Stumpo (organizzatore Pd) “910405 voti validi, Bersani 44,6%, Tabacci 1,2% Puppato 3% Vendola 14,4% Renzi 36,9% ” (voti scrutinati).

21.25
Su RaiNews Piepoli fornisce i suoi exit poll. Bersani al 44, Renzi al 36

21.15
In diretta su Sky Lorenzo Pregliasco dell’istituto Quorum. Il sondaggio dà Bersani tra il 44 ed il 48%. Conosco Pregliasco, scriveva su un forum di politica che frequentavo. Una volta gli avevo detto che sarebbe andato a finire in Tv!

21.10
E’ partita la diretta di SkyTg24 sulle Primarie. Conduce il giornalista Paolo Fratter. Molti gli inviati nei vari quartier generali.

21.00
Da Il Post apprendiamo dei primi esiti locali. Massimo Mattei, assessore a Firenze, dice che i «primi risultati in città e in provincia sono clamorosi: Renzi in testa alla grande». Nicola Fratoianni, del comitato Vendola, dice che nei primi seggi in Puglia è in vantaggio Vendola.

20.45
Più di 3 milioni e mezzo i votanti. Huffington Post. La prima proiezione sull’affluenza finale alle primarie del centrosinistra è di 3 milioni e 600 mila elettori. La ha fornita l’Istituto Quorum a SkyTg24, sulla base delle rilevazioni sui votanti effettuate alle 16.

20.30
Alle 20 si sono chiusi i seggi. Alle 17.30 avevano votato quasi 2 milioni e mezzo. Si prevede quota 3,5-4 milioni. Sondaggio di Piepoli, con ampio margine di errore: Bersani 44%, Renzi 36%, Vendola 16%, Puppato 3%, Tabacci 1%.

 

la diretta pre voto

10.00
Discussione con amici ieri sera. Su otto persone, quattro voteranno. Tre per Renzi, uno per Bersani (il sottoscritto). Le motivazioni del voto a Renzi sono varie. In generale lo si vede come  rappresentante del ‘cambiamento’.

10.30
Impressioni al seggio. Poca gente, tutti anziani. Nel mio seggio Bersani vincerà facile.

13.00
Ha già votato più di un milione e mezzo di elettori. Si prevede una affluenza boom

15.00
Su twitter si è diffuso l’hashtag #csxsiamo per raccontare le primarie viste dagli elettori

15.30
Secondo Termometro Politico, raffrontando i dati delle Primarie 2009 con quelle di oggi, Bersani appare in netto calo e Renzi potrebbe tallonarlo da vicino nel risultato finale.

16.00
Alcuni siti dove seguire la cronaca dell’evento. Primariecsx.tumblr.com , Huffington Post

16.20
Secondo Termometro Politico, l’alta affluenza sposta la bilancia verso Matteo Renzi. Il sindaco di Firenze è dato al 43%, nettamente dietro Bersani al 34%. Berlusconi può tirare un sospiro di sollievo.

17.00
Comincia a spargersi la paura di una netta affermazione di Renzi. Il Presidente della Toscana Rossi sentenzia: ”Se vincesse Renzi il centrosinistra si spaccherebbe, con lui candidato alla presidenza del Consiglio molti non andrebbero neppure al voto”

18.00
Il Post ricorda dove poter seguire live lo spoglio delle schede delle primarie. Dalle 20.00 di questa sera: “Dalle 20.30 fino a mezzanotte ci sarà uno speciale TG3 su RaiTre, così come su TGCOM24 (dalle 21.30) e su RaiNews24 (dalle 20.30) che avrà come ospite il sondaggista Nicola Piepoli che comunicherà le previsioni dei risultati. Su La7 il risultato del voto sarà seguito dal programma In Onda di Nicola Porro e Luca Telese, a partire dalle 20.30. Tra i canali a pagamento, su Sky ci sarà la diretta continua sul canale 504, Sky Eventi. A partire dalle 22, in attesa del risultato e dopo, ci sarà un dibattito con diversi giornalisti. SkyTg24, che sta seguendo la giornata con diverse interviste e approfondimenti, è visibile online qui.”

18.40
Polisblog
riferisce sul voto di Renzi al suo seggio: Lunga lunga fila quella che sta affrontando Renzi a Firenze. Il sindaco inganna il tempo chiacchierando con i concittadini, tra dati sull’affluenza e telefonate con sostenitori della Puppato.

19.15
Giorgia Meloni, deputata Pdl, si presenta nella sede Pd di Via dei Giubbonari a Roma:

19.30
Termometro Politico fa marcia indietro ed ora pronostica un vantaggio, seppur risicato, per Bersani. “19.10 Una previsione a spanne (non certificata come attendibile) vedrebbe Bersani tra il 37-43% e Renzi tra il 33% e il 39%

Bersani nuovo segretario del PD